pubblicato il

GDPR, cosa cambia da oggi per la tutela dei dati personali


Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici










Inviare

Oggi, 25 maggio 2018, entra in vigore il Regolamento sulla protezione dei Dati, noto anche come GDPR (General Data Protection Regulation), relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento e alla libera circolazione dei dati personali. È fondamentale essere ben chiari, quando parliamo di tutela di dati, a cosa ci riferiamo e, qualora il confine non sia così netto, mi auguro che si scelga la strada della massima tutela.
Le tre principali novità sono:
il diritto all’oblio, che ci permette di chiedere ai social network di essere informati su tutti i nostri dati in loro possesso e, se lo desideriamo, di chiederne la rimozione;
il diritto alla portabilità dei dati, che ci garantisce la possibilità di scaricare le nostre informazioni e trasferirle ad un nuovo servizio;
il diritto di accesso, che impone alle aziende una maggior trasparenza sul motivo e sulle modalità per cui verranno utilizzati i nostri dati personali.
Le aziende e le pubbliche amministrazioni dovranno dotarsi di un “Responsabile della Protezione dei Dati” e, se con più di 250 dipendenti, redigere un “Registro del Trattamento” per dimostrare tutte le garanzie dei dati stessi.
Siamo in un momento dove dobbiamo tutelare gli utenti e, dall’altro lato, garantire uno sviluppo sano delle imprese senza oberare troppo chi vuole portare il mercato unico digitale verso frontiere più innovative e ambiziose.
Non deve venir meno la fiducia: chi naviga sul Web deve avere la certezza che i propri dati siano al sicuro.

GDPR Marco Zullo


Ti Potrebbe interessare anche:

pubblicato il

Raggiunto l’accordo per il codice delle comunicazioni elettroniche

Dopo un iter legislativo durato quasi due anni, è stato raggiunto l’accordo politico fra il Parlamento Europeo e il Consiglio dell’Unione Europea sul nuovo Codice delle Comunicazioni Elettroniche, il cui ultimo aggiornamento risale al 2009. Inizialmente esaminato dalle Commissioni ITRE e IMCO del Parlamento Europeo, quest’ultimo il 25 Ottobre 2017 approvò il mandato per iniziare le negoziazioni col▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare

pubblicato il

Malles, sospeso lo stop ai pesticidi

A Malles, grazie ad un provvedimento del Tribunale Amministrativo Regionale, è caduto il divieto del Comune all’uso dei pesticidi in agricoltura: sarebbero infatti troppo alti i rischi per le coltivazioni, nel caso il fermo ai prodotti fitosanitari si protraesse più a lungo. Dopo il referendum del 2015 che aveva decretato la messa al bando di▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare

pubblicato il

Voucher e vendemmia: il decreto Dignità guarda da vicino il nostro territorio!

Il decreto Dignità comincia a manifestare concretamente i suoi effetti. Molti sono i provvedimenti in via di attuazione, che vanno a toccare nello specifico il mondo del lavoro. Tra questi si parla di voucher, tema caldo per il territorio a Nord Est, che da sempre in questo periodo si mette in moto per lavori stagionali▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare

pubblicato il

Personalità giuridica alle macchine: verso che futuro ci stiamo muovendo?

In questi giorni in Parlamento europeo si parla di robotica ed intelligenza artificiale. Infatti,con il rapido evolversi dell’intelligenza artificiale, i robot sono entrati nella seconda fase della loro evoluzione e stanno diventando delle macchine capaci di imparare dalla loro esperienza e dunque capaci di affrontare nuove situazioni sulla base di essa. Da qui è nato il dibattito▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare