pubblicato il

Personalità giuridica alle macchine: verso che futuro ci stiamo muovendo?


Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici










Inviare

In questi giorni in Parlamento europeo si parla di robotica ed intelligenza artificiale. Infatti,con il rapido evolversi dell’intelligenza artificiale, i robot sono entrati nella seconda fase della loro evoluzione e stanno diventando delle macchine capaci di imparare dalla loro esperienza e dunque capaci di affrontare nuove situazioni sulla base di essa. Da qui è nato il dibattito se dare o meno una personalità giuridica alle macchine.

La Commissione europeo infatti si domanda se questo sia appropriato. Assegnare la personalità giuridica ai robot non significa certo che le macchine possano decidere da solo cosa sia meglio per loro e per gli altri, ma vuol dire che avranno la responsabilità giuridica delle loro azioni, come accade oggi per le società, e conferire loro dei diritti e dei doveri propri degli esseri umani, come la possibilità di firmare un contratto o di essere denunciati.

Ho chiesto alla Commissione Mercato Interno e Protezione Consumatore di dibattere su questo argomento molto complesso e di valutare quali siano i pro e i contro. Voi cosa ne pensate? Sarà questo possibile secondo voi?

#IA


Ti Potrebbe interessare anche:

pubblicato il

A New York per la 62esima sessione della Commissione sullo stato della Donna

Oggi qui a New York mi aspetta una fitta agenda di incontri che avranno al centro il tema della condizione della donna ad oggi, nell’ambito della 62esima sessione della Commissione sullo stato della condizione femminile. Parleremo di parità di genere e dei ruoli fondamentali che le donne possono assumere nell’evoluzione dell’intera società. In quanto membro della Commissione▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare

pubblicato il

L’Italia non è più sola: facciamo il punto sul tema migranti

Un tema sempre molto caldo, che ha accompagnato fin dall’inizio in nostro Governo del Cambiamento, è quello dei migranti. Partivamo da una situazione in cui l’Italia era costretta a subire passivamente e a gestire in autonomia tutti gli sbarchi e i richiedenti asilo che si avvicinavano alle proprie coste. Ma con il Governo Conte l’Italia▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare

pubblicato il

Nessuna guerra commerciale USA-UE: tuteliamo il Made in Italy

Sto seguendo con una certa preoccupazione l’evoluzione delle posizioni di Trump in relazione all’ipotesi un inasprimento dei dazi doganali. Personalmente ritengo sia assolutamente necessario scongiurare qualsiasi guerra commerciale che non farebbe altro che indebolire i nostri produttori e che metterebbe a rischio il Made In Italy, e per il nostro paese, come potete immaginare, sarebbe▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare

pubblicato il

In Brasile per verificare i sistemi di qualità e tracciabilità dell’agricoltura e della zootecnica

Proprio un anno fa scoppiava il caso internazionale della #CarneAvariata proveniente dal Brasile, sul quale io stesso più volte intervenni in Parlamento. Oggi sono qui in Brasile con la Commissione Agricoltura per andare ad analizzare il più possibile a fondo lo stato dell’arte del settore agricolo e zootecnico brasiliani, il livello dei sistemi sanitari di controllo e▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
There are no images.
Condividi coi tuoi amici








Inviare