pubblicato il

Diritto all’informazione, fake news e censura


Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici










Inviare
Giovedì 8 giugno è andato in scena un convegno che ha visto dei relatori di grande spessore e una grande partecipazione di pubblico molto attento alle tematiche affrontate; ci siamo interrogati e ci siamo confrontati su ciò che rappresenta in questo momento storico l’informazione.

photo5893087849492883799

 
In un’ epoca sempre più veloce in cui le notizie sono fornite in tempo reale –cosa assolutamente inimmaginabile fino a qualche tempo fa- fondamentale è fermarsi e chiedersi in che direzione sta andando l’informazione.
 
È giusto censurare una notizia solo perché non c’è un immediato riscontro di veridicità oppure è giusto che siano i cittadini a comprendere se quella è una #fakenews senza dover ricorrere alla censura?
 
E se così non dovesse essere, chi ha diritto di censura? È giusto parlare di rimozione dei contenuti nei social media?
 
Nel nostro Paese, in cui la libertà di informazione è davvero preoccupante, è fondamentale fare un distinguo tra cattiva informazione e disinformazione. Partendo dall’assunto di base che #internet sia un bene comune e che vada assolutamente tutelato, vi consiglio di vedere il video dell’evento, lo trovate nei commenti.
 
Ringrazio i relatori presenti al convegno per il loro prezioso contributo, Guido Scorza, Petra Reski, Bruno Zambardino di I-Com, Max von Abendroth amministratore delegato di EMMA, Diego Ciulli di Google e Thomas Myrup Kristensen di Facebook.

Ti Potrebbe interessare anche:

pubblicato il

Data Economy, l’economia dei dati digitali

Per il M5S è fondamentale la protezione delle informazioni che circolano in rete, ma soprattutto la fiducia che i consumatori ripongono nelle piattaforme online di ogni genere, da quelle di e-commerce, ai servizi di cloud computing. Questa famosa nuvola digitale rappresenta un vero e proprio silos di informazioni e può essere la base di partenza▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare

pubblicato il

Riforma EFSA: un passo avanti verso la trasparenza

Ricordate la questione del glifosato, contro il quale l’Iniziativa dei Cittadini Europei (ICE) ha raccolto oltre un milione di firme lo scorso anno? Ne ho parlato anche qui: https://goo.gl/q2G6Sq. Riassumendo, l’ICE si batteva contro il rinnovo da parte dell’Unione Europea dell’uso del glifosato, un pesticida che costituisce una minaccia chimica per la conservazione della biodiversità.▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare

pubblicato il

Malles, sospeso lo stop ai pesticidi

A Malles, grazie ad un provvedimento del Tribunale Amministrativo Regionale, è caduto il divieto del Comune all’uso dei pesticidi in agricoltura: sarebbero infatti troppo alti i rischi per le coltivazioni, nel caso il fermo ai prodotti fitosanitari si protraesse più a lungo. Dopo il referendum del 2015 che aveva decretato la messa al bando di▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare

pubblicato il

Rivendichiamo il diritto a decidere sul nostro futuro

Il 4 marzo 11 milioni di cittadini hanno scelto il Movimento 5 Stelle, una forza politica che grazie al contratto siglato con la Lega avrebbe avuto la maggioranza assoluta in Parlamento. Ieri invece la decisione per un governo tecnico ha sancito come in Italia il voto abbia perso il suo valore, questa è una situazione▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare