Quale politica agricola europea occorre per creare posti di lavoro? Scriveteci!

pubblicato il
Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici










Inviare

L’agricoltura è il settore in cui i posti di lavoro sono più difficilmente delocalizzabili, se collegata a doppia mandata con i prodotti di qualità provenienti dal territorio.

Ma negli ultimi decenni la politica ha lasciato che il modello agricolo fosse imposto da grandi gruppi più attenti a ridurre i costi per competere su un mercato sempre più globalizzato, che alla qualità dei propri prodotti. Un modello che ha fatto scemare il legame indissolubile che il settore primario dovrebbe avere con la produzione e l’occupazione del territorio. L’emorragia di posti di lavoro è stata costante e inesorabile poiché nessuno, né a livello italiano, né a livello europeo, ha voluto prendere in mano la situazione.

Da quando il Movimento 5 Stelle è entrato in Parlamento Europeo sta chiedendo con insistenza il cambiamento di questo modello agricolo.

Marco Zullo M5S Europa agricoltura posti di lavoro Pac

Vogliamo reiventare la Politica Agricola Comune (Pac), che ancora oggi costituisce circa il 40% del bilancio europeo, perché il suo enorme potenziale in termini di finanziamenti comunitari – diretti o indiretti – agli agricoltori non viene sfruttato a dovere.

Vogliamo che nella Pac ci siano le risposte alle grandi sfide del nostro tempo: quella alimentare, quella ambientale, quella della conservazione delle risorse, la sfida energetica, la sfida climatica.

Vogliamo un’agricoltura sostenibile e innovativa. Un’agricoltura diffusa, che lascia spazio anche ai piccoli produttori, alle produzioni locali di qualità. Un’agricoltura etica, che permetta di garantire un reddito più che dignitoso agli agricoltori e che sia rispettosa dell’ambiente che ci circonda. Un’agricoltura che dia vita a prodotti sani e vitali, che contribuiscano a mantenere e riacquistare salute. Un’agricoltura biologica, totalmente priva di prodotti chimici di sintesi, un’agricoltura biodinamica, orientata al rinnovamento delle tecniche di produzione.

Ma il modello che abbiamo in mente vogliamo costruirlo con voi! Per questo ci rivolgiamo ad agricoltori, addetti ai lavori, cittadini, per sapere quale modello di agricoltura è giusto privilegiare nei fondi della Pac per creare nuove opportunità di lavoro.

Il Movimento 5 Stelle é condivisione, partecipazione, iniziativa dal basso che diventa azione legislativa a Roma come a Bruxelles. Per questo vi chiedo di inviarmi entro l’8 maggio suggerimenti e spunti di lavoro su cui lavorare per costruire il modello agricolo del futuro!

In questo modo potremmo elaborare degli emendamenti alla relazione di iniziativa della Commissione Agricoltura del Parlamento Europeo, che trovate a questo link.

Entrate nella stanza dei bottoni e aiutateci a scrivere gli emendamenti. Inviateci le vostre proposte entro l’8 maggio!

Potete contattarmi su Facebook  oppure utilizzando il form sul mio sito.

Ti potrebbe interessare anche


Chiedi all’UE un’agricoltura più sana: partecipa alla consultazione online

In questi giorni si sta decidendo il futuro della Politica Agricola Comune (PAC), una delle politiche più importanti, influenti e dibattute dell’UE. Oggi, però, abbiamo la possibilità di esprimere la nostra opinione a riguardo: la Commissione europea ha avviato una consultazione pubblica (online) sul futuro della PAC, che terminerà il 2 maggio 2017. Attraverso la … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare


In agricoltura paghiamo la mancanza di visione

Il contesto agroalimentare europeo è potenzialmente un’opportunità eccezionale per il nostro Paese. L’Italia ha tutti gli ingredienti per essere leader in Europa. Purtroppo oggi così non è, a causa di una burocrazia che uccide letteralmente l’impresa agricola. I soldi europei ci sono ma magari manca un decreto che serve a sbloccarli, le politiche del lavoro … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare


Etichetta a semaforo: un regalo alle multinazionali

Di etichetta “a semaforo” si parla già da anni. Si tratta di un’etichetta per i generi alimentari che utilizza i colori per indicare al consumatore la presenza e la quantità di determinate sostanze nel cibo che sta per acquistare (Sali, grassi, zuccheri, etc). Questo sistema è già in vigore nel Regno Unito, dove si è … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare


Incontro col Movimento 5 Stelle di Pordenone e con i volontari dello Sportello SOS Anti-Equitalia FVG

Quello che ho imparato in questi tanti anni di “militanza” pacifica nel MoVimento 5 Stelle, è che anche una volta che sei stato eletto portavoce non devi assolutamente perdere i contatti col territorio. Questi sono la linfa vitale, l’essenza del nostro mandato. Ecco quindi che appena mi è possibile ogni settimana cerco di incontrare chi … Continua

Share on Pinterest
There are no images.
Condividi coi tuoi amici








Inviare