pubblicato il

GDPR, cosa cambia da oggi per la tutela dei dati personali


Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici










Inviare

Oggi, 25 maggio 2018, entra in vigore il Regolamento sulla protezione dei Dati, noto anche come GDPR (General Data Protection Regulation), relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento e alla libera circolazione dei dati personali. È fondamentale essere ben chiari, quando parliamo di tutela di dati, a cosa ci riferiamo e, qualora il confine non sia così netto, mi auguro che si scelga la strada della massima tutela.
Le tre principali novità sono:
il diritto all’oblio, che ci permette di chiedere ai social network di essere informati su tutti i nostri dati in loro possesso e, se lo desideriamo, di chiederne la rimozione;
il diritto alla portabilità dei dati, che ci garantisce la possibilità di scaricare le nostre informazioni e trasferirle ad un nuovo servizio;
il diritto di accesso, che impone alle aziende una maggior trasparenza sul motivo e sulle modalità per cui verranno utilizzati i nostri dati personali.
Le aziende e le pubbliche amministrazioni dovranno dotarsi di un “Responsabile della Protezione dei Dati” e, se con più di 250 dipendenti, redigere un “Registro del Trattamento” per dimostrare tutte le garanzie dei dati stessi.
Siamo in un momento dove dobbiamo tutelare gli utenti e, dall’altro lato, garantire uno sviluppo sano delle imprese senza oberare troppo chi vuole portare il mercato unico digitale verso frontiere più innovative e ambiziose.
Non deve venir meno la fiducia: chi naviga sul Web deve avere la certezza che i propri dati siano al sicuro.

GDPR Marco Zullo


Ti Potrebbe interessare anche:

pubblicato il

Colli Euganei o montagne tossiche?

È con una nota di dispiacere che vi racconto l’esperienza che ho fatto venerdì. Da Bruxelles sono volato in Veneto, per la precisione a Pernumia, nei pressi di Padova. Ad accogliere me e la mia collega Eleonora Evi non c’erano solo i Colli Euganei, ma anche montagne di rifiuti speciali, classificati come tossici. È questo▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare

pubblicato il

Fondi europei: in programma un tour nel nord est per le PMI

È ormai noto e risaputo che le classifiche sull’utilizzo dei fondi europei siano abbastanza impietose nei confronti dell’Italia rispetto agli altri Paesi membri che ne accedono attraverso i propri progetti. I fondi europei rappresentano un’ottima opportunità di sviluppo e, soprattutto per i giovani, sono un diritto che va esercitato. I fondi sono complessi, è importante▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare

pubblicato il

Spose bambine: la cultura non può essere una giustificazione

Da qualche settimana il dibattito pubblico in Svezia è occupato da un tema sociale molto delicato: quello delle spose bambine. Si discute dei matrimoni tra uomini adulti e bambine o ragazzine tra la popolazione dei migranti. Argomento trattato anche da noi del Movimento 5 Stelle direttamente nelle aule del Parlamento europeo, e che ci ha▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare

pubblicato il

Aumentiamo i controlli sulle merci contraffatte

Ancora troppo spesso le pagine di cronaca dei giornali riportano notizie sui sequestri di merci contraffatte. Come è successo nei giorni scorsi al valico goriziano di Sant’Andrea, sul confine tra Friuli Venezia Giulia e Slovenia. I militari delle Fiamme Gialle hanno fermato un furgone proveniente dall’est europeo e, a seguito dei normali controlli, sono stati▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare