pubblicato il

Il G20 serve a dimostrare che non serve il G20


Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici










Inviare

Se Angela Merkel, padrona di casa del G20 di Amburgo, sostiene che non si debbano “nascondere le differenze”, il G20 probabilmente serve principalmente a questo. Un insieme di paesi, potenze mondiali, che discutono su tutto e si accordano su niente. Faccio un rapido riepilogo per chi si fosse perso quest’ultima puntata.

Il clima, tema importantissimo su cui la sensibilità oramai è diffusa in modo planetario. Ebbene, “l’accordo è irreversibile” (quindi gli USA che sono contrari sono fuori) ma viene inserito nella dichiarazione finale, quasi sotto traccia, l’utilizzo dei fossili, su proposta della Merkel, così l’America esce dalla porta, sbattendola, e rientra dalla finestra.

Sui migranti la sintesi è questa: l’Italia si arrangi, ognuno per sé, i Grandi 20 non sono d’accordo nemmeno sul condannare i trafficanti di esser umani (Cina e Russia) e ciò viene concesso evidentemente in cambio di qualcos’altro.

Un altro tema di cui i Grandi sono riusciti allo stesso tempo a dire tutto e il suo contrario è quello dei dazi. Grazie ad una dichiarazione molto generica che introduce il concetto di “misure difensive”, di fatto agli Usa viene concesso di applicare dazi in modo selettivo quando e come ne avrà voglia.

Segnalo poi il tema dell’Ucraina: non si conoscono bene i termini dell’ulteriore disaccordo, ma per una volta mi fido della Merkel che dichiara: “Ci siamo resi conto che i progressi sono molto lenti, in alcuni punti c’è una stagnazione se non addirittura una regressione”. Questa la sintesi.

A cosa serve quindi il G20? A dimostrare che chi è più forte detta le regole e chi è più debole le subisce.

Ne avevamo proprio bisogno


Ti Potrebbe interessare anche:

pubblicato il

Buon voto!

Andare a votare questa domenica è molto importante perché l’Europa può diventare ancor di più uno strumento utile per i territori. E’ indubbiamente una istituzione che dev’essere ancora migliorata, proprio per questo motivo serve un lavoro chiaro e puntuale per fare in modo che si avvicini sempre di più alle realtà locali e ne ascolti▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare

pubblicato il

L’Europa delle eccellenze

Con questo post vorrei raccontarvi il lavoro fatto in questi 5 anni, parlo di agricoltura, ma di fondo vi è un approccio, una visione che riguarda il futuro, un futuro che vede lo svilupparsi della società attorno alla persona. Al di là della appartenenza politica è impossibile pensare di poter costruire un percorso di crescita▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare

pubblicato il

L’Europa dice STOP alle plastiche monouso dal 2021

Il Parlamento europeo ha finalmente approvato in via definitiva una nuova direttiva che mette al bando dal 2021 oggetti di plastica monouso quali piatti, posate, cannucce e bastoncini per palloncini. In particolare, si vieta la commercializzazione di quei prodotti di plastica monouso che possono essere sostituiti da alternative sostenibili. La direttiva, inoltre, impone agli Stati▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare

pubblicato il

Evento > Alimentare: dal nutrimento sano al benessere sociale

L’evento “Alimentare” sarà un momento di condivisione e confronto sul tema dell’economia sana, legata indissolubilmente al benessere della persona. In questo senso, il titolo scelto assume un carattere più ampio: alimentare inteso come nutrimento del corpo, della mente, della terra e della società. Questo è in breve l’appuntamento che si terrà a Bologna sabato 13▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare