Bayer-Monsanto: la nostra agricoltura è in pericolo

pubblicato il
Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici










Inviare

La Commissione Europea ha emesso un parere preliminare di buon senso sulla vicenda dell’acquisizione Bayer – Monsanto. La decisione di aprire un’indagine su tale acquisizione è un atto dovuto nei confronti dei cittadini europei che sono preoccupati delle conseguenze che questa fusione comporterebbe.

Stiamo parlando della fusione più colossale del settore dell’agrochimica, del valore di 62 miliardi di euro che porterebbe Bayer ad essere una delle tre aziende a detenere il 63% di tutte le sementi e il 75% degli agrofarmaci (dati Coldiretti).

Avete capito bene, il 63% della produzione mondiale di sementi sarebbe in mano ad una sola azienda.

Lasciare il futuro del mercato globale dell’agroalimentare in mano a tre colossi è un gesto completamente irresponsabile, che mette in pericolo la qualità dei prodotti, l’innovazione e il prezzo dei prodotti. Si sta giocando con il futuro della nostra agricoltura e con la salute dei cittadini: un’unione così scellerata non è pensabile.

Ma c’è da fidarsi della posizione della Commissione?

Bayer Monsanto: la nostra agricoltura è in pericolo

Ricordiamoci che anche nel caso delle precedenti fusioni tra i colossi mondiali della chimica come Dow e DuPont e ChemChina-Syngenta la Commissione aveva aperto un’indagine per valutare la concentrazione del mercato e possibili alterazioni della concorrenza, per poi finire in un nulla di fatto che permise comunque a questi colossi di unirsi. È impensabile dal mio punto di vista, dato il peso che questa acquisizione potrebbe avere, che ci possa essere un epilogo simile.

Non di meno è sconvolgente la natura di questa fusione: la Bayer, un colosso che si occupa principalmente di prodotti farmaceutici e sanitari, ha intenzione di acquistare la Monsanto, un’azienda che produce da un lato sementi e dall’altro pesticidi, di cui alcuni di questi classificati dall’OMS come probabilmente cancerogeni, che distruggono la fertilità del suolo, recando gravi danni all’ambiente. È normale?

L’esito dell’indagine dovrebbe arrivare entro il mese di gennaio 2018 e noi saremo ancora una volta in prima linea. Nel frattempo continuiamo a vigilare, come già fatto in passato: L’EFDD, di cui facciamo parte, insieme ad altri deputati ha scritto sia alla Bayer sia a Margrethe Vestager, Commissaria europea alla concorrenza. Nel primo caso abbiamo chiesto di bloccare l’operazione mettendo in evidenza una serie di controindicazioni a questa acquisizione, che oltre a danneggiare la salute di milioni di persone potrebbe anche non essere conveniente dal punto di vista economico viste le forti opposizioni da parte di organizzazioni internazionali che danno sistematicamente battaglia legale alla Monsanto.

Alla Commissaria abbiamo chiesto con forza di aprire un’indagine che vada in profondità su questa operazione che giudichiamo di estrema pericolosità.

L’Europa non può rendersi partecipe di questa fusione: faremo tutto ciò che è a nostra disposizione per impedirlo.

Ti potrebbe interessare anche


PAC: no ai tagli in agricoltura annunciati da Oettinger. Si punti ad una politica di risparmio

Il commissario Oettinger poco tempo fa ha annunciato tagli per 10 miliardi al bilancio per l’agricoltura, mettendo in grave difficoltà Paesi come l’Italia. Pur comprendendo la necessità di rivedere le dotazioni sono convinto che la soluzione migliore non siano i tagli, ma i risparmi: non sforbiciate lineari qui e là, ma un’analisi attenta di come … Continua

Share on Pinterest
There are no images.
Condividi coi tuoi amici








Inviare


#IoSonoNelContratto a Villafranca

Bellissima giornata oggi a #VillafrancaDiVerona con Clara Zanetti M5S, candidata Sindaco, e i candidati portavoce e gli attivisti locali. Abbiamo incontrato tantissimi cittadini a cui abbiamo spiegato il contratto per il Governo del cambiamento e il programma per le amministrativa.

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare


Maniago, caso polli alla diossina: non si fa campagna elettorale con la salute dei cittadini

L’atteggiamento di Fabiano Filippin è davvero imbarazzante: egli afferma, ripreso dagli organi di informazione, che la vicenda dei polli alla diossina non ha suscitato grande interesse negli eurodeputati. A Filippin rispondo che, come ben sa, ho portato in più riprese questo caso in Parlamento europeo: trovo dunque davvero inopportuno che il consigliere strumentalizzi questo caso … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare


Dieselgate: i cittadini europei devono avere uguali diritti

Due anni dopo lo scandalo Diselgate, l’Europa è riuscita a darsi regole migliori per prevenire le frodi sui veicoli. Lo fa grazie all’impegno che il MoVimento 5 Stelle (gruppo EFDD) ha messo per fare in modo che pratiche aberranti come quelle praticate dalla tedesca Volkswagen non si ripetano mai più. Dal primo settembre 2020 le procedure … Continua

Share on Pinterest
There are no images.
Condividi coi tuoi amici








Inviare