pubblicato il

Il Reddito di Cittadinanza: il M5S incontra i cittadini a Pordenone


Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici










Inviare

C’è bisogno di fare ancora chiarezza sul Reddito di Cittadinanza, cavallo di battaglia del nostro Governo. Molti infatti hanno una visione decisamente distorta di ciò che è in realtà questo provvedimento.

reddito di cittadinanza

Nella Legge di Bilancio verranno stanziati 9 miliardi di euro nel Fondo di nuova istituzione per il Reddito e la Pensione di Cittadinanza. 6,8 miliardi sono nuovi, mentre 2,2 provengono dall’assorbimento del Rei, il Reddito di Inclusione, che verrà comunque erogato fino al momento in cui non sarà attivo il Reddito di Cittadinanza. I 9 miliardi complessivi saranno stanziati anche per gli anni successivi, e uno di questi 9 miliardi sarà dedicato al potenziamento dei Centri per l’Impiego.

Si tratta quindi di offrire, a chi è senza reddito, una mensilità pari a 780€ potenzialmente aumentabili in relazione al numero di componenti della famiglia. È una misura per sostenere i consumi, incrociare domanda e offerta di lavoro e dare ossigeno alle famiglie in momentanea difficoltà. Permettiamo ai giovani disoccupati di rientrare nel mondo del lavoro e di costruirsi un futuro più stabile. Diamo un reddito solo a chi farà formazione continua e si metterà al servizio della propria comunità per 8 ore a settimana. Attraverso la rifondazione dei centri per l’impiego offriamo tre proposte di lavoro eque. Chi le rifiuta, perde il reddito. Chi fa il furbo finisce in galera.

In Europa sono 26 Paesi su 28 a prevedere misure di sostegno al reddito, e con i 9 miliardi di euro stanziati nella manovra del Governo e la riforma dei Centri per l’impiego anche l’Italia si appresta finalmente a ridare dignità e nuove opportunità a chi è in attesa di ritrovare una sicurezza economica.

In molti ci contattano per chiedere informazioni, per chiarire dubbi. Insieme ai miei colleghi del Movimento 5 Stelle, credo che organizzare un evento con i cittadini, rappresenti la strada migliore per poter spiegare in cosa consiste il reddito di cittadinanza e quali sono i suoi vantaggi. Per questo motivo, venerdì 9 novembre alle ore 20.30 presso l’Auditorium di Pordenone in Largo San Giorgio 12, avrà luogo l’evento per parlare proprio di Reddito di Cittadinanza.

Il nostro ruolo, in quanto portavoce, è in primis questo: aprirci al dialogo, mettendoci a totale disposizione dei nostri cittadini.


Ti Potrebbe interessare anche:

pubblicato il

L’inizio del cambiamento

“Se lo puoi sognare, lo puoi fare” ci ha ricordato Beppe Grillo. Ora il nostro sogno è diventato realtà. Venerdì 1° giugno Giuseppe Conte si è presentato al Quirinale per la cerimonia del giuramento davanti al Presidente della Repubblica Mattarella. Nella sua squadra di governo gialloverde sono coinvolti, tra gli altri, il nostro capofila del▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare

pubblicato il

L’Italia non è più sola: facciamo il punto sul tema migranti

Un tema sempre molto caldo, che ha accompagnato fin dall’inizio in nostro Governo del Cambiamento, è quello dei migranti. Partivamo da una situazione in cui l’Italia era costretta a subire passivamente e a gestire in autonomia tutti gli sbarchi e i richiedenti asilo che si avvicinavano alle proprie coste. Ma con il Governo Conte l’Italia▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare

pubblicato il

Malles, sospeso lo stop ai pesticidi

A Malles, grazie ad un provvedimento del Tribunale Amministrativo Regionale, è caduto il divieto del Comune all’uso dei pesticidi in agricoltura: sarebbero infatti troppo alti i rischi per le coltivazioni, nel caso il fermo ai prodotti fitosanitari si protraesse più a lungo. Dopo il referendum del 2015 che aveva decretato la messa al bando di▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare

pubblicato il

Rivendichiamo il diritto a decidere sul nostro futuro

Il 4 marzo 11 milioni di cittadini hanno scelto il Movimento 5 Stelle, una forza politica che grazie al contratto siglato con la Lega avrebbe avuto la maggioranza assoluta in Parlamento. Ieri invece la decisione per un governo tecnico ha sancito come in Italia il voto abbia perso il suo valore, questa è una situazione▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare