Uova contaminate, Andriukaitis punisce chi gli fa comodo

pubblicato il
Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici










Inviare

Ho letto le dichiarazioni del commissario UE alla salute Andriukaitis, che trovo decisamente fuori luogo.

Ecco infatti che il caso “#Fipronil” si arricchisce di un ulteriore preoccupante tassello. A suo avviso le sanzioni non devono essere applicate ai Paesi responsabili della grave frode alimentare che ha coinvolto tutta Europa, cioè Belgio ed Olanda, che continuano a scaricarsi a vicenda le responsabilità di non aver comunicato tempestivamente il caso delle uova al fipronil.


Secondo Andriukaitis devono essere puniti SOLO i criminali, posizione che dal mio punto di vista non sta in piedi.
È troppo comodo sorvolare sulle responsabilità dei Paesi che sono preposti a tutelare la salute dei cittadini. I produttori in malafede sono certamente responsabili, ma altrettanto lo sono quei Paesi che hanno colpevolmente taciuto sulla questione nella speranza di nascondere tutto sotto il tappeto, a discapito dei cittadini!

Inoltre all’affermazione tanto condivisibile quanto scontata di Andriukaitis in cui sottolinea come sia fondamentale armonizzare il sistema di allerta rapido per alimenti e mangimi, rispondo che al di là dei proclami i controlli non sono stati per nulla tempestivi e che nulla è risolto visto che, purtroppo, continuano ad emergere problematiche.

A mio avviso TUTTI COLORO CHE HANNO SBAGLIATO, COMPRESI I PAESI IN QUESTIONE, DEVONO PAGARE. Basta soprassedere alle responsabilità politiche e mettere in secondo piano la salute dei cittadini.

Ti potrebbe interessare anche


L’allevamento intensivo non è sostenibile

Ieri abbiamo festeggiato la Giornata mondiale della Terra, ma lo sai che l’allevamento intensivo è la principale causa di inquinamento, deforestazione e spreco d’acqua? Infatti, l’intero settore dei trasporti produce solo il 13% dei gas ad effetto serra attuali. Agli allevamenti intensivi è imputabile una percentuale pari al 18%. In più, oltre alla CO2 ed … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare


Unisciti alla battaglia #NoTAP

È inaccettabile che oggi si continui ad investire in una politica energetica basata sullo sfruttamento di fonti fossili, peraltro attraverso un progetto che non servirà a rendere il nostro Paese energeticamente indipendente dall’estero ma che, anzi, rischia di danneggiare ulteriormente una delle regioni d’Italia più legate all’agricoltura. A San Foca-Meledugno il governo e il Ministero … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare


Sostieni l’ambiente e la tua salute: diciamo addio al glifosato!

Il glifosato contamina il suolo, l’aria, l’acqua e il cibo che arriva sulle nostre tavole. Distrugge gli ecosistemi, gli habitat naturali e riduce drasticamente la biodiversità. Per un ambiente protetto e un’alimentazione sana, senza rischi per la nostra salute, usciti all’Iniziativa dei Cittadini Europei (ICE): chiedi alla Commissione Europea di proporre agli Stati membri di … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare


Rinviata la ratifica sul CETA: possiamo farcela!

Grazie alla massiccia mobilitazione sul web da parte dei cittadini, il voto di ratifica sul CETA previsto per ieri al Senato non si è tenuto ed è stato rinviato a martedì 27 giugno! Per me questa è un’altra vittoria da parte della mobilitazione pubblica, la dimostrazione che la partecipazione del cittadino è essenziale: possiamo realmente … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare