pubblicato il

Due milioni dagli stipendi M5S verranno donati alla Protezione Civile per l’emergenza alluvione


Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici










Inviare

donati alla Protezione Civile

Dal primo giorno ognuno di noi eletti del Movimento 5 Stelle ha restituito parte del proprio stipendio in occasione dei cosiddetti “Restitution Day”. Questo mese di novembre si concluderà con un’altra iniziativa del genere. Come dichiarato dal nostro Vice Premier Luigi Di Maio, a fine luglio abbiamo già fatto un Restitution Day, ed ora, da luglio a novembre abbiamo accumulato per restituire i nostri stipendi nuovamente. Circa 2 milioni di euro verranno devoluti alla Protezione Civile per riuscire a far fronte alle ingenti emergenze provocate nei nostri territori dal maltempo. In questo momento, infatti, è necessario intervenire per mitigare i danni e fare in modo di riprendersi quanto prima. L’iniziativa del Movimento 5 Stelle è un gesto significativo, all’interno di un panorama politico che per troppo tempo ha favorito i privilegi. La vera vittoria sarà arrivare a mettere in atto un sistema efficace di prevenzione, soprattutto a Nordest, territorio in stato di emergenza che ora più che mai ha bisogno dell’aiuto di tutti. Quello che per alcuni può sembrare un onere rinviabile, per noi è un’azione fondamentale da mettere in atto subito. Nel momento in cui il nostro territorio ci chiede aiuto, è nostra responsabilità salvaguardarlo, con una duplice missione: intervenire qui e ora e avere un piano lungimirante in grado di garantire solidità e prosperità. Come hanno sottolineato anche i miei colleghi deputati al Parlamento italiano, Sabrina De Carlo e Luca Sut e il senatore Stefano Patuanelli, siamo davvero felici di costituire un esempio positivo e sarà per noi un onore poter procedere con questa azione virtuosa. Devolvendo il taglio degli stipendi alla Protezione Civile, oltre ad aiutare le popolazioni vittime di alluvioni, si invierà un messaggio sociale fatto di senso autentico dell’interesse collettivo che va oltre quello individuale. Noi del Movimento 5 Stelle possiamo dire di aver restituito fin dal primo giorno i tagli ai nostri stipendi e ora sarà il momento, come da programma di Governo, di tagliare gli stipendi di tutti i parlamentari, partendo dai deputati e passando poi ai senatori. In questo modo, si ridurranno i costi eccessivi della politica e si potranno utilizzare questi fondi per interventi concreti per il bene del nostro Paese.


Ti Potrebbe interessare anche:

pubblicato il

Il consiglio dei ministri ha approvato il decreto dignità

In Italia il cambiamento sta procedendo a gonfie vele. Il Ministro del Lavoro Luigi Di Maio ha annunciato che il Consiglio dei Ministri ha approvato un nuovo decreto legge fortemente voluto dal Movimento 5 Stelle. Stiamo parlando del cosiddetto “Decreto dignità”. Contratti a termine, licenziamenti ingiustificati, delocalizzazioni, e pubblicità del gioco d’azzardo sono i temi▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare

pubblicato il

Manovra e Brexit: ne ho parlato a Rai News 24

Lunedì 26 novembre sono stato ospite a “La Bussola” su Rai News 24 in diretta dagli studi televisivi del Parlamento europeo di Bruxelles. È stata un’occasione per parlare in particolare della Manovra economica del nostro Governo. Ho sottolineato come il momento in cui ci troviamo sia una fase di dialogo costruttivo, dove alla base c’è▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare

pubblicato il

L’Italia non è più sola: facciamo il punto sul tema migranti

Un tema sempre molto caldo, che ha accompagnato fin dall’inizio in nostro Governo del Cambiamento, è quello dei migranti. Partivamo da una situazione in cui l’Italia era costretta a subire passivamente e a gestire in autonomia tutti gli sbarchi e i richiedenti asilo che si avvicinavano alle proprie coste. Ma con il Governo Conte l’Italia▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare

pubblicato il

Obiettivi di sviluppo sostenibile per il digital

Le città occupano soltanto il 3% della superficie del mondo, eppure sono la causa del consumo di ben tre quarti dell’uso di risorse e del 75% delle emissioni globali. È per questo motivo che ho dedicato il mio impegno politico anche a sostegno di un investimento mirato in infrastrutture sostenibili e ricerca, in modo tale▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare