Piano d’azione verde per le Pmi, suggeritemi cosa proporre al Parlamento Europeo

pubblicato il
Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici










Inviare

Le materie prime rappresentano il 40% dei costi dell’industria manifatturiera europea. Aggiungendo i costi di energia e acqua raggiungiamo il 50% dei costi di produzione.  Mentre il costo del lavoro ammonta appena al 20%. Una gestione più efficiente delle risorse sarebbe in grado di produrre risparmi elevatissimi, che la Commissione Europea stima in un 17-24% entro il 2030. Senza contare che il 60% dei rifiuti non è riciclato, il che rappresenta un’opportunità mancata soprattutto per le piccole medie imprese che potrebbero sviluppare nuove tecnologie verdi per dare una seconda vita agli oggetti.

In realtà, secondo i dati forniti dall’esecutivo europeo, il 93% delle Pmi nell’Unione porta avanti iniziative per un utilizzo efficiente delle risorse, ma solo il 42% di queste ottiene risparmi reali. Questo vuol dire che gli strumenti esistono, ma le iniziative intraprese non sono per sono affatto efficaci.

incentivi verdi per pmi

Cosa andrebbe fatto per migliorare l’efficacia di queste iniziative? Quali spunti di lavoro mi suggerite? Il Movimento 5 Stelle è condivisione e partecipazione. Per questo vorrei il vostro aiuto per emendare la relazione all’esame della commissione industria, ricerca ed energia del Parlamento Europeo. Il termine ultimo per poter accogliere i vostri suggerimenti è lunedì 23 febbraio.

Per avere un quadro più completo, vi metto a disposizione la visione della Commissione Europea sull’economia verde.

A mio avviso, per rendere più efficiente la gestione delle risorse, dovremmo migliorare ulteriormente l’accesso ai fondi diretti, coinvolgere gli enti locali chiamati a gestire i fondi indiretti, permettere loro di fare rete e favorire l’accesso ai fondi da parte degli imprenditori. Voi cosa ne pensate?

Non vogliamo solo rincorrere buone intenzioni. Vogliamo portare a casa un risultato per le nostre Pmi.

Ti potrebbe interessare anche


Tuteliamo la buona produzione, tuteliamo il Made In Italy

Come ho ribadito all’evento “Bio e Made in Italy” di Piacenza di domenica scorsa, per tutelare il Made in Italy occorre fare squadra.   A livello nazionale servirebbe un accordo chiaro tra produttori, trasformatori e commercianti, che punti realmente ad una tutela del Made in Italy. Purtroppo siamo molto in ritardo dall’ottenere un risultato simile … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare


Biologico: no ad accordi al ribasso

Oggi abbiamo votato contro il nuovo regolamento sull’agricoltura biologica, relativo alla produzione e all’etichettatura dei prodotti biologici, dal momento che questo rappresenta un enorme passo indietro sul tema della contaminazione da sostanze non autorizzate, come i pesticidi. Non c’è nulla da festeggiare per i produttori del biologico di QUALITA’ come quello italiano. E’ un’occasione persa per un … Continua

Share on Pinterest
There are no images.
Condividi coi tuoi amici








Inviare


Il MoVimento 5 Stelle è una rivoluzione culturale

Il MoVimento 5 Stelle non è un partito politico, è una rivoluzione culturale. Siete pronti a vivere il cambiamento?

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare


L’inizio del cambiamento

“Se lo puoi sognare, lo puoi fare” ci ha ricordato Beppe Grillo. Ora il nostro sogno è diventato realtà. Venerdì 1° giugno Giuseppe Conte si è presentato al Quirinale per la cerimonia del giuramento davanti al Presidente della Repubblica Mattarella. Nella sua squadra di governo gialloverde sono coinvolti, tra gli altri, il nostro capofila del … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare