Salviamo l’agricoltura italiana! #StopCETA

pubblicato il
Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici










Inviare
Il CETA minaccia l’agricoltura italiana e il Made in Italy: oltre 4 mila cittadini, tra agricoltori, consumatori, attivisti e sindacalisti, si sono radunati ieri a Roma per chiedere al Senato di dire NO al CETA, l’assurdo trattato di libero scambio tra l’Europa e il Canada.
 
Con l’eliminazione di quasi tutti i dazi doganali sui prodotti agricoli, il CETA mette in serio pericolo l’agricoltura italiana, basata su piccole e medie aziende, mettendola in concorrenza diretta con i colossi agroindustriali canadesi, diversi sia per grandezza (basti pensare che la superficie media delle aziende agricole UE é pari a 16,1 ettari, mentre in Canada é di 314,8 ettari), sia per tipologia di produzione.
 
Le piccole e medie imprese italiane verranno schiacciate dalla concorrenza delle grandi multinazionali canadesi e dalle multinazionali americane con sede in Canada, lasciando a casa milioni di agricoltori italiani ed europei.
Meme_Stop_Ceta_04
 
Ma non é tutto! Questo trattato suicida per l’Italia e per l’Europa rischia di dare il via libera all’invasione degli OGM e della carne agli ormoni nell’UE, inserendo così un cavallo di Troia nelle norme UE relative alla sicurezza alimentare e fitosanitarie dell’Organizzazione Mondiale del Commercio, già usate in precedenza dal Canada per attaccare in sede internazionale proprio le norme UE contro gli OGM e la carne agli ormoni.
 
Non possiamo accettarlo. L’eccellenza agroalimentare e la sua sicurezza sono la nostra bandiera. Per l’importanza del peso commerciale del Made in Italy, per l’agricoltura e per la sicurezza alimentare, l’Italia deve assolutamente dire #StopCETA.

Ti potrebbe interessare anche


Migranti: tra opportunismi, cecità e affari

Renzi e il Pd ci hanno svenduto per 80 euro euro trasformandoci nel più grande porto d’Europa. Infatti, man mano che i giorni passano, emergono i particolari inquietanti di un progetto e di  una gestione degli sbarchi dei migranti sulle coste italiane che ha dei chiari responsabili. Pochi giorni fa, infatti, quasi per caso, veniamo … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare


La tua firma per fermare il glifosato!

Ultime ore per firmare contro l’uso del glifosato in Europa: oggi siamo più di un milione a chiedere che questo pesticida sia bandito per sempre dall’Europa, siamo in più di un milione a chiedere alle itituzioni europee un’agricoltura più sostenibile e responsabile! Il glifosato è il simbolo di quella agricoltura industriale e intensiva, basata sull’uso … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare


Sofferenza animale, è ora di cambiare rotta a partire dall’etichettatura

Nei giorni scorsi ho presentato un’interrogazione parlamentare alla Commissione europea riguardo all’etichettatura delle carni bovine. Infatti, secondo uno studio pubblicato dalla Commissione stessa già nel 2015, il 52% dei consumatori europei si lamenta di non disporre delle sufficienti indicazioni e informazioni nell’etichetta e vorrebbe delle etichette che certifichino il rispetto del benessere degli animali allevati, … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare


Investire nella canapa? Tutto quello che c’è da sapere

Oggi la canapa industriale rappresenta una grande opportunità per innovare il mondo agricolo industriale, tant’è che questa pianta viene impiegata in un’ampia gamma di prodotti: generi alimentari, carta, tessuti, fibre, filati, materiali da costruzione e per l’isolamento e altri prodotti lavorati. Nel 2015 in Europa sono stati coltivati a canapa industriale quasi 22.000 ettari di terreno, … Continua

Share on Pinterest
There are no images.
Condividi coi tuoi amici








Inviare