pubblicato il

Alberi per il futuro – Chi pianta un albero mette le radici nel domani


Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici










Inviare

Quando l’ultimo albero sarà tagliato, l’ultimo fiume inquinato, l’ultimo pesce pescato, scoprirete che il denaro non si può mangiare”. Nei versi di questo famoso aforisma attribuito al capo tribù Toro Seduto ci sta molta verità. Una triste e disarmante verità.

alberi per il futuro

Per questo motivo siamo in dovere di trovare e promuovere iniziative che tutelino l’ambiente e il territorio. Alberi per il futuro nasce proprio con questo scopo: creare boschi urbani, foreste, nuovi parchi e quindi aumentare la presenza di alberi nelle nostre comunità fortemente colpite dall’inquinamento atmosferico. L’iniziativa di volontariato ambientale nasce nel 2015 tra Reggio Emilia e Milano ed è stata subito ben accolta e sostenuta da Gianroberto Casaleggio. Da quel giorno, tramite questo progetto, sono stati piantati oltre 27.000 alberi.

Quest’anno l’appuntamento è fissato per domenica 18 novembre 2018 in ben 123 comuni italiani, tra cui diversi comuni appartenenti a Emilia Romagna, Veneto e Friuli Venezia Giulia, regioni della mia circoscrizione elettorale, e personalmente io sarò all’evento di Reggio Emilia.

Per chi volesse partecipare alle prossime edizioni dell’iniziativa, il processo è molto semplice. Il primo passo da fare è quello di prendere contatti con il proprio Comune, richiedendo l’autorizzazione all’Assessorato all’Ambiente o all’Ufficio Ambiente, che successivamente indicherà le aree del comune destinate alla forestazione urbana. Con tali uffici dovrai anche prendere accordi per l’annaffiatura nei primi 2-3 anni. Una volta ricevute tutte le autorizzazioni, potrai metterti in contatto con l’ente o il vivaio regionale, che in diverse regioni forniscono gli alberi gratuitamente. Se così non fosse, è necessario acquistarli a spese proprie scegliendo tra le specie autoctone definite dall’ufficio ambiente del Comune.

Per qualsiasi informazione tu abbia bisogno, potrai avere tutte le indicazioni necessarie cliccando qui bit.ly/AlberiPerilFuturo e compilando il form.

Sono piccoli semplici gesti, che ognuno di noi può compiere ma possono davvero fare la differenza. Ogni albero in più è un passo verso il cambiamento!


Ti Potrebbe interessare anche:

pubblicato il

Manovra e Brexit: ne ho parlato a Rai News 24

Lunedì 26 novembre sono stato ospite a “La Bussola” su Rai News 24 in diretta dagli studi televisivi del Parlamento europeo di Bruxelles. È stata un’occasione per parlare in particolare della Manovra economica del nostro Governo. Ho sottolineato come il momento in cui ci troviamo sia una fase di dialogo costruttivo, dove alla base c’è▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare

pubblicato il

Riforma della PAC: per un’agricoltura più sostenibile e meno burocratica.

Realizzare una nuova politica agricola comune più sostenibile ed equa, con meno burocrazia: questo è l’obiettivo comune. Ormai da molti mesi lavoriamo per costruire una nuova politica agricola basata sul progresso, in termini di innovazione, sostenibilità, supporto. Per questo motivo, movimenti come quello di #cambiareagricoltura sono voci da ascoltare, perché partono da un principio inviolabile:▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare

pubblicato il

Obiettivi di sviluppo sostenibile per le imprese

Da anni mi sto impegnando perché, attraverso la ricerca, le imprese possano raggiungere un alto livello di competitività e innovazione. La chiave per ottenere questi risultati è puntare verso lo sviluppo di tecnologie sempre più pulite e rispettose dell’ambiente, accessibili e applicabili a qualunque tipo di impresa. In questo modo, non solo si potrà perseguire▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare

pubblicato il

Sostenibilità: al Parlamento EU l’evento per 36 PMI italiane

“La sostenibilità e gli obiettivi di sviluppo sostenibile” è stata un’importante occasione per sottolineare il ruolo giocato dalle istituzioni, dalle imprese e da tutti gli stakeholders per rendere lo sviluppo sostenibile il nuovo paradigma dell’economia europea. Una sostenibilità che coinvolge il fattore ambientale, ma investe in maniera sinergica diversi altri ambiti. Quando si parla di▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare