Frutta e verdura nelle scuole: i genitori sono parte attiva!

pubblicato il
Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici










Inviare

Il programma “frutta e verdure nelle scuole” è un’ottima occasione perché i bambini delle scuole primarie non solo si alimentino correttamente, ma anche perché imparino a conoscere il mondo che contiene questi preziosi alimenti e i suoi principi base.

Grazie al programma educativo che si svolge durante l’anno scolastico i bambini posso imparare e portare con sé tutte quelle informazioni utili ad avere un’alimentazione sana, possibilmente in mondo, di cui loro un domani saranno i protagonisti, maggiormente sostenibile. Non si tratta quindi soltanto di dare da mangiare ai bambini frutta e verdura di qualità, ma è ben di più.

Genitori

In questo programma i genitori dei bambini hanno un ruolo importante per più di un motivo: prima di tutto perché possono sollecitare i dirigenti scolastici e gli insegnanti ad aderire al programma per il prossimo anno (la scadenza per l’adesione è il 31 luglio prossimo), inoltre perché possono vigilare durante il suo svolgimento, sulla qualità dei prodotti somministrati dalle aziende di distribuzione alimentare che gestiscono le mense, segnalando eventuali problemi ai dirigenti scolastici, al fine di migliorare il servizio e il progetto stesso.

Genitori, tocca a voi!

Ti potrebbe interessare anche


Glifosato, una buona notizia: anche il Ministro Martina si esprime contro, con un tweet!

Leggo dalle pagine di alcuni giornali nazionali la notizia in base alla quale il Ministro Martina improvvisamente si schiererebbe contro l’utilizzo del glifosato. Beh, posto che sia vero, meglio tardi che mai Ministro! Da sempre il M5S ha espresso la sua posizione chiara e precisa sul glifosato: BASTA all’abuso dei pesticidi in agricoltura. E’ fondamentale … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare


Bayer-Monsanto: la nostra agricoltura è in pericolo

La Commissione Europea ha emesso un parere preliminare di buon senso sulla vicenda dell’acquisizione Bayer – Monsanto. La decisione di aprire un’indagine su tale acquisizione è un atto dovuto nei confronti dei cittadini europei che sono preoccupati delle conseguenze che questa fusione comporterebbe. Stiamo parlando della fusione più colossale del settore dell’agrochimica, del valore di … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare


Parmigiano Reggiano e CETA: tuteliamo il Made In

  La ratifica del CETA da parte del Parlamento italiano è ufficialmente rinviata a data da destinarsi. Un esito che fa ben sperare e premia l’impegno che noi del 5 stelle abbiamo profuso in questi anni ma che tuttavia non è ancora sufficiente. La speranza è che la crescente consapevolezza dei cittadini spinga il Parlamento … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare


Ecco perché non possiamo sostenere gli OGM in agricoltura

Oggi si dice che gli OGM siano un vantaggio per la nostra agricoltura. Anzi, diciamo che c’è qualcuno che vuole convincerci di questo. I sostenitori degli Ogm sostengono che una pianta transgenica si adatta meglio ai cambiamenti climatici, all’innalzamento delle temperature, alla riduzione della disponibilità di acqua e ai processi di desertificazione. Per questi motivi … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare