Regolamento Omnibus: da oggi la politica agricola è più vicina alle aziende. Anche grazie al m5S!

pubblicato il
Share on Pinterest
There are no images.
Condividi coi tuoi amici










Inviare

Oggi abbiamo votato il Regolamento Omnibus: sono davvero soddisfatto del lavoro svolto dal nostro gruppo e dal fatto che i nostri emendamenti alla proposta originaria siano stati recepiti e abbiano ottenuto un voto favorevole. Finalmente siamo arrivati ad ottenere misure concrete di semplificazione e di tutela dei nostri agricoltori: da oggi la politica agricola è davvero più vicina alle esigenze delle aziende.

Con il Regolamento Omnibus viene estesa la platea dei beneficiari degli aiuti e si continua a valorizzare il ruolo dei giovani in agricoltura. Inoltre, anche grazie al nostro lavoro, il Parlamento europeo ha rigettato la proposta di eliminare la figura dell’agricoltore attivo ribadendo la necessità della certezza dei beneficiari.

In questo regolamento la parola chiave è stata “semplificazione” soprattutto in merito all’applicazione delle misure del “greening”: per esempio si semplificano gli oneri per i coltivatori di riso, riconoscendo al contempo l’importanza della coltura. Inoltre le organizzazioni di produttori e Associazioni di OP potranno al proprio interno derogare alle regole sulla concorrenza che riguardano la produzione, la vendita e la trasformazione dei prodotti agricoli, affinché vi sia maggiore autonomia di gestione.

Un altro aspetto fondamentale è la gestione dei rischi, che per noi rappresenta una grande sfida per il futuro della nostra agricoltura: abbiamo infatti ottenuto di rendere più accessibili le tradizionali assicurazioni contro le avversità atmosferiche.

Di grande importanza sono infine, fortemente volute anche dalla nostra delegazione, le novità introdotte alla misura della consulenza aziendale che, pur se inserita negli attuali Programmi di sviluppo rurale, risulta praticamente inapplicata a causa di limiti oggettivi previsti nella regolamentazione di base.

Questo regolamento avvicina maggiormente la politica agricola alle aziende e agli addetti al settore; è evidente che quando c’è una chiara volontà politica comune, e l’approvazione dei nostri emendamenti ne è la riprova, possono essere conseguiti ottimi e importanti risultati.

Ti potrebbe interessare anche


Stato dell’Unione? C’è ma solo a parole

Ho appena finito di ascoltare il discorso sullo stato dell’Unione di Junker. Al di là delle solite dichiarazioni di facciata che lasciano il tempo che trovano, i veri nodi, quelli che riguardano l’Europa e soprattutto l’Italia, Junker non li ha toccati. L’Unione Europea è un’unione solo formale, la condivisione dei rischi è di fatto lasciata … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare

Temi:
Categorie: Europa

Come la robotica rivoluzionerà la nostra società

Subito dopo l’interessantissimo incontro “NEXT STEP” come la robotica rivoluzionerà la nostra società, ho avuto l’occasione di incontrare e fare due chiacchiere con Jerome Glenn, uno studioso americano che da anni dirige il Millennium Project, un osservatorio stabile sugli scenari futuri. Così ho avuto modo di dialogare su alcuni contenuti di “The State of the … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare


Il sogno diventa realtà: con Rousseau abbiamo dato una svolta alla partecipazione

Sabato scorso ho partecipato assieme a tanti attivisti e portavoce, all’incontro celebrativo dei 10 anni dal V-day. Con l’occasione abbiamo presentato la piattaforma Rousseau ai cittadini, che è l’attuazione del sogno di Gianroberto Casaleggio e di fatto la colonna portante del pensiero del MoVimento 5 Stelle: la partecipazione.  Ed è proprio su questo tema che … Continua

Share on Pinterest
There are no images.
Condividi coi tuoi amici








Inviare

Categorie: Europa, Italia, Video

Dieselgate: Juncker per una volta prendi posizione!

Sono due anni che discutiamo di come superare questa situazione inaccettabile relativa alla grave truffa nei confronti dei consumatori causata dalle case automobilistiche coinvolte nello scandalo Dieselgate con la connivenza di alcuni Stati membri. Oggi ne stiamo discutendo con la Commissione Europea, con il Consiglio, con il Parlamento Europeo, per riformare il regolamento sull’omologazione, ma … Continua

Share on Pinterest
There are no images.
Condividi coi tuoi amici








Inviare