Canapa e innovazione per una nuova idea di agricoltura in Europa

pubblicato il
Share on Pinterest
There are no images.
Condividi coi tuoi amici










Inviare
Viviamo in un contesto storico in cui anche nel fare agricoltura bisogna cambiare prospettiva: l’agricoltore non può più essere solo colui che coltiva, dev’essere un imprenditore in grado di occuparsi di tutta la filiera, fino alla distribuzione del prodotto sul mercato, e le Istituzioni devono essere in grado di fornirgli gli strumenti necessari per intraprendere questo cambiamento.
Oggi la canapa industriale rappresenta una grande opportunità per innovare il mondo agricolo industriale, tant’è che questa pianta viene impiegata in un’ampia gamma di prodotti: generi alimentari, carta, tessuti, fibre, filati, materiali da costruzione e per l’isolamento e altri prodotti lavorati.
Nel 2015 in Europa sono stati coltivati a canapa industriale quasi 22.000 ettari di terreno, più di 11.500 dei quali nella sola Francia. Questo Paese investe annualmente 1,7 milioni di euro nel settore della canapa, garantendosi il primato europeo nella produzione. La legge italiana invece, approvata recentemente, prevede un sostegno al settore di soli 700 mila euro.
E’ evidente quindi che ci vogliano maggiori fondi per poter lanciare un sistema produttivo strutturato che abbia tutte le caratteristiche per potere affermarsi in questo mercato.
L’introduzione di coltivazioni di canapa può oggi essere finanziata dalla Unione Europea attraverso i pagamenti diretti e varie forme di finanziamento, da quelle in capitale fisico, cioè in macchinari, a quelle investimenti per i piani di greening, agli investimenti per lo sviluppo delle aziende e imprese agricole per giovani.
A mio avviso le istituzioni devono implementare le risorse destinate a coloro che vogliono investire in questo settore, perché la canapa industriale può rappresentare un’area di sviluppo interessante in un ambito di sostenibilità e di riconversione verso un’agricoltura biologica.

Ti potrebbe interessare anche


Emergenza uova: talmente urgente che la Commissione ci penserà a fine settembre

Mi chiedo come sia possibile che a fronte di un’emergenza conclamata la Commissione europea se ne stia sotto l’ombrellone e non pensi di convocare immediatamente le autorità dei paesi coinvolti. Ancora una volta l’Europa mostra la sua vera faccia, quella di un organismo burocrate, ben lontano dalle necessità dei suoi cittadini anche di fronte al caso … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare


#Animalicomenoi: stop a macelli lager e allevamenti intensivi

Oggi sarò in collegamento con la sala stampa della Camera dei Deputati con Giulia Innocenzi, ideatrice e conduttrice televisiva di #Animalicomenoi (RAI2), e con i colleghi Busto, Bernini e Mantero,  in occasione della conferenza stampa che si terrà alle 10.00 il cui tema è: “come riformare i macelli lager e gli allevamenti intensivi nel rispetto … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare


Prodotti che durino a lungo e facilmente riparabili, questo è il futuro che vogliamo

Noi del Movimento 5 Stelle vogliamo e promuoviamo un’idea di economia e di società diversa da quell’attuale. Vogliamo una società in cui i prodotti durano a lungo e sono facilmente riparabili. Una società in cui il riuso dei materiali non sia un metodo alternativo, ma rappresenti la regola. Una società capace di dare un significato … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare


Mettiamo uno Stop definitivo all’era dell’usa e getta

eri sera sono intervenuto in Commissione IMCO su un tema che mi sta particolarmente a cuore, cioè sulla durabilità dei prodotti di largo consumo. In parole povere, sul fatto che da decenni ormai siamo incastrati in un meccanismo di “usa e getta” che oltre ad essere tutt’altro che etico non è più sostenibile. E’ un dato … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare