La #Germania non punisce chi froda! E finalmente l’Europa apre una procedura di infrazione #Dieselgate #Volkswagen

pubblicato il
Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici










Inviare

Dopo mesi di audizioni in Parlamento Europeo in cui appare quasi scontato, se non palese, che vari governi, tra cui quello tedesco, sapessero dei software truccati dalla Volkswagen per ridurre il livello di emissioni dichiarate rispetto a quelle effettivamente emesse. Ma per queste responsabilità lampanti, nessun governo nazionale, né tantomeno l’Europa, sono stati puniti.

Ma in questo scaricabarile, dove tutti sapevano e nessuno è responsabile, che non può certo lasciarci soddisfatti, arriva una prima nota positiva: l’Europa lancia contro la Germania una procedura d’infrazione. Una procedura che riguarda anche Gran Bretagna, Spagna e Lussemburgo.

Questi Paesi sono accusati di non aver introdotto nei loro ordinamenti (o non aver messo in atto, qualora presenti) le penalizzazioni necessarie a scoraggiare i produttori di auto a violare le norme sulle emissioni.

Marco Zullo M5S Europa dieselgate emissioni germania

In pratica, questi governi furbetti sono accusati da Bruxelles di non aver imposto le stesse penalizzazioni economiche che Volkswagen ha ricevuto negli Stati Uniti. Il motivo della scelta è semplice. A pensar male si direbbe che fossero in combutta con le case automobilistiche che non volevano sanzionare. Che dite?

Va poi aggiunto che ci sono altri tre Paesi in procedura di infrazione, Repubblica Ceca, Lituania e Grecia, per non aver neppure inserito nei loro sistemi legislativi delle norme che permettessero di sanzionare i produttori che frodano.

Ora la Germania e gli altri sei Paesi hanno due mesi di tempo per predisporre una memoria difensiva. Se queste memorie non saranno abbastanza solide, sarà la Corte di Giustizia Europea a stabilire le responsabilità delle autorità di omologazione nazionale (come la nostra motorizzazione). I Paesi sono a rischio sanzioni. Ma i cittadini che hanno pagato di più per auto che dovevano inquinare meno e sono stati frodati, chi li risarcisce?
TUTTO SUL #DIESELGATE http://bit.ly/2ehphEL

Ti potrebbe interessare anche


Addio Rag. Fantozzi, ci ha lasciati soli con il Perito Poletti

Oggi si incrociano due notizie, quasi per caso, entrambe tristi ed entrambe fatalmente collegate tra di loro. La prima è la morte di Paolo Villaggio, il geniale creatore del Rag. Ugo Fantozzi, e l’altra la ripresa della disoccupazione, soprattutto di quella giovanile, ammesso e non concesso che negli ultimi anni ci sia stato in qualche … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare


Programma Frutta e Verdura nelle Scuole: il 31 luglio si avvicina!

Care e cari insegnanti, pensate sia importante educare maggiormente i bambini al valore di una sana e corretta alimentazione? Pensate che nelle mense delle vostre scuole non vi sia abbastanza frutta e verdura? Allora non perdete tempo, fatevi avanti e spingete le vostre scuole a partecipare al programma Frutta e Verdura nelle Scuole prima del … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare


Per un’agricoltura in armonia con l’ambiente diciamo no agli ogm!

Anche nel nostro nord est l’agricoltura ha subito trasformazioni pesanti che, però, non hanno migliorato la qualità dell’ambiente rurale né rafforzato i nostri agricoltori. La politica della monocoltura ha pesantemente ridisegnato le nostre campagne: ha ridotto il numero degli agricoltori e ha ridotto la loro capacità di reddito. Serve subito un’agricoltura che valorizzi e faccia … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare


Stop alle grandi navi in tutta la laguna

Grandi Navi a Venezia: in questi giorni si torna a discutere di questa spinosa questione grazie alle denunce degli ambientalisti contro il Governo che sottolineano come, al momento del voto, era presente solo l’ex sottosegretario alla presidenza del Consiglio. Tutto ciò non è assolutamente accettabile. Vi ricordo che il M5S si è sempre speso contro … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare