pubblicato il

A Maniago per i Mondiali di paraciclismo


Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici










Inviare

Dal 2 al 5 agosto la città di Maniago, situata nella pedemontana pordenonese in Friuli Venezia Giulia, ha ospitato le gare dei Mondiali di paraciclismo. Le strade della cittadina hanno visto sfrecciare diversi campioni, che correvano nelle tre tipologie di gara: corsa a cronometro, corsa su strada e staffetta a squadre. L’evento si è chiuso in bellezza per il nostro team italiano che ha conquistato il primato del medagliere più ricco, con ben 17 medaglie, di cui 9 ori, 4 argenti e 4 bronzi. Ma vincitori possono davvero essere considerati tutti, perchè hanno dato dimostrazione di uno sport sano, fatto di concorrenza agonistica positiva, impegno e determinazione.

Mondiali Paraciclismo Maniago

Davvero un esempio per ognuno di noi.
Al Mondiale ho preso parte anche io nella giornata conclusiva in occasione delle premiazioni, insieme ai miei colleghi del Movimento 5 Stelle Luca Sut, deputato del Parlamento italiano e Mauro Capozzella, consigliere regionale del Friuli Venezia Giulia. È stato davvero un piacere e soprattutto un onore assistere al Mondiale e incontrare gli atleti partecipanti. Molto emozionanti anche le parole di Vincenzo Zoccano, Viceministro del nostro Governo alla famiglia e disabilità. Dal palco della premiazione per il Team Relay, ha osservato nel suo discorso come il miglioramento della vita di una persona disabile, vada di conseguenza a migliorare anche quella di tutta la comunità. Inoltre, ha sottolineato come lo sport unisca e valorizzi sia le persone che il territorio e che il mondo paralimpico dovrebbe contaminare con i suoi valori lo sport olimpico.
Al Parlamento Europeo sono tra i relatori sulla Direttiva riguardante l’Accessibilità, e ci stiamo confrontando a riguardo con il Consiglio e la Commissione Europea. Gli ostacoli da superare non sono pochi, perché è forte l’idea che interventi a favore di disabili o di chi possiede limitate funzionalità rappresentino meramente dei costi da sostenere. Ma al contrario, proprio come dice il Viceministro Zoccano, avere un mondo senza ostacoli o barriere sarà a beneficio di tutti i cittadini e dell’intera comunità.


Ti Potrebbe interessare anche:

pubblicato il

Spazio Europa: 9 e 10 marzo a Milano

🗓 9 e 10 marzo: SPAZIO EUROPA a Milano – Quattro grandi aree e tre laboratori attivi per accogliere attività di formazione, gruppi di lavoro, dibattiti, presentazioni di libri e interventi di ospiti speciali – Un percorso che si snoda attraverso molteplici sale a tema – 12 funzioni di Rousseau da scoprire – 5.000+ presenze▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare

pubblicato il

Reddito di Cittadinanza: lo Stato vicino alle persone

Ieri il Consiglio dei Ministri ha approvato il Reddito di Cittadinanza e la Quota 100, raggiungendo una tappa davvero fondamentale. Infatti, sono due misure che costituiscono un grande progetto di politica economica e sociale e vanno a rispondere agli impegni che il nostro Governo ha preso fin dall’inizio con i cittadini e che il Movimento▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare

pubblicato il

Come funziona il Reddito di Cittadinanza?

Dopo anni di battaglie in Parlamento il Reddito di Cittadinanza diventa realtà anche in Italia. Una rivoluzione felice: da ora lo Stato non ti chiede, ma ti dà. Una grande vittoria, non solo per il Movimento 5 Stelle, ma per tutto il popolo italiano, soprattutto per le 5 milioni di persone che momentaneamente si trovano▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare

pubblicato il

Giornata Nazionale per la Prevenzione dello Spreco Alimentare

Oggi è la Giornata Nazionale per la prevenzione dello spreco alimentare. I dati che ci arrivano su questo tema dagli Osservatori nazionali e dalla FAO, sono tutt’altro che rassicuranti. In Italia lo spreco alimentare supera i 15 miliardi all’anno che equivale allo 0,88% del PIL. Un numero terribilmente preoccupante. Inoltre, va sottolineato un particolare: l’80%▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare