pubblicato il

Investire nella canapa? Tutto quello che c’è da sapere


Share on Pinterest
There are no images.
Condividi coi tuoi amici










Inviare
Oggi la canapa industriale rappresenta una grande opportunità per innovare il mondo agricolo industriale, tant’è che questa pianta viene impiegata in un’ampia gamma di prodotti: generi alimentari, carta, tessuti, fibre, filati, materiali da costruzione e per l’isolamento e altri prodotti lavorati.
Nel 2015 in Europa sono stati coltivati a canapa industriale quasi 22.000 ettari di terreno, più di 11.500 dei quali nella sola Francia. Questo Paese investe annualmente 1,7 milioni di euro nel settore della canapa, garantendosi il primato europeo nella produzione. La legge italiana invece, approvata recentemente, prevede un sostegno al settore di soli 700 mila euro.
E’ evidente quindi che ci vogliano maggiori fondi per poter lanciare un sistema produttivo strutturato che abbia tutte le caratteristiche per potere affermarsi in questo mercato.
L’introduzione di coltivazioni di canapa può oggi essere finanziata dalla Unione Europea attraverso i pagamenti diretti e varie forme di finanziamento, da quelle in capitale fisico, cioè in macchinari, a quelle investimenti per i piani di greening, agli investimenti per lo sviluppo delle aziende e imprese agricole per giovani.
Ecco quello che c’è da sapere per investire nella canapa:

Ti Potrebbe interessare anche:

pubblicato il

Fucina: il futuro in tavola!

Vi aspetto tutti venerdì prossimo alle ore 18.30 presso il Teatro Gustavo Modena a Palmanova, Udine. Perché ho voluto fortemente organizzare quest’evento? Perché non si può più attendere, perché il futuro è già qui ed e vivo e presente più che mai. È importante conoscere e ragionare su ciò che accadrà, sulle visioni che provengono▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare

pubblicato il

Tuteliamo la buona produzione, tuteliamo il Made In Italy

Come ho ribadito all’evento “Bio e Made in Italy” di Piacenza di domenica scorsa, per tutelare il Made in Italy occorre fare squadra.   A livello nazionale servirebbe un accordo chiaro tra produttori, trasformatori e commercianti, che punti realmente ad una tutela del Made in Italy. Purtroppo siamo molto in ritardo dall’ottenere un risultato simile▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare

pubblicato il

Quote latte: a pagare siano i responsabili della malagestione, non i cittadini

La condanna della Corte di giustizia europea per le quote latte secondo cui l’Italia “è venuta meno agli obblighi” per la produzione di latte in eccesso rispetto alla quota nazionale è un grande batosta. Chi politicamente è responsabile di tale sentenza -relativa al mancato recupero di una cifra stimata in 1,34 miliardi di multe sulle▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare

pubblicato il

A Roma per parlare di agricoltura

Mentre attendiamo notizie positive per la formazione del nuovo governo, comunque a Roma il lavoro va avanti con i colleghi portavoce nazionali della Commissione #Agricoltura del MoVimento 5 Stelle.

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare