Trattati Australia e Nuova Zelanda: promuoviamo il Made in Italy

pubblicato il
Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici










Inviare

Tutelare e promuovere il Made-in Italy è uno degli obiettivi principali del nostro mandato, e il nuovo trattato internazionale che vede da un lato Australia e Nuova Zelanda e dall’altro l’ Europa è una buona occasione perché ciò avvenga.

Difatti alcuni giorni fa noi parlamentari portavoce del M5S abbiamo votato in modo favorevole il parere del Parlamento europeo su come dovrebbe essere strutturato il mandato negoziale che verrà conferito alla Commissione. Abbiamo votato a ragion veduta, dopo aver fatto delle richieste specifiche, e quindi siamo soddisfatti dell’indirizzo che è stato preso, ben diverso da quello del CETA.

I nostri obiettivi sono chiari: in agricoltura puntiamo a misure forti e applicabili per il riconoscimento delle IG che per l’Italia sono un patrimonio molto rilevante. Inoltre abbiamo voluto che si tenesse conto dell’’impatto cumulativo degli accordi commerciali, perché in ballo ce n’è più d’uno (CETA e affini), richiedendo di escludere i settori più sensibili, che potrebbero essere messi in crisi da questo nuovo accordo. 
Per la nostra Sicilia, dove mi trovo ora, regione ricca di risorse e di prodotti agricoli d’eccellenza, questa potrebbe essere un’occasione importante per la propria economia.

Sono sicuro che il nostro Giancarlo Cancelleri, una volta eletto, insieme a noi e in linea con i principi del M5S, darà il proprio contributo in questa direzione.
Il 5 novembre #SceglieteIlFuturo.

Ti potrebbe interessare anche


Oettinger fedelissimo della Merkel fa gli interessi del governo tedesco

E’ inammissibile che la Commissione UE preveda tagli ai fondi di coesione e all’agricoltura nel momento in cui  mancheranno 10-11 miliardi ogni anno al bilancio Ue. Se è vero che, come affermato dal commissario Ue al bilancio Guenther Oettinger  “non possiamo far finta che niente sia cambiato con la Brexit” al contempo non è possibile … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare


Legge sul Biotestamento: le amministrazioni locali possono fare la loro parte

La proposta di legge sul biotestamento, che è ferma al Senato e ad un passo dall’essere approvata, deve essere calendarizzata quanto prima. Bisogna fare presto, mancano pochi mesi alla fine della legislatura. Perciò mi rivolgo a tutti voi, consiglieri comunali: raccogliamo con forza e con cuore l’appello di Mina Welby per l’approvazione definitiva sul biotestamento. … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare

Temi:
Categorie: Italia

La Corte Europea dei diritti umani punisce Petra Reski e l’Europa che combatte le mafie

Ho conosciuto di persona Petra abbastanza recentemente anche se la sua fama di giornalista d’inchiesta e scrittrice mi aveva raggiunto ben prima. E’ una donna profonda, caparbia e che non si piega, nemmeno contro ciò su cui sta indagando da anni: la mafia. E’ proprio quest’ultima, la mafia, l’oggetto delle sue inchieste che da anni … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare

Temi:
Categorie: Europa, Italia

Reddito di cittadinanza per restituire la dignità!

Oggi vi ripropongo questo video del 20 maggio, registrato durante la marcia Perugia-Assisi. Viviamo in tempi in cui il cambiamento economico, la crisi del lavoro e l’allontanamento delle Istituzioni dai cittadini stanno creando nella popolazione malcontento, rabbia e povertà. Anche quelle fasce sociali, un tempo agiate, oggi si trovano in difficoltà. Stiamo vivendo un cambiamento … Continua

Share on Pinterest
There are no images.
Condividi coi tuoi amici








Inviare