pubblicato il

L’area a caldo della Ferriera di Servola non è il futuro di Trieste


Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici










Inviare

Trieste è da anni sotto scacco da parte di una realtà, la Ferriera, che la rende ambientalmente dannosa per la salute dei suoi abitanti, e la cui contropartita è l’occupazione, o ancor meglio, i paventanti licenziamenti in caso di chiusura.

Non credo sia possibile ipotizzare un futuro per questa città che veda ancora uno scenario del genere.

Per disegnare una Trieste diversa è necessario innanzitutto che i cittadini siano informati, conoscano la situazione attuale e siano consapevoli che problemi come quello della presenza ingombrante di una ferriera in città, in altre realtà sono stati risolti, preservando ambiente e lavoro.


Non è semplice, si tratta di fare un’analisi dello status quo ambientale attendibile, di bonificare parte del territorio, di fare investimenti importanti o di fare riconversioni compatibili con le esigenze ambientali.

Sabato 2 dicembre a Trieste ci sarà un incontro moderato da Stefano Tieri, giornalista del Fatto Quotidiano in cui si parlerà di questo argomento in modo approfondito, e molti dei miei colleghi portavoce locali saranno presenti con le proposte del M5S.

Chi ha a cuore il futuro di Trieste partecipi e dia un contributo al cambiamento di questa città.

#FerrieradiServola #Trieste


Ti Potrebbe interessare anche:

pubblicato il

Raggiunto l’accordo per il codice delle comunicazioni elettroniche

Dopo un iter legislativo durato quasi due anni, è stato raggiunto l’accordo politico fra il Parlamento Europeo e il Consiglio dell’Unione Europea sul nuovo Codice delle Comunicazioni Elettroniche, il cui ultimo aggiornamento risale al 2009. Inizialmente esaminato dalle Commissioni ITRE e IMCO del Parlamento Europeo, quest’ultimo il 25 Ottobre 2017 approvò il mandato per iniziare le negoziazioni col▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare

pubblicato il

Fucina – Il futuro in tavola

Io personalmente penso che la politica abbia una responsabilità enorme nel costruire il futuro. Penso però anche che sia la buona volontà dei cittadini a determinare la strada concreta da poter intraprendere. Ecco perché nell’evento “Fucina – Il futuro in tavola” tenutosi a Palmanova ho voluto fortemente coinvolgere chi, con le proprie azioni, si è▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare

pubblicato il

Sempre più vicini a un accordo contro le pratiche sleali

Come vi avevo già anticipato qui: https://goo.gl/MUa6XT, la scorsa settimana ho partecipato in aula alla discussione sulle pratiche sleali. Ho apprezzato l’ottimo lavoro che il relatore ha fatto presentando il suo progetto e condivido molte delle soluzioni che sono state proposte rispetto alle perplessità che avevo esposto nei precedenti dibattiti. Mi trovo d’accordo sul fatto▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare

pubblicato il

Parliamo di intelligenza artificiale

In commissione Mercato Interno e Tutela del Consumatore parliamo di #intelligenzaartificiale #IA. Puó un algoritmo avere personalità giuridica? Di chi sarà la responsabilità? Della macchina o del costruttore? La frase nell’immagine è una citazione di Alan Turing, l’inventore della Macchina di Turing, il primo moderno computer del ventesimo secolo, riporta: “Propongo di considerare la domanda: “possono le▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare