L’area a caldo della Ferriera di Servola non è il futuro di Trieste

pubblicato il
Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici










Inviare

Trieste è da anni sotto scacco da parte di una realtà, la Ferriera, che la rende ambientalmente dannosa per la salute dei suoi abitanti, e la cui contropartita è l’occupazione, o ancor meglio, i paventanti licenziamenti in caso di chiusura.

Non credo sia possibile ipotizzare un futuro per questa città che veda ancora uno scenario del genere.

Per disegnare una Trieste diversa è necessario innanzitutto che i cittadini siano informati, conoscano la situazione attuale e siano consapevoli che problemi come quello della presenza ingombrante di una ferriera in città, in altre realtà sono stati risolti, preservando ambiente e lavoro.


Non è semplice, si tratta di fare un’analisi dello status quo ambientale attendibile, di bonificare parte del territorio, di fare investimenti importanti o di fare riconversioni compatibili con le esigenze ambientali.

Sabato 2 dicembre a Trieste ci sarà un incontro moderato da Stefano Tieri, giornalista del Fatto Quotidiano in cui si parlerà di questo argomento in modo approfondito, e molti dei miei colleghi portavoce locali saranno presenti con le proposte del M5S.

Chi ha a cuore il futuro di Trieste partecipi e dia un contributo al cambiamento di questa città.

#FerrieradiServola #Trieste

Ti potrebbe interessare anche


Investire nell’agricoltura italiana per rilanciare il Paese

L’agricoltura è in forte crisi, la pressione sui prezzi sia alla produzione che alla distribuzione, questi ultimi dettati dalla Grande Distribuzione Organizzata, sta letteralmente mettendo in ginocchio il comparto. Oltre a ciò vi è un elenco di problematiche che aggiungono difficoltà alle difficoltà. Eppure le soluzioni ci sono. Questo il mio intervento su Sveglia Trieste.

Share on Pinterest
There are no images.
Condividi coi tuoi amici








Inviare


Rinviata la ratifica sul CETA: possiamo farcela!

Grazie alla massiccia mobilitazione sul web da parte dei cittadini, il voto di ratifica sul CETA previsto per ieri al Senato non si è tenuto ed è stato rinviato a martedì 27 giugno! Per me questa è un’altra vittoria da parte della mobilitazione pubblica, la dimostrazione che la partecipazione del cittadino è essenziale: possiamo realmente … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare


Oettinger fedelissimo della Merkel fa gli interessi del governo tedesco

E’ inammissibile che la Commissione UE preveda tagli ai fondi di coesione e all’agricoltura nel momento in cui  mancheranno 10-11 miliardi ogni anno al bilancio Ue. Se è vero che, come affermato dal commissario Ue al bilancio Guenther Oettinger  “non possiamo far finta che niente sia cambiato con la Brexit” al contempo non è possibile … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare


Forum Europeo sulla Disabilità 2017: nessuno deve rimanere indietro

Quella di oggi è una giornata importante per quanto concerne la disabilità: la quarta edizione dell’ “European Parliament of Persons with Disabilities” – che conta la presenza di centinaia di delegati in rappresentanza delle persone con disabilità – ha lo scopo di mettere al centro i diritti di queste persone. Quello che mi preme sottolineare però, è … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare