Biodistretto

La crisi dell’attuale modello agricolo é sotto gli occhi di tutti. Il modello non é più sostenibile a livello ambientale etico ed economico. Noi del Movimento 5 Stelle pensiamo che esistano delle alternative e ci stiamo adoperando per dare al territorio gli strumenti necessari a portarle avanti.

In quest’ottica, si inserisce il nostro lavoro sul Biodistretto. Uno strumento innovativo, un’area geografica dove agricoltori, cittadini, operatori turistici, associazioni e pubbliche amministrazioni stringono un accordo per la gestione sostenibile delle risorse locali, partendo dal modello biologico di produzione e consumo.

In questo sistema, la promozione dei prodotti biologici si coniuga con la promozione del territorio e delle sue peculiarità. Il Biodistretto consente di promuovere il modello biologico nell’ambito di uno sviluppo rurale etico, equo e solidale, valorizzando i prodotti naturali e tipici insieme al loro territorio d’origine, contribuendo ad uno sviluppo economico e turistico fondato sul rispetto e la valorizzazione delle risorse locali.

A realizzarlo sono gli agricoltori biologici spinti dalla ricerca di mercati locali in grado di apprezzare al meglio le loro produzioni, e i cittadini sempre più interessati all’acquisto di alimenti sani, a prezzi onesti e in grado di tutelare la salute e l’ambiente. Un ruolo fondamentale viene ricoperto anche da amministrazioni e scuole, che con le loro scelte sono in grado di indirizzare le abitudini dei consumatori e dei mercati locali.

Perché il biodistretto crea vantaggi per il territorio

Il Biodistretto crea vantaggi in primo luogo per tutti gli abitanti che vivono in un ambiente libero da pesticidi e prodotti chimici in generale. Investire in questo tipo di economia significa investire sulla salute della terra che abitiamo. Significa investire sulla nostra salute.

Vi sono poi vantaggi per gli agricoltori che riescono a collocare localmente la maggior parte delle produzioni, inserendosi in circuiti di distribuzione locale, liberandosi dalle logiche di prezzo della grande distribuzione.

I consumatori possono acquistare i prodotti biologici del territorio, attraverso i canali della filiera corta come i mercati biologici, i punti vendita aziendali, la distribuzione diretta e i “GAS”, i Gruppi di Acquisto Solidale. Grazie al Biodistretto, possono contare sulla TRACCIABILITÀ TOTALE dei prodotti.

Ma i benefici si estendono anche a tutte le imprese del settore agroalimentare o le imprese del settore turistico o gastronomico che possono farsi portavoce dell’offerta del territorio proponendo menù bio-locali-stagionali e visite nelle realtà agricole più significative. Si crea in tal modo una ricaduta economica su altri settori, nasce un indotto che consente di valorizzare un intero territorio.

Toccare con mano i risultati

Alcuni Biodistretti sono già stati realizzati e funzionano a pieno ritmo, come quello del Cilento, dove le aziende biologiche coinvolte sono state 400. Si tratta per lo più di realtà di piccole dimensioni, con una superficie agricola media di cinque ettari. Le aziende sono controllate, certificate e iscritte al Registro Regionale degli Operatori dell’Agricoltura Biologica.

Aderendo al Patto per il Bio-distretto, si sono impegnate a produrre tipico, biologico e OGM free, nel rispetto dei principi etici e sociali che sono alla base dell’agricoltura biologica.

Il fatturato medio delle aziende che partecipano attivamente (mercatini del biologico, fiere, promozioni estive negli stabilimenti balneari) è cresciuto del 20% negli ultimi due anni. L’intera produzione oggi è collocata sul mercato come biologica e non più, come avveniva in precedenza, in parte o in toto sui mercati del convenzionale.

Come non vedere il potenziale di questo tipo di economia? Economia e salute insieme sono possibili e noi del M5S vogliamo renderlo realtà.



Ratti morti e uova infestate: l’investigazione shock negli allevamenti italiani

Vi siete mai chiesti che cosa ci sia dietro il prezzo delle uova? Una sconcertante investigazione di Animal Equality Italia ha portato alla luce qual è lo standard delle industrie delle uova e delle terribili condizioni in cui vivono più della metà delle galline ovaiole allevate in Italia. Quello che gli investigatori hanno trovato all’interno … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare


Lotta ai pesticidi in difesa della nostra salute

Prendo spunto da un articolo pubblicato di recente da un giornale locale che dà spazio al caso del comune di Revine Lago, un bellissimo scorcio del Veneto orientale nel trevigiano, una meta turistica di nicchia tra le valli e le montagne del nord est. L’amministrazione locale, una lista civica, ha deciso autonomamente con un’ordinanza di … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare


Ferriera: basta tergiversare, bisogna agire

Leggo sui quotidiani la denuncia mossa dai consiglieri regionali Cinque Stelle sul possibile conflitto d’interessi in merito alla firma del decreto AIA, cioè l’Autorizzazione Integrata Ambientale, nella Ferriera di Servola. Se così fosse, questo sarebbe un atto gravissimo che metterebbe ancora una volta in discussione la salubrità di un impianto produttivo altamente impattante in centro … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare


“M’illumino di meno” è risparmio e condivisione

Oggi, 24 febbraio 2017, si festeggia la tredicesima edizione di “M’illumino di meno”: un’iniziativa simbolica finalizzata alla sensibilizzazione del risparmio energetico e lanciata dalla trasmissione Caterpillar di Rai Radio 2. Infatti, oggi Caterpillar rinnova l’invito a spegnere le illuminazioni sia private, che pubbliche, per una giornata di festa energetica aperta a tutte le forme di … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare


Emissioni alle stelle “grazie” al governo Pd. E ci tocca pagare anche la multa all’UE

Leggo su l’Unità, uno degli organi stampa del Pd, la notizia diffusa ieri dalle agenzie che la Commissione Europea ha inviato un ultimo avvertimento a vari Paesi, tra cui l’Italia, perché “non hanno affrontato le ripetute violazioni dei limiti di inquinamento dell’aria per il biossido di azoto (NO2) che costituisce un grave rischio per la … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare


Ceta: non è detta l’ultima parola

Il Ceta, nell’indifferenza di buona parte dei media italiani impegnati ad inseguire Virginia Raggi o a dare spazio a quel che rimane del Partito Democratico, nel frattempo è stato approvato dal Parlamento Europeo. Un accordo in pieno stile TTIP, ovvero liberalizzazione sfrenata, larghe autostrade per OGM ed altri alimenti e prodotti che in questo momento … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare


#OlioDiPalma e deforestazione: mettiamo uno stop

In commissione agricoltura stiamo proseguendo il dibattito sul report che ha ad oggetto l’impatto sulle foreste pluviali della produzione di olio di palma. Ne abbiamo iniziato a discutere a novembre (http://bit.ly/2jPRqXs). La relazione di iniziativa parlamentare è di competenza della commissione ambiente, ma AGRI ha la possibilità di esprimere un parere che si focalizzi maggiormente … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare


Abbandoniamo l’uso dei pesticidi: incontro in streaming

Martedì 7 febbraio dalle 15.00 alle 18.00 parteciperò al convegno “L’utilizzo sostenibile dei pesticidi in viticoltura”. L’occasione è particolarmente interessante in quanto si parlerà dello sviluppo del settore vitinicolo con il superamento progressivo dell’uso dei pesticidi. Sarà possibile seguire in diretta l’incontro (di seguito tutti i dettagli), un’ottima occasione per gli studenti e chi vorrà … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare


Biodistretto, una storia di successo: il progetto pilota del Cilento

La crisi dell’attuale modello agricolo é sotto gli occhi di tutti. Il modello non é più sostenibile a livello ambientale etico ed economico. Noi del Movimento 5 Stelle pensiamo che esistano delle alternative e ci stiamo adoperando per dare al territorio gli strumenti necessari a portarle avanti. In quest’ottica, si inserisce il nostro lavoro sul … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare


Come si costruisce un Biodistretto passo per passo

La crisi dell’attuale modello agricolo é sotto gli occhi di tutti. Il modello non é più sostenibile a livello ambientale etico ed economico. Noi del Movimento 5 Stelle pensiamo che esistano delle alternative e ci stiamo adoperando per dare al territorio gli strumenti necessari a portarle avanti. In quest’ottica, si inserisce il nostro lavoro sul … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare


Cos’è un Biodistretto e perché crea vantaggi per il territorio

La crisi dell’attuale modello agricolo é sotto gli occhi di tutti. Il modello non é più sostenibile a livello ambientale etico ed economico. Noi del Movimento 5 Stelle pensiamo che esistano delle alternative e ci stiamo adoperando per dare al territorio gli strumenti necessari a portarle avanti. In quest’ottica, si inserisce il nostro lavoro sul … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare


1 2 3