pubblicato il

La #Germania non punisce chi froda! E finalmente l’Europa apre una procedura di infrazione #Dieselgate #Volkswagen


Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici










Inviare

Dopo mesi di audizioni in Parlamento Europeo in cui appare quasi scontato, se non palese, che vari governi, tra cui quello tedesco, sapessero dei software truccati dalla Volkswagen per ridurre il livello di emissioni dichiarate rispetto a quelle effettivamente emesse. Ma per queste responsabilità lampanti, nessun governo nazionale, né tantomeno l’Europa, sono stati puniti.

Ma in questo scaricabarile, dove tutti sapevano e nessuno è responsabile, che non può certo lasciarci soddisfatti, arriva una prima nota positiva: l’Europa lancia contro la Germania una procedura d’infrazione. Una procedura che riguarda anche Gran Bretagna, Spagna e Lussemburgo.

Questi Paesi sono accusati di non aver introdotto nei loro ordinamenti (o non aver messo in atto, qualora presenti) le penalizzazioni necessarie a scoraggiare i produttori di auto a violare le norme sulle emissioni.

Marco Zullo M5S Europa dieselgate emissioni germania

In pratica, questi governi furbetti sono accusati da Bruxelles di non aver imposto le stesse penalizzazioni economiche che Volkswagen ha ricevuto negli Stati Uniti. Il motivo della scelta è semplice. A pensar male si direbbe che fossero in combutta con le case automobilistiche che non volevano sanzionare. Che dite?

Va poi aggiunto che ci sono altri tre Paesi in procedura di infrazione, Repubblica Ceca, Lituania e Grecia, per non aver neppure inserito nei loro sistemi legislativi delle norme che permettessero di sanzionare i produttori che frodano.

Ora la Germania e gli altri sei Paesi hanno due mesi di tempo per predisporre una memoria difensiva. Se queste memorie non saranno abbastanza solide, sarà la Corte di Giustizia Europea a stabilire le responsabilità delle autorità di omologazione nazionale (come la nostra motorizzazione). I Paesi sono a rischio sanzioni. Ma i cittadini che hanno pagato di più per auto che dovevano inquinare meno e sono stati frodati, chi li risarcisce?
TUTTO SUL #DIESELGATE http://bit.ly/2ehphEL


Ti Potrebbe interessare anche:

pubblicato il

Parliamo di intelligenza artificiale

In commissione Mercato Interno e Tutela del Consumatore parliamo di #intelligenzaartificiale #IA. Puó un algoritmo avere personalità giuridica? Di chi sarà la responsabilità? Della macchina o del costruttore? La frase nell’immagine è una citazione di Alan Turing, l’inventore della Macchina di Turing, il primo moderno computer del ventesimo secolo, riporta: “Propongo di considerare la domanda: “possono le▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare

pubblicato il

Lottare contro la fame, lottare per una qualità migliore del cibo

Durante la mia visita a New York ho incontrato le rappresentanti della FAO, l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura.  Dal nostro incontro sono emerse alcuni interessanti istanze che personalmente condivido e che ho sempre portato avanti durante la mia legislatura in Parlamento Europeo. Infatti, nonostante il motto latino della FAO sia “fiat panis” (“che▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare

pubblicato il

In Brasile per verificare i sistemi di qualità e tracciabilità dell’agricoltura e della zootecnica

Proprio un anno fa scoppiava il caso internazionale della #CarneAvariata proveniente dal Brasile, sul quale io stesso più volte intervenni in Parlamento. Oggi sono qui in Brasile con la Commissione Agricoltura per andare ad analizzare il più possibile a fondo lo stato dell’arte del settore agricolo e zootecnico brasiliani, il livello dei sistemi sanitari di controllo e▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
There are no images.
Condividi coi tuoi amici








Inviare

pubblicato il

L’inizio del cambiamento

“Se lo puoi sognare, lo puoi fare” ci ha ricordato Beppe Grillo. Ora il nostro sogno è diventato realtà. Venerdì 1° giugno Giuseppe Conte si è presentato al Quirinale per la cerimonia del giuramento davanti al Presidente della Repubblica Mattarella. Nella sua squadra di governo gialloverde sono coinvolti, tra gli altri, il nostro capofila del▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare