Quale politica agricola europea occorre per creare posti di lavoro? Scriveteci!

pubblicato il
Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici










Inviare

L’agricoltura è il settore in cui i posti di lavoro sono più difficilmente delocalizzabili, se collegata a doppia mandata con i prodotti di qualità provenienti dal territorio.

Ma negli ultimi decenni la politica ha lasciato che il modello agricolo fosse imposto da grandi gruppi più attenti a ridurre i costi per competere su un mercato sempre più globalizzato, che alla qualità dei propri prodotti. Un modello che ha fatto scemare il legame indissolubile che il settore primario dovrebbe avere con la produzione e l’occupazione del territorio. L’emorragia di posti di lavoro è stata costante e inesorabile poiché nessuno, né a livello italiano, né a livello europeo, ha voluto prendere in mano la situazione.

Da quando il Movimento 5 Stelle è entrato in Parlamento Europeo sta chiedendo con insistenza il cambiamento di questo modello agricolo.

Marco Zullo M5S Europa agricoltura posti di lavoro Pac

Vogliamo reiventare la Politica Agricola Comune (Pac), che ancora oggi costituisce circa il 40% del bilancio europeo, perché il suo enorme potenziale in termini di finanziamenti comunitari – diretti o indiretti – agli agricoltori non viene sfruttato a dovere.

Vogliamo che nella Pac ci siano le risposte alle grandi sfide del nostro tempo: quella alimentare, quella ambientale, quella della conservazione delle risorse, la sfida energetica, la sfida climatica.

Vogliamo un’agricoltura sostenibile e innovativa. Un’agricoltura diffusa, che lascia spazio anche ai piccoli produttori, alle produzioni locali di qualità. Un’agricoltura etica, che permetta di garantire un reddito più che dignitoso agli agricoltori e che sia rispettosa dell’ambiente che ci circonda. Un’agricoltura che dia vita a prodotti sani e vitali, che contribuiscano a mantenere e riacquistare salute. Un’agricoltura biologica, totalmente priva di prodotti chimici di sintesi, un’agricoltura biodinamica, orientata al rinnovamento delle tecniche di produzione.

Ma il modello che abbiamo in mente vogliamo costruirlo con voi! Per questo ci rivolgiamo ad agricoltori, addetti ai lavori, cittadini, per sapere quale modello di agricoltura è giusto privilegiare nei fondi della Pac per creare nuove opportunità di lavoro.

Il Movimento 5 Stelle é condivisione, partecipazione, iniziativa dal basso che diventa azione legislativa a Roma come a Bruxelles. Per questo vi chiedo di inviarmi entro l’8 maggio suggerimenti e spunti di lavoro su cui lavorare per costruire il modello agricolo del futuro!

In questo modo potremmo elaborare degli emendamenti alla relazione di iniziativa della Commissione Agricoltura del Parlamento Europeo, che trovate a questo link.

Entrate nella stanza dei bottoni e aiutateci a scrivere gli emendamenti. Inviateci le vostre proposte entro l’8 maggio!

Potete contattarmi su Facebook  oppure utilizzando il form sul mio sito.

Ti potrebbe interessare anche


Diritto all’informazione, fake news e censura

Giovedì 8 giugno è andato in scena un convegno che ha visto dei relatori di grande spessore e una grande partecipazione di pubblico molto attento alle tematiche affrontate; ci siamo interrogati e ci siamo confrontati su ciò che rappresenta in questo momento storico l’informazione.   In un’ epoca sempre più veloce in cui le notizie … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare


Difendiamo le api: il nostro lavoro al Parlamento europeo per tutelare e migliorare il settore dell’apicoltura

  Ho letto con molta attenzione l’articolo sulla drastica riduzione della produzione di miele pubblicato ieri sul Messaggero del Lunedì; sono lieto che il Messaggero abbia dato così tanto spazio ad una problematica che anch’io sto seguendo in Parlamento europeo. Fondamentale è migliorare la normativa europea sull’agricoltura; mi sono fatto promotore infatti di un’iniziativa volta … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare


Questione lupo: correggere la direttiva habitat non risolve nulla

Sul territorio bellunese si parla molto della “questione lupo”. La scorsa estate l’attenzione è ricaduta sui fatti avvenuti all’alpeggio fra Nevegal e Visentin nei quali un lupo ha attaccato ripetutamente dei greggi di pecore. Sono d’accordo con Cristiano Fant, referente Enpa (ente nazionale protezione animali) per la provincia di Belluno quando afferma che “La presenza … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare


Normativa bevande alcoliche: puntiamo a migliorare

Ieri sono intervenuto in commissione AGRI in relazione al settore delle bevande spiritose/alcoliche che rappresenta sia una punta di eccellenza delle produzioni europee sia un settore commerciale florido, che influisce in modo estremamente positivo sia sulla bilancia commerciale comunitaria che sull’occupazione.Infatti, Infatti ben l’8% delle esportazioni agroalimentari è coperto da questo settore e occupa oltre un … Continua

Share on Pinterest
There are no images.
Condividi coi tuoi amici








Inviare