I cittadini europei chiedono all’Europa un’altra agricoltura!

pubblicato il
Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici










Inviare

Martedì 2 maggio si è chiusa la consultazione pubblica, indetta dalla Commissione europea, sul futuro della Politica Agricola Comune (PAC).

AG

Non sai cos’è la PAC? http://marcozullo.it/chiedi-allue-unagricoltura-piu-sana-partecipa-alla-consultazione-online/

Stando ai dati rilasciati dalla Commissione europea, 322. 912 cittadini europei hanno partecipato alla consultazione sulla PAC e l’Italia è il terzo paese per partecipazione.

E’ un messaggio forte e chiaro, che ci fa capire quanto i cittadini siano sensibili al tema dell’agricoltura, dell’alimentazione e della tutela dell’ambiente.

Noi del MoVimento 5 Stelle esigiamo una Politica Agricola Europea che protegga il clima e l’ambiente, equa per agricoltori e consumatori, garante di una produzione di cibo sana e sostenibile.

I soldi dei cittadini devono essere investiti a favore di un’agricoltura sostenibile, che aiuti concretamente le comunità rurali, che preservi le risorse naturali e garantisca dei prodotti sani e di qualità. La Commissione deve tradurre questi bisogni in una nuova ambiziosa politica che rimetta in salute la biodiversità e gli ambienti naturali contrastando le da pratiche intensive e l’utilizzo di pesticidi.

La Politica Agricola Comune, che impegna il 40% del budget dell’Unione europea, non può più essere responsabile della contaminazione delle acque, della perdita di biodiversità in Europa, con la scomparsa di specie come gli uccelli tipici degli ambienti agricoli e le api, dell’impoverimento dei suoli, e non di meno del continuo calo di occupati e di imprese attive nel settore.

Questo non può più essere il nostro futuro.

In Europa mi batto per portare avanti un’agricoltura sostenibile ed etica, che permetta di garantire un reddito più che dignitoso agli agricoltori, rispettosa dell’ambiente che ci circonda.

Il prossimo 7 luglio la Commissione europea presenterà i risultati della consultazione pubblica in una conferenza a Bruxelles e noi del M5S saremo in prima fila. Dopo di che la nuova Politica Agricola Comune dovrà tenere conto delle istanze dei cittadini europei.

Sono fiducioso che l’esito di questa consultazione porterà alla luce la volontà di cambiare il modello attuale di agricoltura.
Aiutatemi a sostenere un’agricoltura responsabile, a lottare per un futuro migliore!

Ti potrebbe interessare anche


In agricoltura paghiamo la mancanza di visione

Il contesto agroalimentare europeo è potenzialmente un’opportunità eccezionale per il nostro Paese. L’Italia ha tutti gli ingredienti per essere leader in Europa. Purtroppo oggi così non è, a causa di una burocrazia che uccide letteralmente l’impresa agricola. I soldi europei ci sono ma magari manca un decreto che serve a sbloccarli, le politiche del lavoro … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare


Milioni di uova contaminate in Europa

Da giorni assistiamo ad un rimbalzo di accuse tra Germania, Belgio e Olanda sul caso delle uova contaminate con il fipronil. A mio avviso oltre a punire i responsabili del ritardato allerta, dobbiamo porci degli interrogativi sulla qualità del cibo che arriva sulle nostre tavole

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare


Facciamo il punto sull’informazione, sulle censure, sulle fake news

Era da diverso tempo che stavo ragionando sul destino dei media e dei new media, sul fatto che ormai ognuno è autore e allo stesso tempo editore di se stesso, sulla superficialità con la quale alle volte si divulgano notizie non vere o non verificate. E poi c’è la censura, noi del Movimento 5 Stelle … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare


Furto del Ribolla: porterò il caso in Parlamento Europeo se necessario

E’ fondamentale preservare il luogo di coltivazione del vigneto in Friuli. La Ribolla è nostra, se piantata altrove mina la nostra eccellenza. Innanzitutto va fatta una precisazione: quando si parla di Ribolla, si parla di una tipologia di vitigno, non di un prodotto tutelato, dunque bisogna evitare il parallelismo con il furto del Tocai. Paragoni … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare

Temi:
Categorie: Agricoltura, Territorio