La Sagra dei Osei tortura gli uccelli

pubblicato il
Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici










Inviare

Leggo sul Gazzettino di una presunta circolare del Ministero dell’Ambiente in cui la Sagra dei Osei sarebbe stata definita come “una tortura per gli uccelli”.

sagra

Cito testualmente ciò che viene riportato nell’articolo: “La Sagra dei Osei non è una festa della natura, bensì un evento in cui si pratica la tortura degli uccelli, costretti in gabbie minuscole e al buio per farli cantare, e si promuove anche poenta e osei, il piatto tipico offerto agli ospiti durante gli eventi.”

Io sinceramente mi auguro fortemente che anche al Ministero dell’Ambiente abbiamo finalmente capito che eventi del genere non posso essere chiamati “culturali” o “ feste della natura”.

E’ un momento di festa? Per chi? Di sicuro non per centinaia di uccelli costretti a spendere la loro vita in gabbia!

Ci sono numerose ragioni per cui queste sagre non sono più sostenibili: innanzitutto per i contenuti fortemente diseducativi. Cosa insegniamo ai nostri figli? La reclusione e la privazione della libertà sotto forma di tradizione? Inoltre le condizioni di esposizione (e di vita) degli animali sono incompatibili con le loro caratteristiche naturali.

La “Sagra dei Osei” di Sacile non è una festa. Non si festeggia nulla: non è altro che l’esaltazione della gabbia e della violenza dell’uomo sugli animali e sull’ambiente.

A chi giustifica l’evento in quanto “festa della natura” ricordo che in natura non esistono gabbie.

#Bastagabbie, animali liberi

Ti potrebbe interessare anche


Supportare le microimprese ci sta a fagiolo!

A volte capita che nel nostro bel Paese le eccellenze ci siano, ma che se ne stiano abbastanza nascoste. Ciò avviene per vari motivi su cui ci sarebbe da discutere per ore, ma invece in quest’occasione penso sia più utile raccontarvi in poche righe come queste eccellenze si possano scovare. Qualche giorno fa sono stato … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare


Togliamo oneri e burocrazia dalle attività di notifica della Bolkestein

La proposta di notifica delle norme nazionali che rientrano nella cosiddetta Bolkestein è nata male, anzi malissimo. Criticità e aspetti non chiari la rendono ancora più preoccupante e i nostri emendamenti sono molto puntuali proprio per scongiurarne gli effetti. I punti chiave che abbiamo proposto sono in sintesi questi: la Commissione non deve decidere nulla … Continua

Share on Pinterest
There are no images.
Condividi coi tuoi amici








Inviare


Cittadini 1 – Multinazionali 0!

Oggi è un giorno importante per la democrazia e la libertà in tutta Europa. La Corte di Giustizia Europea ha annullato la decisione della Commissione europea di rifiutarsi di considerare l’ICE “Stop TTIP e CETA“, ovvero l’iniziativa dei cittadini europei con cui milioni di cittadini europei si sono schierati contro questi raccapriccianti trattati commerciali. È … Continua

Share on Pinterest
There are no images.
Condividi coi tuoi amici








Inviare


Corruzione: chi spaglia paga

Patti chiari e amicizia lunga! Regole ferree e chi sgarra paga senza sconti. Il tema della corruzione è all’ordine del giorno in Italia, ma ormai siamo talmente assuefatti che le notizie che ogni giorno appaiono su qualche giornale o in Tv o in Rete e che riguardano mazzette, corruzione e concussione, non creano stupore. Dobbiamo … Continua

Share on Pinterest
There are no images.
Condividi coi tuoi amici








Inviare

Categorie: Italia, Video