Sul CETA non dobbiamo mollare! #StopCETA

pubblicato il
Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici










Inviare

Martedì 25 luglio il Senato italiano ha intenzione di ratificare il #CETA: mobilitiamoci e continuiamo a fare pressione per dimostrare, una volta di più, il nostro dissenso!

Gran parte del Pd, insieme a Forza Italia, i Centristi di Pier Ferdinando Casini (CpE), ad Alternativa Popolare (AP) di Angelino Alfano e agli onestissimi del Gruppo Misto, intende dare il via libera all’accordo tossico UE-Canada.

rifiuto

In questi giorni si sentono frasi come: “il CETA ce lo chiede l’Europa”, “la produzione nazionale non è a rischio”, “non saranno abbassati i nostri standard”: tutte balle.

Basta fakenews, il CETA mette a rischio pesantemente le nostre piccole e medie imprese e dà il via libera agli OGM. Le importazioni di grano canadese OGM passerebbero dalle circa 38mila tonnellate l’anno alle circa 100mila. Si aprirebbe anche il mercato a prodotti con ormoni e, dulcis in fundo, le controversie tra stati verranno decise da una Corte Arbitrale sovranazionale che agirà al di fuori del sistema giudiziario degli Stati membri.

Questo scenario è a dir poco preoccupante, non possiamo permettere che il Senato approvi il CETA. Continuiamo a tempestare i senatori sui social network e per email! In questo link tutte le indicazioni per come fare: (https://stop-ttip-italia.net/stop-ceta-25-luglio-222/)

#StopCETA

Ti potrebbe interessare anche


Vaccini, tra obblighi e raccomandazioni

Recentemente sono intervenuto al convegno “Il ragionevole dubbio” tenutosi a Roveredo in Piano (Pordenone), evento in cui i cittadini si sono interrogati sui dubbi di eventuali rischi collegati alle vaccinazioni. Su questo tema molto controverso l’Italia è un Paese in contro tendenza rispetto al resto d’Europa, poiché altri Paesi, come ad esempio la Germania, hanno … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare

Categorie: Italia

Addio Rag. Fantozzi, ci ha lasciati soli con il Perito Poletti

Oggi si incrociano due notizie, quasi per caso, entrambe tristi ed entrambe fatalmente collegate tra di loro. La prima è la morte di Paolo Villaggio, il geniale creatore del Rag. Ugo Fantozzi, e l’altra la ripresa della disoccupazione, soprattutto di quella giovanile, ammesso e non concesso che negli ultimi anni ci sia stato in qualche … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare


Economia Collaborativa, gli emendamenti M5S vanno a segno! Eccoli

Se gestita al meglio, l‘Economia Collaborativa è un’opportunità per tutti i cittadini. Sia come consumatori di beni e servizi, che possono trovare a prezzi più bassi e tagliati su misura delle loro esigenze. Sia come imprenditori, perché in un mercato aperto e concorrenziale la possibilità di creare start-up è ancora molto ampia. Certo, se lasciata … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare


Domani è il primo Maggio: Festa del lavoro che non c’è

Domani è la festa del lavoro, mi chiedo se sia possibile dare lo stesso significato a questo giorno rispetto a 20 o 30 o anni fa. L’origine della festa la troviamo nell’America di fine ‘800, per ricordare le battaglie operaie per arginare lo sfruttamento dei lavoratori, fissando a otto ore il tetto massimo giornaliero. In … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare