Emissioni alle stelle “grazie” al governo Pd. E ci tocca pagare anche la multa all’UE

pubblicato il
Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici










Inviare

Leggo su l’Unità, uno degli organi stampa del Pd, la notizia diffusa ieri dalle agenzie che la Commissione Europea ha inviato un ultimo avvertimento a vari Paesi, tra cui l’Italia, perché “non hanno affrontato le ripetute violazioni dei limiti di inquinamento dell’aria per il biossido di azoto (NO2) che costituisce un grave rischio per la salute. La maggior parte delle emissioni provengono dal traffico stradale” e in particolare dai motori diesel.

dieselgate1200x627exe3

Articolo ineccepibile quello de l’Unità. È un peccato che questa si dimentichi di fare quel collegamento critico che ci si aspetterebbe dai giornaloni finanziati pubblicamente. Chi è, in Italia, il maggior responsabile del super inquinamento da motori diesel? C’entra niente il governo guidato dal Pd, che attraverso il suo ministero dei trasporti ha dato il via libera ai propulsori di Fiat e Alfa Romeo? Secondo uno studio dell’associazione Transport & Environment, pubblicato dal quotidiano inglese The Guardian, questi superano solamente di 15 volte il limite di NOx!

15 volte, e nessuno le ha beccate? Che strano. Eppure le auto della Fiat hanno passato senza problemi i test di omologazione… nel laboratorio FCA di Torino. Si, avete letto bene, si sono fatti i test a casa loro. Alla faccia del conflitto d’interessi. E con il placet del governo italiano. Ma questo, evidentemente, non va scritto!

Sul Dieselgate leggi anche: http://bit.ly/2lh9F7a

Ti potrebbe interessare anche


Agricoltura: il Brasile investe e l’Europa taglia

Sono tornato pochi giorni fa dal Brasile dove durante un incontro istituzionale il Ministro della Agricoltura ha più volte ribadito che i brasiliani sono e vogliono essere i primi nel mondo, e per questo investono molto anche in innovazione e infrastrutture.  Noi in effetti ce ne accorgiamo anche dalla competitività dei loro prodotti. In Europa … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare


Maniago, caso polli alla diossina: non si fa campagna elettorale con la salute dei cittadini

L’atteggiamento di Fabiano Filippin è davvero imbarazzante: egli afferma, ripreso dagli organi di informazione, che la vicenda dei polli alla diossina non ha suscitato grande interesse negli eurodeputati. A Filippin rispondo che, come ben sa, ho portato in più riprese questo caso in Parlamento europeo: trovo dunque davvero inopportuno che il consigliere strumentalizzi questo caso … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare


Convenzione di Istanbul contro la violenza sulle donne

Mercoledì 13 giugno, un giorno importante per l’Unione Europea che ha festeggiato il primo anno dalla firma della “Convenzione del Consiglio d’Europa sulla prevenzione e la lotta contro la violenza nei confronti delle donne e la violenza domestica”, o più semplicemente detta “Convenzione di Istanbul”. Questo documento costituisce il primo vero strumento internazionale che considera … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare


Contrastiamo la ratifica finale del #CETA: le PMI italiane sono a rischio

Sono stupito dalla votazione contraria di lunedì pomeriggio in Consiglio comunale di Reggio Emilia sulla mozione #M5S per contrastare la ratifica finale del trattato CETA. Di fatto, con l’entrata in vigore del CETA il Parmigiano Reggiano, i prodotti della Food Valley e le piccole medie imprese reggiane sono a rischio! Anche se 41 IGP italiani di cui … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare