pubblicato il

In Brasile per verificare i sistemi di qualità e tracciabilità dell’agricoltura e della zootecnica


Share on Pinterest
There are no images.
Condividi coi tuoi amici










Inviare

Proprio un anno fa scoppiava il caso internazionale della #CarneAvariata proveniente dal Brasile, sul quale io stesso più volte intervenni in Parlamento.

Oggi sono qui in Brasile con la Commissione Agricoltura per andare ad analizzare il più possibile a fondo lo stato dell’arte del settore agricolo e zootecnico brasiliani, il livello dei sistemi sanitari di controllo e la tracciabilità in entrambi i settori. Tutto ciò è fondamentale per garantire ai cittadini europei un’importazione di prodotti alimentari sicuri e controllati, affinchè non si ripeta quanto è accaduto lo scorso anno.

La mia giornata è iniziata oggi con un primo incontro con H.E. Blairo Borges Maggi, Ministro dell’ Agricoltura, Bestiame e dell’alimentazione. 
Di seguito avremo un pranzo di lavoro con João Martins da Silva Júnior, Presidente della Confederazione dell’Agricoltura e del bestiame del Brasile (CNA).
Nel pomeriggio visiteremo il Senato Federale nel quale incontreremo il Senatore Romero Jucá per poi proseguire con un incontro molto importante per noi, con i rappresentanti di DIPOA (Ispezione dei prodotti di origine animale) subordinato all’SDA (Segretariato della difesa agricola), sul sistema di controllo ufficiale brasiliano nel settore dell’ispezione dei bovini per le carni destinate all’esportazione verso l’UE (TBC).
Dopodichè un altro aereo e un’altra destinazione (Cuiabá).

Nel corso della trasferta vi terrò aggiornati per quanto possibile, wi fi permettendo, su tutte le tappe salienti della visita.
Nel frattempo vi ripropongo il video di un anno fa che ho realizzato mentre era in corso la discussione in Parlamento Europeo sullo scandalo della #CarneAvariata brasiliana.


Ti Potrebbe interessare anche:

pubblicato il

La mia intervista a Telequattro

Sabato mattina ho partecipato in diretta alla trasmissione SvegliaTrieste su Telequattro. Siamo partiti parlando dell’accordo Italia-Cina, chiarendo la necessità di porre dei paletti che tutelino l’Italia e l’Europa per avere delle vere opportunità commerciali verso l’Oriente, attraverso un dialogo che esprima chiaramente le nostre esigenze. A livello europeo, inoltre, sarà necessario essere comunità e comportarci▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare

pubblicato il

10 azioni reali per cambiare l’Europa

Cinque anni fa, noi del Movimento 5 Stelle ci siamo messi in gioco per cambiare questo sistema, vi è ancora molto da fare e sappiamo di non essere i soli a volere una Europa che rimetta al centro della sua azione la persona e il suo benessere, una Europa che sappia creare una economia sana▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare

pubblicato il

23 maggio 1992

Voglio ricordarli così: gioiosi, appassionati, irriverenti e coraggiosi.

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare

pubblicato il

L’Europa delle eccellenze: made-in di qualità

Ci lamentiamo sempre delle arance marocchine, dell’olio tunisino e di quanto i prodotti del Nord Africa vadano a ledere la nostra capacità di produzione e di vendita nei mercati. Con i colleghi della Commissione Agricoltura siamo andati a vedere che cosa succede realmente in quei paesi per capire anche come tutelare i nostri mercati, e▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare