Progetto europeo Life Wolfs Alps: più che caccia al lupo è caccia ai voti!

pubblicato il
Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici










Inviare

Che la mozione approvata in Consiglio regionale sull’uscita del Veneto dal progetto europeo Life Wolf Alps sia una mera mossa politica attuata dal cacciatore Berlato è assolutamente evidente: al consigliere di Fratelli d’Italia, di fatto, più che la caccia ai lupi interessa la caccia ai voti.

Berlato sa benissimo che la Giunta non deciderà per l’uscita da questo progetto per due semplici motivi: da un lato perché uscire da un progetto europeo comporterebbe la restituzione di tutti i fondi già erogati e dall’altro soprattutto perché verrebbero a galla le responsabilità politiche che hanno portato al fallimento del progetto stesso.

caccialupomeme2

Berlato, che è stato proprio come me membro della Commissione per l’agricoltura e lo sviluppo rurale in Europa, dovrebbe sapere quanto siano preziosi i fondi europei: non possiamo perdere contributi economici importanti per una gestione errata da parte della Regione. La problematica dei lupi va affrontata sfruttando al meglio questi fondi: oltre 6,1 milioni sono stati buttati all’aria facendo vanificare il ruolo del progetto Life Wolf Alps. C’è inoltre da interrogarsi sul fatto che questo progetto, che in altre regioni europee ha funzionato, in Veneto non ha portato a nulla.

In consiglio regionale il M5S ha dunque votato contro questa mozione che vede in realtà coinvolti pochissimi lupi a fronte delle predazioni denunciate. Questo progetto europeo doveva essere sfruttato meglio: la Regione Veneto ne è ampiamente responsabile. Come sono state gestite queste risorse messe a disposizione? Che tipi di comunicazione si è fatta con gli allevatori ed i residenti? Sono state messe in piedi tutte le azioni possibili

La riflessione a monte non è dunque quella di uscire da un progetto europeo come prospettato da Berlato, bensì quella di usare quei fondi con intelligenza e capacità. La Regione dovrà assumersi le proprie responsabilità.

Ti potrebbe interessare anche


Rivendichiamo il diritto a decidere sul nostro futuro

Il 4 marzo 11 milioni di cittadini hanno scelto il Movimento 5 Stelle, una forza politica che grazie al contratto siglato con la Lega avrebbe avuto la maggioranza assoluta in Parlamento. Ieri invece la decisione per un governo tecnico ha sancito come in Italia il voto abbia perso il suo valore, questa è una situazione … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare


Ho visitato FICO Eataly World e purtroppo non ho trovato nulla di Fico

Recentemente sono andato a dare un’occhiata a FICO Eataly World a Bologna e ho raccolto una serie di immagini e video che voglio condividere con voi al fine di informare quanta più gente possibile su quale sia la realtà di questa tanto reclamizzata “Fabbrica Italiana Contadina”. A mio parere è un centro commerciale in piena regola, contornato … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare


Terraè – Officina della sostenibilità

Anche quest’anno torna a Pordenone “Terraè – officina della sostenibilità“, dal 27 aprile al 31 maggio.  Nata ormai otto anni fa dall’idea comune di un gruppo di cittadini che volevano rendere Pordenone punto di riferimento del lavorare-per-il-cittadino-e-l-ambiente, Terraè oramai è una realtà consolidata e di qualità, che ha deciso di parlare di sostenibilità a largo raggio al proprio territorio … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare


I nostri candidati in Friuli Venezia Giulia: l’espressione di una Regione che vuole migliorare!

Venerdì abbiamo presentato a Trieste alcuni dei nostri candidati M5S del Friuli Venezia Giulia. Devo dire che è stata proprio una bella serata. Sono tutte persone non solo preparate ma anche ben connesse al territorio e alle sue necessità, sono giovani ma con esperienza, sono dei sognatori e sono soprattutto accompagnate da un grande, grandissimo … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare