pubblicato il

Emergenza uova: talmente urgente che la Commissione ci penserà a fine settembre


Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici










Inviare

Mi chiedo come sia possibile che a fronte di un’emergenza conclamata la Commissione europea se ne stia sotto l’ombrellone e non pensi di convocare immediatamente le autorità dei paesi coinvolti.
Ancora una volta l’Europa mostra la sua vera faccia, quella di un organismo burocrate, ben lontano dalle necessità dei suoi cittadini anche di fronte al caso delle uova contaminate, tant’è che convoca per il 26 settembre (!!!) una “riunione di alto livello con i ministri e le autorità interessate dalla vicenda delle uova contaminate”.

La triste verità è che dal 22 luglio, data in cui è stato lanciato il primo allarme sul caso delle uova avvelenate dall’insetticida fipronil, con il blitz delle le autorità per la sicurezza alimentare di Belgio e Olanda in alcuni capannoni dell’industria agroalimentare, ben poco di concreto è successo.  Una considerazione particolare va fatta per il nostro paese: potenzialmente è a rischio più di altri perché possiede una lunga e vasta tradizione alimentare che include le uova e i suoi derivati nella preparazione di diverse pietanze.
Cosa aspettano Martina e Lorenzin a richiede con forza che la tracciabilità dei prodotti sia totale per tutti i prodotti alimentari, e che vi sia un forte inasprimento di pene sia per le aziende che sgarrano, sia per i rispettivi paesi che silenti non fanno controlli preventivi sistematici?
Ricordo che sempre dai paesi del nord sono arrivati sulle nostre tavole la mucca pazza, l’aviaria e la carne brasiliana avariata, giusto per citare i casi più noti. Dov’è ora che serve il Governo Gentiloni? In spiaggia a scrutare il mare, mangiando uova sode al fipronil?”

Link all’articolo precedente: http://marcozullo.it/milioni-di-uova-contaminate-europa/

 


Ti Potrebbe interessare anche:

pubblicato il

#Dieselgate: la morte viaggia su strada

Ormai è acclarato, le conseguenze delle emissioni di diesel mietono ogni anno migliaia di vittime e l’Italia del Nord purtroppo detiene questo triste e preoccupante record. Il 50% dei decessi in tutta Europa dovuti a queste emissioni avvengono proprio da noi, in gran parte nel Nord Ovest d’Italia. I dati, abbastanza impietosi, provengono da due▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare

pubblicato il

Glifosato e Monsanto: sempre più le prove che confermano la relazione del pesticida con il cancro

Sempre di più sono le cause legali che vengono messe in piedi contro la Monsanto, la multinazionale che si occupa di biotecnologie agrarie e che da qualche mese è stata acquisita dalla Bayer. La storia che negli ultimi giorni ha ottenuto maggior risalto mediatico è stata quella di DeWayne Johnson, un ex giardiniere che per▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare

pubblicato il

L’arte del Friuli Venezia Giulia condivisa in Europa

Felice di aver assistito all’evento “Heroes Beyond Boundaries” (Eroi oltre i confini) del fumettista pordenonese Giulio De Vita al Comitato europeo delle Regioni a Bruxelles lo scorso mercoledì. Un momento importante per conoscere e ragionare sul linguaggio della fumettistica, arte di cui il Friuli Venezia Giulia conta vari importanti esponenti!  

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare

pubblicato il

A Maniago per i Mondiali di paraciclismo

Dal 2 al 5 agosto la città di Maniago, situata nella pedemontana pordenonese in Friuli Venezia Giulia, ha ospitato le gare dei Mondiali di paraciclismo. Le strade della cittadina hanno visto sfrecciare diversi campioni, che correvano nelle tre tipologie di gara: corsa a cronometro, corsa su strada e staffetta a squadre. L’evento si è chiuso▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare