Sentenza OGM – Fidenato: la Corte di Giustizia Europea del principio di precauzione se ne lava le mani

pubblicato il
Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici










Inviare

Faccio un breve commento a seguito di questa sentenza della Corte di Giustizia Europea. In prima battuta ritengo che dal punto di vista pratico sia irrilevante.

E’ irrilevante perché si riferisce a una situazione precedente al 2015, quando la nuova direttiva europea ha dato la possibilità agli Stati membri, tra cui l’Italia, di decidere di non coltivare gli OGM sul proprio territorio.

D’altro canto però questa decisione a mio avviso rappresenta un pericolo. Fondamentale è infatti ragionare sull’aspetto politico perché nei fatti la Corte di giustizia europea del principio di precauzione se ne lava le mani, mettendo davanti a tutto il mero interesse economico.

Secondo me questa è una sentenza pericolosa in quanto dimostra come l’Europa stia andando in una direzione diversa da quella che ci viene raccontata. Mi domando infatti, dal momento in cui l’interesse economico prevale sul principio di precauzione e sulla tutela dei consumatori, e visto che ci raccontano un sacco menzogne, come possiamo stare tranquilli?

Non dimentichiamo che, al di là degli aspetti sanitari e ambientali, l’OGM è un grave attacco alla biodiversità e alla peculiarità dei prodotti del territorio, perché significa omologazione. 
L’essere contrari all’OGM significa tutelare quel valore aggiunto che i territori possono dare per far sì che l’Italia e l’Europa siano forti, in questo contesto globalizzato, nell’ambito dell’agroalimentare.

Quello che serve è dunque una forte presa di posizione politica, che si unisca alla nostra, per disegnare un’Europa diversa che metta finalmente al centro il principio di precauzione e la tutela dei cittadini.

Ti potrebbe interessare anche


Cittadini nelle Istituzioni: la grande rivoluzione del MoVimento

“Ed é questa la grande rivoluzione del MoVimento 5 Stelle: cittadini nelle istituzioni che lavorano per i cittadini verso un progetto di miglioramento della qualità della vita. Se questo vuol dire essere populisti, allora lo siamo. “

Share on Pinterest
There are no images.
Condividi coi tuoi amici








Inviare


Buon 2018 !

A fine anno viene naturale fare un consuntivo del percorso fatto, delle battaglie vinte e degli ostacoli incontrati.
Di strada ce n’è ancora molta da fare perché l’Europa sia una vera unione di cittadini, e perché sia veramente una comunità in cui veramente nessuno sia lasciato indietro.
Auguro buon 2018 a tutti voi, ai vostri familiari, a chi volete bene, e a riveder le stelle!

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare


Terraè – Officina della sostenibilità

Anche quest’anno torna a Pordenone “Terraè – officina della sostenibilità“, dal 27 aprile al 31 maggio.  Nata ormai otto anni fa dall’idea comune di un gruppo di cittadini che volevano rendere Pordenone punto di riferimento del lavorare-per-il-cittadino-e-l-ambiente, Terraè oramai è una realtà consolidata e di qualità, che ha deciso di parlare di sostenibilità a largo raggio al proprio territorio … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare


Mamme No Pfas a Bruxelles

Le mamme No Pfas, unite per liberare le acque del Veneto dai contaminanti chimici, hanno incontrato a Bruxelles i deputati all’Europarlamento per portare all’attenzione dell’assemblea il problema che sta attanagliando le province di Verona, Padova e Vicenza, con concentrazioni al disopra dei livelli consentiti. Una questione non soltanto ambientale, ma anche e soprattutto sanitaria, sorta … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare