pubblicato il

Flusso dei dati non personali: un nuovo Regolmento


Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici










Inviare

Il confine tra dati personali e dati non personali è spesso molto sfumato. Per tutelare maggiormente gli utenti nel caso di flussi di dati non personali abbiamo presentato una serie di emendamenti andati a buon fine. È un successo importante quello raggiunto oggi, lunedì 4 giugno, perché la cosiddetta Data Economy è uno dei temi più caldi del dibattito europeo.

FLUSSO DEI DATI NON PERSONALI UN NUOVO REGOLAMENTO
FLUSSO DEI DATI NON PERSONALI UN NUOVO REGOLAMENTO
FLUSSO DEI DATI NON PERSONALI UN NUOVO REGOLAMENTO

Il libero flusso dei dati non personali dovrebbe rendere più facile e meno costoso per le imprese operare a livello transfrontaliero senza dover duplicare i sistemi informatici o salvare gli stessi dati in luoghi diversi e rappresentare un altro importante tassello per la costruzione del mercato unico digitale.
In altre parole, eliminare gli ostacoli ai flussi transfrontalieri sarà essenziale per sviluppare un’economia legata ai dati e per rendere concreta la quinta libertà del mercato unico.
Occorre chiarire che il Regolamento riguarda solo il flusso di dati non personali all’interno dell’Unione Europea e non copre il movimento dei dati con Paesi non Ue. Questi movimenti vengono regolamentati da accordi bilaterali tra Paesi.

Le novità del Regolamento

Con questo Regolamento, gli Stati Membri non possono più imporre alle proprie imprese di mantenere e utilizzare i dati non personali all’interno del proprio territorio, a meno che questo non venga giustificato da ragioni di pubblica sicurezza. Ma non viene imposto a nessuno Stato il trasferimento di Dati all’interno dell’Ue. Ogni Stato potrà decidere dove localizzarli.
Inoltre, iI libero flusso dei dati non personali non pregiudicherà gli obblighi delle imprese e delle altre organizzazioni di fornire determinati dati per i controlli previsti dalla legge. Anzi, le autorità competenti potranno esercitare i diritti di accesso ai dati indipendentemente dal luogo di archiviazione o elaborazione nell’Unione Europea.
Verranno quindi facilitati il cambio di fornitore e la portabilità dei dati, dove per portabilità dei dati si intende che un consumatore e un’impresa possono facilmente spostare i propri dati da un sistema ad un altro. Ad oggi, non ci sono garanzie per la portabilità di dati non personali anche per servizi online largamente usati come i fornitori di Cloud hosting. Il tema è rilevante sia nei rapporti tra impresa e impresa (B2B) nei rapporti tra impresa e consumatore (B2C). Per quanto riguarda il B2C, la questione si presenta se il consumatore che compra un strumento che genera dati, come un cellulare, debba avere il diritto di portabilità dei dati generati da quello strumento.
Tra le altre novità, per ciascuno Stato membro viene istituito un punto di contatto unico che funge da collegamento con i punti di contatto degli altri Stati Membri e con la Commissione al fine di garantire l’effettiva applicazione delle nuove norme sul libero flusso dei dati non personali.
Infine, il Regolamento chiarisce che tutte le disposizioni di sicurezza che vengono applicate oggi, verranno attuate in futuro anche alle imprese e alle amministrazioni pubbliche, anche quando i dati vengono archiviati o elaborati in un altro Stato membro. Le nuove misure poggiano sul meccanismo di implementazione fornito nella direttiva sulla Sicurezza delle Reti e dei Sistemi di Informazione (NIS) e sul nuovo quadro normativo sulla Cybersicurezza.


Ti Potrebbe interessare anche:

pubblicato il

Siamo noi a guidare il trattore, se lo vogliamo

In questi anni (ormai siamo quasi a 4) in cui mi occupo di agricoltura qui in Parlamento europeo, ho avuto l’opportunità di conoscere diverse realtà produttive e distributive sia per dimensione, che per modello organizzativo che per approccio. Ho così potuto osservare anche un’evoluzione molto netta nelle scelte d’acquisto delle persone grazie ad una maggiore▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare

pubblicato il

Portabilità transfrontaliera, dal 1 aprile i tuoi abbonamenti online potranno viaggiare con te in tutta Europa

Come vi avevo annunciato alcuni mesi fa (http://marcozullo.it/campagne/portabilita/) dal 1° aprile entrano in vigore in tutta Europa le norme che regolano la fruizione dei contenuti online in abbonamento. Cosa vuol dire? Che siamo riusciti a garantire che se acquistiamo in Italia un abbonamento ad un servizio online per guardare dei film o la serie tv▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare

pubblicato il

L’agricoltura in Italia è una priorità

Ieri con il nostro candidato presidente alla regione Friuli Venezia Giulia Alessandro Fraleoni Morgera, ho avuto un interessante incontro al Consorzio Agrario FVG con la sua direzione nonchè col presidente di Coldiretti. Di seguito abbiamo incontrato i presidenti delle cooperative vitivinicole tra la più rilevanti del regione. Più mi interfaccio col mondo dell’agricoltura italiana, che ha▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare

pubblicato il

Convenzione di Istanbul contro la violenza sulle donne

Mercoledì 13 giugno, un giorno importante per l’Unione Europea che ha festeggiato il primo anno dalla firma della “Convenzione del Consiglio d’Europa sulla prevenzione e la lotta contro la violenza nei confronti delle donne e la violenza domestica”, o più semplicemente detta “Convenzione di Istanbul”. Questo documento costituisce il primo vero strumento internazionale che considera▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare