pubblicato il

Glifosato? La verità è che non hanno idea di cosa fare


Share on Pinterest
There are no images.
Condividi coi tuoi amici










Inviare

Siamo stati eletti nelle Istituzioni per portare la voce dei cittadini; bene, i cittadini si sono espressi: sono state raccolte oltre un milione e trecentomila firme per fermare l’uso del glifosato. Ora io mi chiedo come sia possibile che la Commissione, un organo non eletto da nessun cittadino europeo, ignori queste richieste e prenda tempo.

Quant’ è importante proteggere la salute dei cittadini europei dagli interessi delle grandi multinazionali? Il Commissario Andriukaitis deve dare a questa domanda una risposta chiara e trasparente una volta per tutte. Il movimento di cui sono portavoce si è battuto e continua a battersi per il divieto assoluto e immediato del glifosato… per l’impatto nocivo che ha non solo sulla salute umana ma anche sull’ambiente. E questo non sono io a dirlo ma l’Agenzia Internazionale per la ricerca sul cancro.

La proposta iniziale della Commissione di ri-autorizzare il glifosato per altri 7 o 10 anni ha giustamente indignato tutti e ha creato proteste da parte di movimenti di consumatori e associazioni ambientaliste. Il Parlamento, con mio grande rammarico, ha già diluito la nostra proposta, posticipando al 2020 ciò che andrebbe fatto subito.

Davvero lo scandalo dei Monsanto papers e le proteste dei cittadini rischiano di portare ad un nulla di fatto? Che cosa accadrà in caso di stallo al Consiglio? Se continueranno a giocare ancora con la salute dei cittadini, i cittadini non lo perdoneranno e saranno le prossime elezioni a dimostrarlo.

#StopGlifosato


Ti Potrebbe interessare anche:

pubblicato il

Droni per un’agricoltura di precisione

Nei giorni scorsi ho avuto il piacere di visitare Drone-Zone, una giovane azienda di Pasiano di Pordenone (FVG) che realizza droni destinati a diversi scopi. Tra questi ritroviamo l’agricoltura di precisione. Di cosa si tratta? Di una tecnica decisamente all’avanguardia per il settore, sulla quale molti Paesi del mondo stanno già investendo in maniera cospicua.▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare

pubblicato il

Il lavoro senza dignità non deve esistere

Purtroppo nell’ambito agricolo siamo costretti ad affrontare il fenomeno del Caporalato, che si basa sulla gestione criminale del mercato del lavoro a danno soprattutto dei lavoratori. La gran parte di questi sono extracomunitari, che hanno estremo bisogno di lavorare e che quindi vengono reclutati e sfruttati da individui che molto spesso sono collegati o fanno▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare

pubblicato il

Lottare contro la fame, lottare per una qualità migliore del cibo

Durante la mia visita a New York ho incontrato le rappresentanti della FAO, l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura.  Dal nostro incontro sono emerse alcuni interessanti istanze che personalmente condivido e che ho sempre portato avanti durante la mia legislatura in Parlamento Europeo. Infatti, nonostante il motto latino della FAO sia “fiat panis” (“che▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare

pubblicato il

Spose bambine: la cultura non può essere una giustificazione

Da qualche settimana il dibattito pubblico in Svezia è occupato da un tema sociale molto delicato: quello delle spose bambine. Si discute dei matrimoni tra uomini adulti e bambine o ragazzine tra la popolazione dei migranti. Argomento trattato anche da noi del Movimento 5 Stelle direttamente nelle aule del Parlamento europeo, e che ci ha▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare