“Salviamo l’Isonzo”: la petizione è ammissibile!

pubblicato il
Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici










Inviare

La petizione, sostenuta da oltre 1600 firme, che mi era  stata consegnata al Parco di Piuma-Isonzo, è stata dichiarata ammissibile da parte della Commissione Peti (Petizioni) ed è stata inviata all’attenzione della Commissione Europea che ha 2 mesi di tempo per prenderla in esame e rispondere nel merito.

salviamoisonzomeme2

Ho sposato fin da subito questa causa e ho dato il mio sostegno ai promotori dell’iniziativa,  membri delle associazioni ambientaliste italiane e slovene aderenti a “Salviamo l’Isonzo” che si sono rivolti a me e alla mia  collega in Parlamento europeo Schlein. Fondamentale è arrivare ad una condivisione e un coordinamento transfrontaliero della gestione dell’Isonzo come unico bacino, dalla sorgente alla foce, porre il veto a qualsiasi intervento invasivo sul fiume e mettere in atto azioni che riqualifichino  le aree degradate puntando su un turismo sostenibile.

Di fatto sarà mia cura monitorarne l’iter: mi spenderò affinché questa petizione possa essere calendarizzata e discussa nei programmi della commissione Peti insieme ai comitati rappresentati dal  petente  -primo firmatario- quanto prima.

E’ un primo importante risultato per la salvaguardia del nostro territorio a cui tengo molto. Vi terrò aggiornati sugli sviluppi!

Ti potrebbe interessare anche


I magredi sono un patrimonio naturalistico comune e vanno tutelati

Non so quanti di voi conoscano la zona dei Magredi, un’incredibile spianata tra due fiumi, il Meduna e il Cellina, quest’ultimo un enorme corso d’acqua che una volta scorreva in superficie, ora non più, e che ci ha lasciato traccia del suo passaggio con questo incredibile scenario. I Magredi sono una prateria ghiaiosa, una steppa … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare


Malles 3 – Pesticidi 1. Il TAR dà ragione ai cittadini

Malles è stata una delle mie prime mete che ho visitato da quando ho iniziato a lavorare qui in Parlamento europeo. E’ un paese delizioso in Val Venosta il cui territorio vive principalmente di agricoltura. Un paese inserito in una vallata splendida, apparentemente intonsa, ma in realtà problematica proprio dal punto di vista della salute … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare


Diritto all’informazione, fake news e censura

Giovedì 8 giugno è andato in scena un convegno che ha visto dei relatori di grande spessore e una grande partecipazione di pubblico molto attento alle tematiche affrontate; ci siamo interrogati e ci siamo confrontati su ciò che rappresenta in questo momento storico l’informazione.   In un’ epoca sempre più veloce in cui le notizie … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare


La Giornata mondiale degli oceani malati

Lo scorso 8 giugno è passata quasi inosservata questa ricorrenza: la “Giornata mondiale degli oceani”, istituita dall’Onu nel ’92. E’ evidente che quando si istituisce la “giornata del” normalmente lo si faccia per tenere alta l’attenzione su un tema particolarmente importante e che va monitorato, discusso, considerato. Credo che l’acqua di questo pianeta non sia … Continua

Share on Pinterest
There are no images.
Condividi coi tuoi amici








Inviare