pubblicato il

Fondi europei: un’opportunità da cogliere, soprattutto per i giovani agricoltori.


Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici










Inviare

L’Italia è seconda nella classifica sull’utilizzo dei fondi europei messi a disposizione da Bruxelles per gli Stati membri (nel settennato 2014-2020 può contare su oltre 73 miliardi di euro) ma, fino all’arrivo del governo del cambiamento, non è stata in grado di cogliere questa opportunità. Ce lo dice la relazione della Commissione Ue sull’uso dei cinque fondi strutturali europei: Fondo agricolo per lo sviluppo rurale, per la coesione, per lo sviluppo regionale, per la pesca e fondo sociale. Per consultare la relazione strategica 2017 relativa all’attuazione dei fondi strutturali e di investimento europei clicca qui:  https://ec.europa.eu/transparency/regdoc/rep/1/2017/IT/COM-2017-755-F1-IT-MAIN-PART-1.PDF

Le cose stanno ora evolvendo grazie all’attenzione che il Movimento 5 Stelle sta rivolgendo alla tematica. Vogliamo invertire la rotta e cogliere ogni opportunità messa a disposizione per migliorare il benessere del nostro Paese, anche utilizzando questi finanziamenti che ci spettano di diritto: i fondi europei sono un’occasione da non perdere, che permetterebbe di realizzare progetti imprenditoriali virtuosi con un’importante ricaduta sul territorio sia dal punto di vista economico, sia dal punto di vista sociale.
In particolare mi preme evidenziare le numerose opportunità per i giovani agricoltori, perché l’Europa emette disposizioni che favoriscono l’ingresso nel mondo agricolo degli under 40, con la possibilità di ricevere finanziamenti a fondo perduto. Si tratta di fondi indiretti, ai quali è possibile accedere rivolgendosi agli enti istituzionali locali che li gestiscono. L’argomento è complesso, per beneficiare delle risorse economiche messe a disposizione dall’Europa è necessario avere dei canali di informazione aggiornati e delle competenze specifiche che spesso le piccole realtà imprenditoriali italiane non possono permettersi di avere. Per questo noi del Movimento 5 Stelle ci impegniamo a diffondere informazioni sul processo di adesione, sensibilizzando aziende, professionisti e imprenditori sulle modalità necessarie per poter fruire dei fondi europei, anche attraverso percorsi formativi come quelli che ho organizzato a Pordenone, col supporto del gruppo parlamentare EFDD.


Ti Potrebbe interessare anche:

pubblicato il

A Cordenons per sostenere l’iniziativa “Adotta un’aiuola”

Encomiabile azione quella del M5S Cordenons, che con “adotta un’aiuola” gestirà per 3 anni il parco pubblico di questa bella cittadina della provincia di Pordenone, in Friuli Venezia Giulia. L’iniziativa lanciata dall’amministrazione comunale è stata colta subito con favore dai consiglieri pentastellati Gianpaolo Biason e Paola De Anna che, insieme agli attivisti del Movimento e▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare

pubblicato il

Siamo noi a guidare il trattore, se lo vogliamo

In questi anni (ormai siamo quasi a 4) in cui mi occupo di agricoltura qui in Parlamento europeo, ho avuto l’opportunità di conoscere diverse realtà produttive e distributive sia per dimensione, che per modello organizzativo che per approccio. Ho così potuto osservare anche un’evoluzione molto netta nelle scelte d’acquisto delle persone grazie ad una maggiore▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare

pubblicato il

Parliamo di intelligenza artificiale

In commissione Mercato Interno e Tutela del Consumatore parliamo di #intelligenzaartificiale #IA. Puó un algoritmo avere personalità giuridica? Di chi sarà la responsabilità? Della macchina o del costruttore? La frase nell’immagine è una citazione di Alan Turing, l’inventore della Macchina di Turing, il primo moderno computer del ventesimo secolo, riporta: “Propongo di considerare la domanda: “possono le▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare

pubblicato il

Nell’agroalimentare premiamo la qualità: i nostri agricoltori devono tornare a fare reddito

Ieri ho incontrato i rappresentanti di Confagricoltura Rovigo in Parlamento europeo per ascoltare quali difficoltà affrontano i nostri agricoltori. Spesso infatti, dietro a dei prodotti italiani di altissima qualità ci sono degli agricoltori che fanno fatica a fare reddito a causa di normative europee che di fatto penalizzano la qualità dei controlli svolti in Italia. Di conseguenza▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare