La Sagra dei Osei tortura gli uccelli

pubblicato il
Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici










Inviare

Leggo sul Gazzettino di una presunta circolare del Ministero dell’Ambiente in cui la Sagra dei Osei sarebbe stata definita come “una tortura per gli uccelli”.

sagra

Cito testualmente ciò che viene riportato nell’articolo: “La Sagra dei Osei non è una festa della natura, bensì un evento in cui si pratica la tortura degli uccelli, costretti in gabbie minuscole e al buio per farli cantare, e si promuove anche poenta e osei, il piatto tipico offerto agli ospiti durante gli eventi.”

Io sinceramente mi auguro fortemente che anche al Ministero dell’Ambiente abbiamo finalmente capito che eventi del genere non posso essere chiamati “culturali” o “ feste della natura”.

E’ un momento di festa? Per chi? Di sicuro non per centinaia di uccelli costretti a spendere la loro vita in gabbia!

Ci sono numerose ragioni per cui queste sagre non sono più sostenibili: innanzitutto per i contenuti fortemente diseducativi. Cosa insegniamo ai nostri figli? La reclusione e la privazione della libertà sotto forma di tradizione? Inoltre le condizioni di esposizione (e di vita) degli animali sono incompatibili con le loro caratteristiche naturali.

La “Sagra dei Osei” di Sacile non è una festa. Non si festeggia nulla: non è altro che l’esaltazione della gabbia e della violenza dell’uomo sugli animali e sull’ambiente.

A chi giustifica l’evento in quanto “festa della natura” ricordo che in natura non esistono gabbie.

#Bastagabbie, animali liberi

Ti potrebbe interessare anche


#Dieselgate: la morte viaggia su strada

Ormai è acclarato, le conseguenze delle emissioni di diesel mietono ogni anno migliaia di vittime e l’Italia del Nord purtroppo detiene questo triste e preoccupante record. Il 50% dei decessi in tutta Europa dovuti a queste emissioni avvengono proprio da noi, in gran parte nel Nord Ovest d’Italia. I dati, abbastanza impietosi, provengono da due … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare


Dieselgate: i cittadini europei devono avere uguali diritti

Due anni dopo lo scandalo Diselgate, l’Europa è riuscita a darsi regole migliori per prevenire le frodi sui veicoli. Lo fa grazie all’impegno che il MoVimento 5 Stelle (gruppo EFDD) ha messo per fare in modo che pratiche aberranti come quelle praticate dalla tedesca Volkswagen non si ripetano mai più. Dal primo settembre 2020 le procedure … Continua

Share on Pinterest
There are no images.
Condividi coi tuoi amici








Inviare


Ho visitato FICO Eataly World e purtroppo non ho trovato nulla di Fico

Recentemente sono andato a dare un’occhiata a FICO Eataly World a Bologna e ho raccolto una serie di immagini e video che voglio condividere con voi al fine di informare quanta più gente possibile su quale sia la realtà di questa tanto reclamizzata “Fabbrica Italiana Contadina”. A mio parere è un centro commerciale in piena regola, contornato … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare


Mettiamo fine agli allevamenti di animali da pelliccia in Europa! #MakeFurHistory

Sono molto felice di aver firmato in Parlamento europeo la petizione per mettere fine agli allevamenti di animali da pelliccia! Già molti Paesi europei come Austria, Gran Bretagna, Croazia e Slovenia hanno proibito l’allevamento di “animali da pelliccia”, termine già di per sé ridicolo, e molti altri Paesi come Olanda, Norvegia, Serbia e Repubblica Ceca hanno … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare