pubblicato il

L’Europa delle eccellenze: professionisti al passo coi tempi


Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici










Inviare

Anche nel settore agroalimentare l’attenzione verso la tecnologia è sempre più alta.
Dall’agricoltura di precisione tramite droni, ai trattori guidati in automatico dai satelliti, è sempre più evidente che la progettualità degli investimenti è orientata al settore dell’innovazione tecnologica. Basti pensare al caso della blockchain i cui sofisticati sistemi informatici hanno bisogno di nuove infrastrutture che veicolino nell’etere un numero sempre maggiore di dati.


Tutto questo necessita di nuove professionalità caratterizzate da competenze ampie e trasversali, di figure esperte che sappiano entrare nel merito di tutti gli aspetti che riguardano il cibo durante il cosiddetto percorso, ‘dal campo alla tavola’.

Diventa quindi cruciale la formazione, non solo per fornire contenuti nozionistici, con l’intento ad esempio, di migliorare la chiarezza delle etichette o il rispetto delle norme, ma c’è anche la necessità di strutturare percorsi formativi che forniscano gli strumenti culturali necessari per  contestualizzare le conoscenze dei nuovi trend.
I nuovi paradigmi infatti, si fondano sul nutrimento della mente oltre che del corpo, e tali trend considerati di nicchia, fanno in realtà sempre più parte del mercato: ne sono esempi l’agricoltura Biodinamica o i regimi alimentari vegan.

Potrebbero esser queste le basi per una buona ‘scuola del madein’?

 

APPROFONDISCI CLICCANDO QUI:

  1. Venti(5) di Libertà
  2. L’Europa delle eccellenze: una agricoltura sostenibile
  3. L’Europa delle eccellenze: made-in di qualità

Ti Potrebbe interessare anche:

pubblicato il

Glifosato e Bayer: arriva la terza condanna

La casa farmaceutica Bayer perde, per la terza volta consecutiva, il processo sul Roundup, diserbante prodotto dal colosso americano Monsanto, ora controllato dalla stessa società tedesca. Il tribunale superiore di Oakland, California, ha dichiarato che l’azienda non ha adeguatamente esplicitato i rischi legati all’utilizzo del prodotto. La giuria ha quindi condannato Bayer al risarcimento di▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare