Quale politica agricola europea occorre per creare posti di lavoro? Scriveteci!

pubblicato il
Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici










Inviare

L’agricoltura è il settore in cui i posti di lavoro sono più difficilmente delocalizzabili, se collegata a doppia mandata con i prodotti di qualità provenienti dal territorio.

Ma negli ultimi decenni la politica ha lasciato che il modello agricolo fosse imposto da grandi gruppi più attenti a ridurre i costi per competere su un mercato sempre più globalizzato, che alla qualità dei propri prodotti. Un modello che ha fatto scemare il legame indissolubile che il settore primario dovrebbe avere con la produzione e l’occupazione del territorio. L’emorragia di posti di lavoro è stata costante e inesorabile poiché nessuno, né a livello italiano, né a livello europeo, ha voluto prendere in mano la situazione.

Da quando il Movimento 5 Stelle è entrato in Parlamento Europeo sta chiedendo con insistenza il cambiamento di questo modello agricolo.

Marco Zullo M5S Europa agricoltura posti di lavoro Pac

Vogliamo reiventare la Politica Agricola Comune (Pac), che ancora oggi costituisce circa il 40% del bilancio europeo, perché il suo enorme potenziale in termini di finanziamenti comunitari – diretti o indiretti – agli agricoltori non viene sfruttato a dovere.

Vogliamo che nella Pac ci siano le risposte alle grandi sfide del nostro tempo: quella alimentare, quella ambientale, quella della conservazione delle risorse, la sfida energetica, la sfida climatica.

Vogliamo un’agricoltura sostenibile e innovativa. Un’agricoltura diffusa, che lascia spazio anche ai piccoli produttori, alle produzioni locali di qualità. Un’agricoltura etica, che permetta di garantire un reddito più che dignitoso agli agricoltori e che sia rispettosa dell’ambiente che ci circonda. Un’agricoltura che dia vita a prodotti sani e vitali, che contribuiscano a mantenere e riacquistare salute. Un’agricoltura biologica, totalmente priva di prodotti chimici di sintesi, un’agricoltura biodinamica, orientata al rinnovamento delle tecniche di produzione.

Ma il modello che abbiamo in mente vogliamo costruirlo con voi! Per questo ci rivolgiamo ad agricoltori, addetti ai lavori, cittadini, per sapere quale modello di agricoltura è giusto privilegiare nei fondi della Pac per creare nuove opportunità di lavoro.

Il Movimento 5 Stelle é condivisione, partecipazione, iniziativa dal basso che diventa azione legislativa a Roma come a Bruxelles. Per questo vi chiedo di inviarmi entro l’8 maggio suggerimenti e spunti di lavoro su cui lavorare per costruire il modello agricolo del futuro!

In questo modo potremmo elaborare degli emendamenti alla relazione di iniziativa della Commissione Agricoltura del Parlamento Europeo, che trovate a questo link.

Entrate nella stanza dei bottoni e aiutateci a scrivere gli emendamenti. Inviateci le vostre proposte entro l’8 maggio!

Potete contattarmi su Facebook  oppure utilizzando il form sul mio sito.

Ti potrebbe interessare anche


E’ ufficiale: le uova al Fipronil sono arrivate in Italia

Siamo solo all’inizio, Dai primi controlli del Ministero della Salute emergono le prime tracce di uova al Fipronil

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare


Glifosato: nessuna intesa tra gli Stati UE ma la Commissione Europea vuole andare avanti

Non è stata trovata alcuna intesa sulla proposta di rinnovo dell’autorizzazione del glifosato per cinque anni e così la Commissione europea ha deciso di proseguire. Se non otterrà la maggioranza qualificata a fine novembre in comitato d’appello, sarà comunque libera di adottare tale proposta. Noi del M5S chiediamo sia adottato il principio di precauzione e … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare


Rinnovo Glifosato, oggi è un giorno triste per milioni di cittadini europei

In questa Europa il volere dei cittadini non conta nulla.   Così, dopo milioni di firme raccolte contro l’erbicida potenzialmente cancerogeno, le mobilitazioni in tutta Europa da parte di cittadini e associazioni, l’ICE e i Monsanto Papers, l’UE rinnova il glifosato grazie al voto a favore della Germania. È una sconfitta per tutti, in primo … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare


Uova contaminate, Andriukaitis punisce chi gli fa comodo

Ho letto le dichiarazioni del commissario UE alla salute Andriukaitis, che trovo decisamente fuori luogo. Ecco infatti che il caso “#Fipronil” si arricchisce di un ulteriore preoccupante tassello. A suo avviso le sanzioni non devono essere applicate ai Paesi responsabili della grave frode alimentare che ha coinvolto tutta Europa, cioè Belgio ed Olanda, che continuano … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare