pubblicato il

Expo, guardate cosa abbiamo scoperto con la nostra ispezione


Share on Pinterest
There are no images.
Condividi coi tuoi amici










Inviare

Sui problemi legati all´Expo sono stati scritti fiumi di inchiostro. La corruzione nel sistema di appalti, la speculazione edilizia, le opere inutili, i padiglioni non ancora terminati. Ma era necessario recarsi ad Expo per capire davvero i limiti e le contraddizioni di un´esposizione universale che doveva presentare al mondo un nuovo modello agricolo e alimentare, in grado, come recita il motto dell’esposizione, di “nutrire il pianeta”.

 

La ratio delle esposizioni universali é quella di mettere in mostra le nuove frontiere dell´ingegno umano. Un´esposizione dedicata al cibo dovrebbe essere quindi imperniata sulle nuove frontiere dell´alimentazione, quelle che rimano con un utilizzo sostenibile delle risorse ambientali, animali ed economiche.

All´interno di Expo tutto dovrebbe parlare di biodiversitá e sostenibilitá. Invece alla biodiversitá é dedicato uno spazio ben delimitato, dove si trovano un supermercato, una pizzeria e poco altro. Nella zona dedicata al Bio non ci si finisce nemmeno per sbaglio. L´area si trova di fronte all´ingresso Est, da dove entra appena l´1,2% dei visitatori. I padiglioni piú visitati, cosí come l´ingresso Ovest, distano oltre due chilometri.

Nella zona di grande passaggio, i visitatori non trovano padiglioni dedicati alle nuove tecniche nel campo del biologico o dell´agricoltura biodinamica. Come nei centri cittadini delle nostre cittá trovano, manco a dirlo, i grandi marchi, McDonald´s e Coca Cola, che a suon di fatturato hanno convinto gli organizzatori a diventare addirittura sponsor dell´esposizione universale.

E in quello che, a tratti, appare come un immenso parco giochi, un paese dei balocchi un po´ pacchiano, gli unici a non trovare spazio sono i piccoli produttori, le piccole e medie imprese che fanno della ricerca della qualitá e della sostenibilitá la loro ragione di essere.

A loro, nessuno ha chiesto quali siano le nuove sfide dell’alimentazione.


Ti Potrebbe interessare anche:

pubblicato il

#EndTheCageAge – Firma contro gli allevamenti in gabbia!

Cosa stiamo facendo agli animali negli allevamenti? Anche un bambino potrebbe accorgersene: tutto ciò è crudele. Gli animali sono esseri senzienti, in grado di provare dolore e gioia. Gli animali allevati in gabbia sono soggetti a enormi sofferenze perché sono severamente limitati nei loro movimenti e viene loro impedito di esprimere quasi tutti i comportamenti▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare

pubblicato il

L’uomo è ciò che mangia, ma in ambito alimentare manca la corretta informazione

Domenica a Milano ho avuto modo di esporre le mie idee in merito all’alimentazione, sostenuto dall’esperienza del Dr. Antonino Frustaglia, medico cardiologo direttore emerito dell’istituto geriatrico Redaelli. L’alimentazione è un anello fondamentale nella salvaguardia della salute e dal mio punto di vista le priorità su cui lavorare sono qualità, varietà e spreco. È importante variare▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare

pubblicato il

Lo strapotere della GDO vs piccoli produttori: un sistema da combattere

Grande distribuzione organizzata e piccoli produttori sono le due facce della stessa medaglia. Nella globalizzazione la GDO gioca il ruolo da protagonista producendo in enormi quantità, spesso senza considerare la domanda, sfruttando e sprecando le risorse della terra. La tendenza è quella della massimizzazione dei profitti, perciò il problema riguarda l’imposizione di prezzi alti ai▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare

pubblicato il

Evento > Alimentare: dal nutrimento sano al benessere sociale

L’evento “Alimentare” sarà un momento di condivisione e confronto sul tema dell’economia sana, legata indissolubilmente al benessere della persona. In questo senso, il titolo scelto assume un carattere più ampio: alimentare inteso come nutrimento del corpo, della mente, della terra e della società. Questo è in breve l’appuntamento che si terrà a Bologna sabato 13▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare