pubblicato il

Reddito di Cittadinanza: lo Stato vicino alle persone


Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici










Inviare

Ieri il Consiglio dei Ministri ha approvato il Reddito di Cittadinanza e la Quota 100, raggiungendo una tappa davvero fondamentale.

Infatti, sono due misure che costituiscono un grande progetto di politica economica e sociale e vanno a rispondere agli impegni che il nostro Governo ha preso fin dall’inizio con i cittadini e che il Movimento 5 Stelle porta avanti da molto tempo.

In soli sette mesi dall’inizio del Governo del Cambiamento, siamo riusciti a realizzare qualcosa che era stato prospettato come impossibile e folle.

Ci sono 5 milioni di persone in condizione di povertà che potranno beneficiare del Reddito di Cittadinanza e tutti coloro che non trovano lavoro, saranno aiutati dallo Stato.

Concretamente, gli obiettivi perseguiti dal Reddito di Cittadinanza sono migliorare l’incontro tra domanda e offerta di lavoro, aumentare l’occupazione e contrastare la povertà e le disuguaglianze.

Ma attenzione! Al contrario di quanto alcuni potrebbero pensare o come troppo spesso viene fatto passare dai media, nessuno potrà stare fermo sul divano e godere del reddito di cittadinanza. Tutti coloro che sono in grado di lavorare dovranno attivarsi per stipulare il patto per il lavoro e il patto per la formazione. Chi non parteciperà alle iniziative formative, dovesse rifiutare anche la terza offerta di lavoro o fornire informazioni o dati falsi alle autorità, verrà automaticamente escluso dal diritto di percepire il RdC.

Per informazioni più specifiche sul Reddito di Cittadinanza, le modalità e le regole, clicca qui bit.ly/info_RdC.

Da oggi, grazie al Governo del Cambiamento, nasce un nuovo welfare state in Italia, dove le persone sono messe al centro di una rivoluzione del mondo del lavoro.


Ti Potrebbe interessare anche:

pubblicato il

Il cuore pulsante del cambiamento

Stasera ho concluso ad Argenta la campagna elettorale con il quindicesimo incontro di formazione sull’accesso ai fondi europei. Ho scelto di terminarla cosi, perché trovo importante mettere più persone possibile nelle condizioni di sapere che i soldi ci sono e che ci sono modi per usufruirne. Sul ritorno mi sono fermato a salutare il gruppo▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare

pubblicato il

Cambiamo in meglio questo mondo, insieme!

Ciao, come sapete, in questi cinque anni da eurodeputato al Parlamento Europeo, ho fatto parte della ‘Commissione Agricoltura’ dove ho portato avanti battaglie per una agricoltura sostenibile, senza pesticidi né OGM, e che salvaguardi le eccellenze locali creando reddito per gli agricoltori e il territorio. In ‘Commissione Mercato Interno e Protezione dei Consumatori’ ho seguito▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare

pubblicato il

Proteggi Italia, il piano per investire sulla sicurezza del territorio

Lo Stato torna finalmente a investire sulla sicurezza del territorio, con finanziamenti economici e competenze a favore delle Regioni e degli Enti Locali. Tutto ciò prenderà il via grazie al Piano Proteggi Italia promosso dal Governo Conte in questi giorni. Sono 10,8 i miliardi stanziati per il triennio 2019-2021 che provengono in gran parte da▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare

pubblicato il

L’Europa delle eccellenze

Con questo post vorrei raccontarvi il lavoro fatto in questi 5 anni, parlo di agricoltura, ma di fondo vi è un approccio, una visione che riguarda il futuro, un futuro che vede lo svilupparsi della società attorno alla persona. Al di là della appartenenza politica è impossibile pensare di poter costruire un percorso di crescita▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare