Mozziconi in spiaggia: un esempio virtuoso e uno no

pubblicato il
Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici










Inviare

Non sono ancora mai passato per Pulsano, un paese salentino della provincia di Taranto che si affaccia sullo Ionio, ma dopo quello che ho letto mi piacerebbe proprio andarci.

Qui un’associazione locale di cittadini stanca di assistere al degrado sulla propria spiaggia si è inventata un’idea semplice ed efficace. I mozziconi di sigaretta che “arredano” quel tratto di litorale rappresentano un problema sia dal punto di vista estetico, e quindi di attrattività della spiaggia stessa, che dal punto di vista igienico e della salute stessa del territorio. Per chi non lo sapesse in Italia si stima (Enea) in 13.000 tonnellate il peso di mozziconi di sigaretta prodotti ogni anno, e passano da un minimo di 6 mesi fino a 12 anni prima che un mozzicone si decomponga.

Mozziconi in spiaggia immagine

Ebbene questi cittadini si organizzano, stampano alcune decine di magliette e le regalano a chi porterà loro un contenitore (sempre fornito da questa associazione) pieno di sigarette raccolte proprio lì, sulla spiaggia.

Sapere che nell’arco di un’ora sono state “bruciate” tutte le settanta magliette disponibili e che sono stati raccolti in un attimo 14.616 mozziconi, mi pare una doppia notizia. Dico doppia perché da una parte è fantastico sapere che esiste ancora una coscienza civile comune che ha a cuore il destino del proprio territorio, dall’altra la notizia è che il numero di incivili che se ne fregano e che pensano che il mozzicone non sia un problema che li riguardi, evidentemente è ancora molto alto.

Chissà a casa loro il pavimento com’è ridotto.

Ti potrebbe interessare anche


Ecco perché non possiamo sostenere gli OGM in agricoltura

Oggi si dice che gli OGM siano un vantaggio per la nostra agricoltura. Anzi, diciamo che c’è qualcuno che vuole convincerci di questo. I sostenitori degli Ogm sostengono che una pianta transgenica si adatta meglio ai cambiamenti climatici, all’innalzamento delle temperature, alla riduzione della disponibilità di acqua e ai processi di desertificazione. Per questi motivi … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare


Frutta e verdura nelle scuole: i genitori sono parte attiva!

Il programma “frutta e verdure nelle scuole” è un’ottima occasione perché i bambini delle scuole primarie non solo si alimentino correttamente, ma anche perché imparino a conoscere il mondo che contiene questi preziosi alimenti e i suoi principi base. Grazie al programma educativo che si svolge durante l’anno scolastico i bambini posso imparare e portare … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare


“Salviamo l’Isonzo”: la petizione è ammissibile!

La petizione, sostenuta da oltre 1600 firme, che mi era  stata consegnata al Parco di Piuma-Isonzo, è stata dichiarata ammissibile da parte della Commissione Peti (Petizioni) ed è stata inviata all’attenzione della Commissione Europea che ha 2 mesi di tempo per prenderla in esame e rispondere nel merito. Ho sposato fin da subito questa causa … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare


Corsa a ostacoli per gli agricoltori del Friuli Venezia Giulia…

Per gli agricoltori carnici e di tutto il Friuli Venezia Giulia la riscossione delle indennità compensative provenienti dall’Unione europea è una vera e propria corsa a ostacoli senza fine. L’Agea, Agenzia nazionale per le erogazioni in agricoltura, dopo mesi e mesi di attese, ritardi su ritardi e continue promesse, ancora non fa quello che deve … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare