pubblicato il

Manovra del popolo: reddito di cittadinanza, pensioni anticipate e molto altro!


Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici










Inviare


Usciamo da una settimana davvero carica di emozioni e risultati. Il nostro Governo del Cambiamento è riuscito a portare a casa la vera #ManovraDelPopolo.
Ma, concretamente, di cosa stiamo parlando?
Ora ve lo spiego. L’accordo raggiunto dal Consiglio dei Ministri nella serata di giovedì 27 settembre riguarda una nota di aggiornamento al Documento di Economia e Finanza (DEF) della legge finanziaria. Quest’ultima è di fatto la legge che stabilisce in che modo lo Stato possa spendere i soldi pubblici per i tre anni successivi, nonché il tetto di indebitamento dello Stato stesso.
La spesa da coprire attraverso i prestiti, quindi il deficit, è stato fissata al 2,4%. Con questi soldi ci sarà la possibilità di finanziare tutte le misure previste dall’accordo del Governo del Cambiamento.

  • Reddito di cittadinanza e pensioni di cittadinanza: per queste due misure saranno stanziati 10 miliardi per il 2019 e 11 miliardi per il 2020 e il 2021. Reddito di cittadinanza e pensioni minime sono stati fissati a 780 €, in modo tale che più nessuno si trovi al di sotto della soglia di povertà assoluta. Per ottenere il reddito di cittadinanza bisognerà partecipare a programmi di riqualificazione presso i centri per l’impiego, che a loro volta saranno riformati e potenziati grazie ai due miliardi destinati a tale scopo.
  • Flat Tax per partite IVA e imprese: verrà esteso il regime forfettario al 15% di aliquota fino ai 65 mila euro di fatturato, con uno scaglione al 20% fino ai 100 mila euro. La platea dei destinatari del nuovo regime forfettario salirà così a 1,5 milioni.
  • Superamento della legge Fornero: che tradotto significa “pensione anticipata” con il meccanismo della quota 100: si potrà andare in pensione con 62 anni di età e 38 anni di contributi versati.
  • IRES verde: sono degli incentivi fiscali di cui potranno beneficiare tutte le imprese che si dedicano a sviluppare strategie di riduzione dell’inquinamento e delle tecniche dannose per l’ambiente.
  • Risarcimento dei truffati dalle banche: 1,5 miliardi saranno stanziati per coprire questa misura e quindi rendere giustizia a tutti quei risparmiatori che hanno perso dei soldi con il fallimento della propria banca o subìto delle truffe da parte degli istituti bancari.

Ci sarà chi avanzerà dubbi sulla fattibilità di queste proposte e le coperture economiche. Non vi fate ingannare, non si risolvono i problemi con la bacchetta magica ma con la caparbietà e una visione concreta e coraggiosa. L’approvazione della nota di aggiornamento al DEF è il primo passo dell’iter che vedrà queste nostre proposte diventare realtà. È un passo importante perché definisce che prima ci sono i cittadini e i loro bisogni. È finito il tempo di usare gli algoritmi economici come alibi. Abbiamo intrapreso il cammino del cambiamento. Non sarà facile, ma la direzione è tracciata!


Ti Potrebbe interessare anche:

pubblicato il

Il consiglio dei ministri ha approvato il decreto dignità

In Italia il cambiamento sta procedendo a gonfie vele. Il Ministro del Lavoro Luigi Di Maio ha annunciato che il Consiglio dei Ministri ha approvato un nuovo decreto legge fortemente voluto dal Movimento 5 Stelle. Stiamo parlando del cosiddetto “Decreto dignità”. Contratti a termine, licenziamenti ingiustificati, delocalizzazioni, e pubblicità del gioco d’azzardo sono i temi▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare

pubblicato il

Sostenibilità: al Parlamento EU l’evento per 36 PMI italiane

“La sostenibilità e gli obiettivi di sviluppo sostenibile” è stata un’importante occasione per sottolineare il ruolo giocato dalle istituzioni, dalle imprese e da tutti gli stakeholders per rendere lo sviluppo sostenibile il nuovo paradigma dell’economia europea. Una sostenibilità che coinvolge il fattore ambientale, ma investe in maniera sinergica diversi altri ambiti. Quando si parla di▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare

pubblicato il

Due milioni dagli stipendi M5S verranno donati alla Protezione Civile per l’emergenza alluvione

Dal primo giorno ognuno di noi eletti del Movimento 5 Stelle ha restituito parte del proprio stipendio in occasione dei cosiddetti “Restitution Day”. Questo mese di novembre si concluderà con un’altra iniziativa del genere. Come dichiarato dal nostro Vice Premier Luigi Di Maio, a fine luglio abbiamo già fatto un Restitution Day, ed ora, da▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare

pubblicato il

A Cordenons per sostenere l’iniziativa “Adotta un’aiuola”

Encomiabile azione quella del M5S Cordenons, che con “adotta un’aiuola” gestirà per 3 anni il parco pubblico di questa bella cittadina della provincia di Pordenone, in Friuli Venezia Giulia. L’iniziativa lanciata dall’amministrazione comunale è stata colta subito con favore dai consiglieri pentastellati Gianpaolo Biason e Paola De Anna che, insieme agli attivisti del Movimento e▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare