pubblicato il

Al PD un altro Dieselgate sta bene. A noi no!


Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici










Inviare

Nessun gioco al ribasso: servono misure più stringenti per evitare conflitti di interesse. Vogliamo l’inasprimento delle sanzioni e controlli effettuati non solo in uno Stato.

Dieselgate PD

Se è vero che da un lato l’accordo tra Stati membri prevede il monitoraggio dell’omologazione dei veicoli a livello dell’UE, dall’altro lato mina il senso della riforma stessa. Fondamentale è invece non puntare al ribasso: chiediamo innanzitutto che vi sia l’inasprimento delle sanzioni per le case automobilistiche che ingannano i cittadini e che, al contempo, i controlli sulle case di produzione non siano effettuati solamente dagli Stati a cui le case di produzione appartengono. Le auto di FCA, ad esempio, non vanno controllate in Italia, ma anche in altri Paesi e, possibilmente, a livello europeo.

E’ gravissimo il fatto che gli Stati membri dell’UE abbiano eliminato dalla proposta che la possibilità di emettere sanzioni finanziarie a livello europeo – fino a 30.000 euro per auto-  quando una casa di produzione automobilistica viene scoperta a truccare i test sulle emissioni. Inoltre non è ammissibile che, garantendo la possibilità di pagamenti diretti tra controllato (casa automobilistica) e controllore (Autorità di omologazione), si favorisca il conflitto di interessi. Infine non è tollerabile che non venga previsto l’utilizzo di revisori indipendenti per verificare le attività degli Stati membri.

Non ci stiamo: ci batteremo fino all’ultimo affinché la casa produttrice paghi l’autorità nazionale che, a sua volta, scelga il laboratorio indipendente di prova.

Se non si inaspriranno le multe per i produttori delle automobili, se non verranno eliminati i conflitti di interesse nei test non vi saranno i presupposti di un sistema trasparente e si potrà assistere ad un nuovo scandalo, un altro Dieselgate.

E’ inaccettabile che il sottosegretario alla presidenza del Consiglio dei Ministri Sandro Gozi (PD), si dica soddisfatto dell’accordo. Soddisfatto di continuare a coprire la FIAT?  La misura è colma: ci opporremo con forza alla decisione prese in sede di Consiglio dell’UE dagli Stati membri.

I CITTADINI HANNO IL DIRITTO DI ESSERE TUTELATI DA RIFORME SANE E NON CORROTTE DA MERE LOGICHE DI PROFITTO!


Ti Potrebbe interessare anche:

pubblicato il

Riforma EFSA: un passo avanti verso la trasparenza

Ricordate la questione del glifosato, contro il quale l’Iniziativa dei Cittadini Europei (ICE) ha raccolto oltre un milione di firme lo scorso anno? Ne ho parlato anche qui: https://goo.gl/q2G6Sq. Riassumendo, l’ICE si batteva contro il rinnovo da parte dell’Unione Europea dell’uso del glifosato, un pesticida che costituisce una minaccia chimica per la conservazione della biodiversità.▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare

pubblicato il

Cittadini nelle Istituzioni: la grande rivoluzione del MoVimento

“Ed é questa la grande rivoluzione del MoVimento 5 Stelle: cittadini nelle istituzioni che lavorano per i cittadini verso un progetto di miglioramento della qualità della vita. Se questo vuol dire essere populisti, allora lo siamo. “

Share on Pinterest
There are no images.
Condividi coi tuoi amici








Inviare

pubblicato il

Portabilità transfrontaliera dei servizi online: il digital non può avere confini

Dal 1° aprile 2018 è entrato in vigore il nuovo regolamento sulla cosiddetta “portabilità transfrontaliera dei servizi online”.  Cosa significa? Se hai sottoscritto in Italia un abbonamento per guardare la tua serie tv preferita, le partite o ascoltare musica, o se intendi farlo, ci sono importanti novità. Guarda il video e condividi!

Share on Pinterest
There are no images.
Condividi coi tuoi amici








Inviare

pubblicato il

Portabilità transfrontaliera, dal 1 aprile i tuoi abbonamenti online potranno viaggiare con te in tutta Europa

Come vi avevo annunciato alcuni mesi fa (http://marcozullo.it/campagne/portabilita/) dal 1° aprile entrano in vigore in tutta Europa le norme che regolano la fruizione dei contenuti online in abbonamento. Cosa vuol dire? Che siamo riusciti a garantire che se acquistiamo in Italia un abbonamento ad un servizio online per guardare dei film o la serie tv▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare