Tutela animali

Gli animali sono considerati giuridicamente un bene mobile deperibile. Noi del Movimento 5 Stelle ci rifiutiamo di accettare questa definizione. Gli animali sono essere senzienti in grado di provare sentimenti ed emozioni, lo stabilisce anche l’Unione europea all’art.13 del Trattato sul Funzionamento dell’Ue. Dobbiamo uscire da questa ipocrisia che serve solo a giustificare grossi interessi economici. Il M5S si batte in Europa per il diritto degli animali a non venire maltrattati al pari degli esseri umani.

Situazione attuale

Il benessere animale deve essere tenuto nella dovuta considerazione. Le crudeltà ai loro danni vanno perseguite. Gli animali hanno il diritto a non soffrire e a non essere maltrattati proprio come gli esseri umani. In Parlamento Europeo, il M5S ha spinto per una risoluzione che sollecitasse la Commissione Ue a rivedere la propria posizione sulla macellazione animale. Perché se in linea generale il regolamento Ue prevede l’uccisione dell’animale solo dopo lo stordimento, ovvero dopo la perdita della conoscenza, nel particolare si permette la pesante eccezione della macellazione rituale. Si tratta di metodi “religiosi” come lo halal musulmano e l’ebraico kosher, che vogliono l’animale cosciente, nel momento del taglio a giugulare o trachea e nel momento del dissanguamento. Non si può giustificare tale sofferenza trincerandosi dietro alla tradizione o alla religione.

Dobbiamo abbandonare l’ipocrisia che permette che “per ragioni scientifiche”, migliaia di animali siano orrendamente sacrificati per la sperimentazione di farmaci e altri prodotti, quando ormai sappiamo che, oltre ad essere crudele, si tratta di una pratica che non dà nemmeno risultati certi.

Dobbiamo abbandonare l’ipocrisia che permette che “per ragioni religiose”, troppi animali vengano macellati seguendo procedure barbare che causano loro sofferenze atroci che potrebbero invece essere loro risparmiate senza danno per alcuno.

Dobbiamo abbandonare l’ipocrisia che permette che “per ragioni culturali”, molti animali vengano sfruttati all’interno dei circhi. In condizioni inaccettabili, spesso rinchiusi in gabbie che non superano i tre metri quadri di estensione, mentre i duri addestramenti sono ancora crudelmente basati nella maggior parte dei casi sulla violenza fisica e sulla privazione del cibo.

I risultati del M5S in Europa

Insieme ai miei colleghi del Movimento 5 Stelle abbiamo sostenuto l’inizitiva dei cittadini europei Stop Vivisection che con un milione e 200 mila firme ha chiesto alla Commissione europea di superare la sperimentazione animale per misurare la reazione del nostro corpo a farmaci e sostanze, perché crudele verso gli animali, e inutile per l’uomo, poiché porta risultati in un numero molto limitato di casi.

Siamo finalmente riusciti a far passare in Parlamento Europeo una delle nostre battaglie contro il finanziamento degli spettacoli della corrida. Una pratica barbara come la corrida non può essere sostenuta economicamente dai fondi europei. Fondi che per anni, sono serviti a foraggiare, anche con 129 milioni l’anno, spettacoli indegni basati sul martirio di bestie innocenti.

Inoltre, con un impegno costante nelle commissioni Agricoltura e Mercato Interno, abbiamo ottenuto che l’Europarlamento imponesse il divieto assoluto di commercializzare prodotti derivati dalla foca, in particolare carne e pellicce di foca.



#Animalicomenoi: stop a macelli lager e allevamenti intensivi

Oggi sarò in collegamento con la sala stampa della Camera dei Deputati con Giulia Innocenzi, ideatrice e conduttrice televisiva di #Animalicomenoi (RAI2), e con i colleghi Busto, Bernini e Mantero,  in occasione della conferenza stampa che si terrà alle 10.00 il cui tema è: “come riformare i macelli lager e gli allevamenti intensivi nel rispetto … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare


No dell’Ue alle gabbie negli allevamenti

Con 410 voti a favore, 205 contrari e 59 astensioni, finalmente il Parlamento Europeo si è espresso affinché siano definite delle misure volte a migliorare le condizioni di vita di circa 340 milioni di conigli d’allevamento presenti ogni anno sul territorio europeo. Tutto ciò nasce dal basso, da una forte pressione dei cittadini europei che … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare


Ratti morti e uova infestate: l’investigazione shock negli allevamenti italiani

Vi siete mai chiesti che cosa ci sia dietro il prezzo delle uova? Una sconcertante investigazione di Animal Equality Italia ha portato alla luce qual è lo standard delle industrie delle uova e delle terribili condizioni in cui vivono più della metà delle galline ovaiole allevate in Italia. Quello che gli investigatori hanno trovato all’interno … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare


L’Unione Europea vieti la circolazione della fauna selvatica

Negli scorsi giorni ho depositato un’interrogazione orale alla Commissione Europea, avvallata dall’Intergruppo Animal Welfare (Benessere Animale) e sottoscritta da 48 parlamentari, circa la necessità che l’Unione Europea vieti la circolazione di animali selvatici da circo all’interno della stessa. La salute pubblica, il contrasto al commercio illegale della fauna selvatica e la necessità della salvaguardia degli … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare


Stop al maltrattamento dei conigli: ho votato la risoluzione

Sono moltissime le mail che ho ricevuto in questi giorni sul tema del maltrattamento dei conigli negli allevamenti intensivi, sui trattamenti antimicrobici che vengono utilizzati sistematicamente, anche perché le condizioni di vita di questi piccoli animali spesso tutt’altro che salubri li rendono ancor più cagionevoli, e sulle innumerevoli altre costrizioni a cui sono sottoposti. Singoli … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare


Stop Corrida, a Strasburgo passa l’emendamento M5S. Ora gli Stati ci ascoltino

Lo avevamo promesso e siamo stati di parola. In Plenaria a Strasburgo abbiamo presentato un emendamento per mettere fine al finanziamento di oltre 100 milioni all’anno agli allevamenti da tori da corrida. Finanziamenti che vengono presi dalla Pac (Politica Agricola Comune) e quindi sottratti alle VERE attività agricole. L’emendamento al bilancio è stato approvato e … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare


Basta bufale! I test #animali per i cosmetici purtroppo non sono ancora stati vietati

Sarebbe ora di finirla di prendere in giro tutti gli amanti degli animali. I test animali per i cosmetici non sono affatto vietati! Le manifestazioni di giubilo espresse qua e là sulla carta stampata e sulle testate web, purtroppo, sono lontanissime dal vero. Ad oggi non c’è cosmetico che non contenga sostanze chimiche e queste … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare


Uccelli selvatici come esche vive per la caccia

Dopo aver saputo della deroga rilasciata dalla Regione Friuli Venezia Giulia che permetterà ai cacciatori la cattura di uccelli selvatici da utilizzare come richiami vivi per l’attività venatoria faccio molta fatica a star zitto. Al di là della pratica che reputo aberrante, vengo a conoscenza dl fatto che la proroga prende avvio questa settimana e durerà … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare


Basta finanziare le corride! Per giunta, togliendo soldi agli agricoltori

Sapete che ogni anno l’Unione Europea finanzia una pratica barbara e insensata come quella delle corride, con soldi che dovrebbero essere destinati ad aiutare gli agricoltori? Sapete che da quando sediamo in Parlamento Europeo il Movimento 5 Stelle è l’unico gruppo politico italiano a votare all’unanimità per eliminare il finanziamento di 129,6 milioni l’anno agli … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare


#GabbieVuote #NoSagraOsei #Sacile

Finalmente questa sagra del macabro si è conclusa. Analizzandola da vicino, l’unico aspetto positivo che ho notato è che la schiera di chi si oppone ad un evento che promuove la caccia e la sofferenza animale è notevolmente cresciuta. Credo che con il tempo e con il nostro impegno riusciremo a svuotare queste gabbie, creando … Continua

Share on Pinterest
There are no images.
Condividi coi tuoi amici








Inviare


Io mio NO alla Sagra dei Osei

Ecco è i mio pensiero in relazione a questa manifestazione e a tutte le manifestazioni che hanno per oggetto l’utilizzo, il commercio e il maltrattamento degli animali. Esistono anche soluzioni semplici per trasformare eventi come questo privi di attinenza con il trend della sostenibilità e per toglierli dal loro anacronismo. Facciamoci sentire

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare


No alla Sagra dei osei

Anche quest’anno a Sacile (Pordenone) si ripeterà il rituale della “Sagra dei Osei” un evento commerciale in cui la merce di scambio sono principalmente centinaia di uccellini costretti a stare per tutta la loro vita chiusi in gabbie che occupano qualche centimetro cubo di spazio. Un rito, come dicevo, a dir poco macabro e che … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare


1 2 3 4 5