Il CETA si può fermare: facciamoci sentire!

pubblicato il
Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici










Inviare

Mi rivolgo a tutti i nostri portavoce in Consiglio comunale e in Regione: se ancora non l’avete fatto, vi invito a presentare una mozione contro il CETA. Tra pochissimo si va al voto in Sicilia: pensate ai tesori agroalimentari che questa Regione custodisce; con l’entrata in vigore di questo trattato il made- in siciliano e italiano sarà a rischio. Aiutateci a condividere a fare contro informazione contro tutte le balle che i diversi partiti ci raccontano.

Come ben sapete il CETA è lo scandaloso trattato di libero scambio tra Unione Europea e Canada.
Libero scambio vuol dire che non ci saranno dazi doganali e quindi costerà meno importare in Europa i prodotti canadesi. Se il CETA verrà ratificato le nostre aziende agricole si troveranno a competere con dei colossi dell’agroalimentare che proporranno dei prodotti scadenti e potenzialmente dannosi come la carne agli ormoni e gli OGM a prezzi irraggiungibili. Questo accordo mette a rischio le piccole medie imprese italiane e la salute dei nostri cittadini! Possiamo però intervenire: per entrare in vigore il CETA deve essere ratificato dai 28 Stati membri dell’ UE.

Qui nel mio sito trovate una bozza della mozione da presentare sia in Consiglio comunale che in Regione; in questa mozione si impegna la Giunta comunale o regionale a contrastare la ratifica finale del trattato CETA e a sollecitare un maggiore coinvolgimento nella stesura delle priorità negoziali in sede di redazione del mandato dei futuri trattati di libero scambio.
Ecco il link: http://marcozullo.it/stopalceta/

Ti potrebbe interessare anche


Il MoVimento 5 Stelle pensa alle piccole grandi opere utili per il territorio! #Isonzo

Mentre in Friuli Venezia Giulia le ferrovie locali non hanno gli investimenti necessari (in finanziaria il Pd boccia le proposte del Movimento 5 Stelle) Delrio e Berlusconi pensano alla follia del Ponte sullo Stretto di Messina. Il contrario di quello che vuole fare il Movimento 5 Stelle che non vuole l’opera inutile in Sicilia, bensì … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare


Mamme No Pfas a Bruxelles

Le mamme No Pfas, unite per liberare le acque del Veneto dai contaminanti chimici, hanno incontrato a Bruxelles i deputati all’Europarlamento per portare all’attenzione dell’assemblea il problema che sta attanagliando le province di Verona, Padova e Vicenza, con concentrazioni al disopra dei livelli consentiti. Una questione non soltanto ambientale, ma anche e soprattutto sanitaria, sorta … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare


Fondi strutturali di coesione: no ai tagli indiscriminati, sì ai risparmi mirati e meno burocrazia

La Commissione europea sta prefigurando uno scenario davvero drastico in merito ai tagli dei fondi di coesione. Dal mio punto di vista quella della Brexit è ormai una scusa, perché sono previsti tagli davvero elevati a fronte dei reali costi della Brexit. Lo stesso approccio viene mantenuto anche per ciò che riguarda i tagli dei fondi … Continua

Share on Pinterest
There are no images.
Condividi coi tuoi amici








Inviare


A New York per la tutela dei diritti delle donne e la parità di genere

Oggi mi trovo a New York, presso le Nazioni Unite, in occasione della Conferenza sullo “Status delle Donne” nel mondo per l’emancipazione e #parità di genere. Quanti di voi si ricordano il nostro successo targato M5S, partito da Pordenone, sulla condanna dell’Unione Europea ai Paesi islamici che praticano la lapidazione? Siamo qui per dire basta alla violenza … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare