pubblicato il

Corte di Giustizia europea: nuove biotecnologie con le stesse restrizioni degli OGM


Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici










Inviare

Le istituzioni europee questa volta stanno dalla parte dei cittadini. Alcune associazioni francesi hanno fatto ricorso al proprio governo per arrivare a porre un divieto sulla coltivazione e la successiva vendita di varietà vegetali che avessero subito una mutazione nella struttura del DNA. La Corte di Giustizia europea si è espressa pochi giorni fa a riguardo, proprio a proposito di questi organismi, ottenuti tramite le nuove tecniche di modifica genetica sulle piante dando ragione agli stessi cittadini. È stato deciso, infatti, che tutti i metodi apparsi successivamente alla prima direttiva che regola la gestione degli OGM, dovranno attenersi agli stessi obblighi attivi su questi ultimi. Per ottenere organismi OGM, fino a dieci anni fa, si usava la tecnica della transgenesi, quindi per arrivare a una nuova varietà si introduceva una sequenza genetica estranea all’interno di una specie diversa.

Orm Europa Marco Zullo

Oggi le tecniche si sono evolute e le modifiche avvengono attraverso l’utilizzo di altri meccanismi, detti di editing del genoma. Ad esempio, quello chiamato della mutagenesi, che converte il DNA ma senza inserire materiale da organismi esterni. Nonostante ciò, per i giudici della Corte di Giustizia europea sono da considerare al pari dei precedenti organismi OGM, in quanto ottenuti comunque attraverso la mutazione di un corpo in modo non naturale.
Anche qui la sicurezza dei cittadini consumatori va messa in primo piano, facendo rispettare le regole attraverso controlli decisi ed efficaci.
Mi trovo pienamente d’accordo con questa sentenza. Sono contrario agli OGM e ad ogni forma di sofisticazione con tecniche invasive e di OGM 2.0. Le alternative e le soluzioni da trovare sono ben altre, senza accanirsi con l’utilizzo di tali tecniche innaturali.
Per l’agricoltura italiana sarà necessario lavorare sulle varietà e sulla capacità di fare rete ed economia, in un contesto prima di tutto europeo e successivamente anche mondiale.


Ti Potrebbe interessare anche:

pubblicato il

Agricoltura, il ricambio generazionale che non c’è e il rischio per l’Italia

Agricoltura e giovani: due mondi separati da un insormontabile muro di difficoltà. Un binomio che in Europa ancora non sfonda, nonostante il problema sia sotto la lente della politica agricola comune da più di trent’anni. Nel 2013, in Italia, più del 60% degli agricoltori aveva oltre 55 anni, mentre solo il 5% ne aveva meno▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare

pubblicato il

Una vittoria per la democrazia

I grandi partiti europei come il PPE (quindi Forza Italia), l’S&D (quindi il PD) e l’ALDE hanno provato ad attaccare la democrazia con una modifica del regolamento sui gruppi politici al Parlamento europeo. Si sarebbero voluti attribuire il diritto di sciogliere i gruppi politici a propria discrezione ma grazie all’intervento della nostra delegazione del Movimento▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare

pubblicato il

Proteggiamo la terra che ci ospita: Global Strike for Future

Oggi in moltissime piazze del mondo, milioni di ragazzi e non solo, si riuniranno per chiedere risposte e provvedimenti concreti contro i cambiamenti climatici. Sarà una manifestazione senza bandiere o colori politici, ma uniti per il nostro Pianeta, patrimonio che appartiene a tutti. Anche noi del Movimento 5 Stelle Europa abbiamo manifestato in settimana davanti▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare

pubblicato il

Glifosato e Bayer: arriva la terza condanna

La casa farmaceutica Bayer perde, per la terza volta consecutiva, il processo sul Roundup, diserbante prodotto dal colosso americano Monsanto, ora controllato dalla stessa società tedesca. Il tribunale superiore di Oakland, California, ha dichiarato che l’azienda non ha adeguatamente esplicitato i rischi legati all’utilizzo del prodotto. La giuria ha quindi condannato Bayer al risarcimento di▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare