Vendita contenuti digitali, attenzione al consumatore

pubblicato il
Share on Pinterest
There are no images.
Condividi coi tuoi amici










Inviare

La Direttiva sulla fornitura di contenuti digitali, si incrocia con la direttiva sulla vendita di beni tangibili, che stiamo discutendo parallelamente, ma anche con altre normative, quali il regolamento generale sulla protezione dei dati personali e il codice delle telecomunicazioni.

Io sostengo la distinzione tra contenuti e servizi digitali, come avete potuto constatare dai miei emendamenti. Ampliare l’accezione di una definizione già vigente, come quella di contenuto digitale, è un approccio rischioso.

Meglio mantenere per i contenuti la definizione presente nella direttiva del 2011 sui diritti dei consumatori – definizione che comprende programmi informatici, applicazioni, giochi, musica, video o testi – e aggiungere la definizione di servizi digitali, che include servizi di cloud, file hosting, social media, piattaforme di condivisione video e audio come Youtube, servizi di messaggistica istantanea come Telegram e WhatsApp.

La domanda alla quale è forse più difficile trovare risposta è questa: quando abbiamo prodotti con un software inglobato, come uno smartphone o un elettrodomestico intelligente, quali regole e garanzie si applicano nel caso di difetto del bene, quelle della direttiva dei beni tangibili o quelle della direttiva sui contenuti digitali?

Dare una risposta netta è difficile. Dunque, a maggior ragione, la direttiva per l’acquisto di beni tangibili e quella per la fornitura di contenuti digitali non devono contenere elementi contraddittori.

Qui il mio intervento.

Ti potrebbe interessare anche


Normativa bevande alcoliche: puntiamo a migliorare

Ieri sono intervenuto in commissione AGRI in relazione al settore delle bevande spiritose/alcoliche che rappresenta sia una punta di eccellenza delle produzioni europee sia un settore commerciale florido, che influisce in modo estremamente positivo sia sulla bilancia commerciale comunitaria che sull’occupazione.Infatti, Infatti ben l’8% delle esportazioni agroalimentari è coperto da questo settore e occupa oltre un … Continua

Share on Pinterest
There are no images.
Condividi coi tuoi amici








Inviare


Domani è il primo Maggio: Festa del lavoro che non c’è

Domani è la festa del lavoro, mi chiedo se sia possibile dare lo stesso significato a questo giorno rispetto a 20 o 30 o anni fa. L’origine della festa la troviamo nell’America di fine ‘800, per ricordare le battaglie operaie per arginare lo sfruttamento dei lavoratori, fissando a otto ore il tetto massimo giornaliero. In … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare


Glifosato, una buona notizia: anche il Ministro Martina si esprime contro, con un tweet!

Leggo dalle pagine di alcuni giornali nazionali la notizia in base alla quale il Ministro Martina improvvisamente si schiererebbe contro l’utilizzo del glifosato. Beh, posto che sia vero, meglio tardi che mai Ministro! Da sempre il M5S ha espresso la sua posizione chiara e precisa sul glifosato: BASTA all’abuso dei pesticidi in agricoltura. E’ fondamentale … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare


Migranti: tra opportunismi, cecità e affari

Renzi e il Pd ci hanno svenduto per 80 euro euro trasformandoci nel più grande porto d’Europa. Infatti, man mano che i giorni passano, emergono i particolari inquietanti di un progetto e di  una gestione degli sbarchi dei migranti sulle coste italiane che ha dei chiari responsabili. Pochi giorni fa, infatti, quasi per caso, veniamo … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare