Solagna, Vicenza: la reintroduzione del glifosato è un passo indietro vergognoso

pubblicato il
Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici










Inviare

Ciò che è successo il 31 luglio sera in Consiglio comunale a Solagna (VI) rappresenta un vergognoso passo indietro per la salute dei cittadini: è stata revocata la delibera M5S -approvata l’anno scorso in data 29.03.2016- che aboliva di fatto l’utilizzo di prodotti a base di glifosato da parte del Comune e dell’Unione Montana nel territorio del Comune di Solagna. Da oggi invece questo pesticida è stato reintrodotto.

Il glifosato è il simbolo di quella agricoltura industriale e intensiva, basata sull’uso ordinario della chimica di sintesi, che costituisce una delle maggiori minacce per la conservazione della biodiversità a livello globale. Fondamentale è invece il principio di precauzione: è possibile fare uso di prodotti e azioni sostenibili che non intaccano la salute dei cittadini e l’ambiente. Perché quindi fare questo passo indietro?

Sono davvero allibito dalla revoca della delibera. Reintrodurre il glifosato significa fare un vergognoso passo indietro a favore di interventi invasivi e chimici tipici dei diserbanti con il glifosato.

Non dimentichiamo che 16 maggio la Commissione Europea ha deciso di iniziare nuovamente un dialogo con gli Stati membri  per il rinnovo del permesso dell’uso del glifosato: gli Stati dovranno votare entro fine anno. Uno Stato membro può comunque non autorizzarli.  Mi batterò affinché la Commissione non approvi e, nel malaugurato caso in cui lo facesse, che l’Italia non autorizzi il suo uso!

Dobbiamo accendere un riflettore su questo caso affinché tutti sappiano chi, in Consiglio comunale si batte per la loro salute e chi invece, senza nessuna remora, decide di revocare una delibera che metteva al centro la salute dei cittadini!

Ti potrebbe interessare anche


Glifosato? La verità è che non hanno idea di cosa fare

Siamo stati eletti nelle Istituzioni per portare la voce dei cittadini; bene, i cittadini si sono espressi: sono state raccolte oltre un milione e trecentomila firme per fermare l’uso del glifosato. Ora io mi chiedo come sia possibile che la Commissione, un organo non eletto da nessun cittadino europeo, ignori queste richieste e prenda tempo. … Continua

Share on Pinterest
There are no images.
Condividi coi tuoi amici








Inviare


Agroalimentare e innovazione per tornare leader in Europa

Ogni territorio del nostro Paese ha delle caratteristiche che possono essere vincenti per risollevare l’economia italiana e per tornare ad essere leader in Europa e nel mondo. Dall’agroalimentare all’industria manifatturiera, dall’innovazione alla ricerca, dal turismo alla cultura, l’Italia ha una marcia in più. Oggi però paghiamo un sistema di malgoverno e mala gestione che sminuisce … Continua

Share on Pinterest
There are no images.
Condividi coi tuoi amici








Inviare


Milioni di uova contaminate in Europa

Da giorni assistiamo ad un rimbalzo di accuse tra Germania, Belgio e Olanda sul caso delle uova contaminate con il fipronil. A mio avviso oltre a punire i responsabili del ritardato allerta, dobbiamo porci degli interrogativi sulla qualità del cibo che arriva sulle nostre tavole

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare


Rinnovo Glifosato, oggi è un giorno triste per milioni di cittadini europei

In questa Europa il volere dei cittadini non conta nulla.   Così, dopo milioni di firme raccolte contro l’erbicida potenzialmente cancerogeno, le mobilitazioni in tutta Europa da parte di cittadini e associazioni, l’ICE e i Monsanto Papers, l’UE rinnova il glifosato grazie al voto a favore della Germania. È una sconfitta per tutti, in primo … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare