pubblicato il

Obbligatorietà dei vaccini? La strada non è questa


Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici










Inviare

Spingere verso una campagna di vaccini obbligatori non è la strada migliore: la via maestra è quella della raccomandazione e di una informazione corretta ed esaustiva nei confronti dei genitori, che devono avere tutte le conoscenze necessarie per compiere una scelta consapevole e responsabile nei confronti dei loro figli e della comunità. Rendere obbligatorio un vaccino, pena la mancata iscrizione negli asili o nelle scuole, non avrebbe nessun effetto sulla consapevolezza dei genitori.

In merito alla vaccinazione la Regione Friuli Venezia Giulia si dovrebbe invece mobilitare e avviare delle campagne informative coinvolgendo le Aziende sanitarie, i pediatri e le istituzioni affinché i genitori vengano informati esaustivamente per metterli in grado di compiere questa importante scelta per la salute dei propri figli e della comunità. Introdurre semplicemente un obbligo consentirebbe, forse, di aumentare la percentuale di bambini vaccinati ma senza fare un passo avanti nei confronti della crescita della comunità.

MEME_Vaccini_02

L’Italia sull’argomento vaccini è controcorrente rispetto al resto dell’Europa e denota un’arretratezza su questo argomento. L’orientamento prevalente negli Stati europei è infatti la raccomandazione e non l’obbligo nelle vaccinazioni: metà degli stati membri non adotta nessun vaccino obbligatorio, pur mantenendo percentuali di vaccinazione molto elevate. La copertura vaccinale media in Europa è infatti del 93 per cento, il che evidenzia come molti programmi europei risultino efficaci anche senza l’obbligo.

Ritengo sia fondamentale potenziare le campagne di informazione, offrire ai cittadini le corrette indicazioni, attuare riforme sociosanitarie per indirizzare verso forme di vaccinazioni personalizzate, migliorare le condizioni igieniche scolastiche e mantenere una corretta e sana educazione alimentare, sono alcune delle proposte strategiche che la Regione Friuli Venezia Giulia e l’Italia dovrebbero tenere presenti per migliorare la situazione sanitaria nazionale.


Ti Potrebbe interessare anche:

pubblicato il

Raggiunto l’accordo per il codice delle comunicazioni elettroniche

Dopo un iter legislativo durato quasi due anni, è stato raggiunto l’accordo politico fra il Parlamento Europeo e il Consiglio dell’Unione Europea sul nuovo Codice delle Comunicazioni Elettroniche, il cui ultimo aggiornamento risale al 2009. Inizialmente esaminato dalle Commissioni ITRE e IMCO del Parlamento Europeo, quest’ultimo il 25 Ottobre 2017 approvò il mandato per iniziare le negoziazioni col▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare

pubblicato il

Il lavoro senza dignità non deve esistere

Purtroppo nell’ambito agricolo siamo costretti ad affrontare il fenomeno del Caporalato, che si basa sulla gestione criminale del mercato del lavoro a danno soprattutto dei lavoratori. La gran parte di questi sono extracomunitari, che hanno estremo bisogno di lavorare e che quindi vengono reclutati e sfruttati da individui che molto spesso sono collegati o fanno▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare

pubblicato il

A Maniago per i Mondiali di paraciclismo

Dal 2 al 5 agosto la città di Maniago, situata nella pedemontana pordenonese in Friuli Venezia Giulia, ha ospitato le gare dei Mondiali di paraciclismo. Le strade della cittadina hanno visto sfrecciare diversi campioni, che correvano nelle tre tipologie di gara: corsa a cronometro, corsa su strada e staffetta a squadre. L’evento si è chiuso▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare

pubblicato il

L’agricoltura in Italia è una priorità

Ieri con il nostro candidato presidente alla regione Friuli Venezia Giulia Alessandro Fraleoni Morgera, ho avuto un interessante incontro al Consorzio Agrario FVG con la sua direzione nonchè col presidente di Coldiretti. Di seguito abbiamo incontrato i presidenti delle cooperative vitivinicole tra la più rilevanti del regione. Più mi interfaccio col mondo dell’agricoltura italiana, che ha▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare