pubblicato il

Rural, l’associazione di produttori impegnati a recuperare e proteggere antiche varietà vegetali


Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici










Inviare

Nel weekend ho visitato l’associazione di produttori Rural in Provincia di Parma, che opera con lo scopo di recuperare varietà non solo antiche, ma anche locali, per ridare loro una dignità economica. Nel tempo, infatti, queste varietà sono state abbandonate perché poco vantaggiose dal punto di vista del profitto, secondo i canoni odierni di rendimento, visto che si punta troppo spesso sulla quantità piuttosto che sulla qualità.

I membri dell’associazione vogliono recuperare queste varietà, che magari sono anche andate perdute, capire lo sbocco che possono avere sul mercato e poi posizionarle, in modo da stabilirne un prezzo dignitoso per il prodotto, il produttore e il consumatore. Questo approccio sta funzionando. Molti prodotti come frutti antichi o uve antiche stanno trovando delle nicchie di mercato molto interessanti, attratte non solo dal prodotto ma anche dalla sua associazione alla tradizione e a caratteristiche nutrizionali notevoli. Istruendo i possibili acquirenti e rendendoli partecipi di tali peculiarità si riesce a riconoscere un prezzo finale più che equo.

Il meccanismo diventa poi virtuoso, perché la qualità è talmente elevata che si sta ritrovando l’equilibrio tra quantità e valore economico, facendo aumentare la richiesta.

Un approccio davvero ottimo che restituisce dignità e valore al territorio, uscendo da quei circoli viziosi economici che rischiano di soffocare chi vuole fare impresa nel mondo agroalimentare, e si trova costretto a produrre sempre di più, abbassando i prezzi, e non riuscendo più ad essere competitivo.

Qui, invece, si produce quello che il territorio permette e si soddisfa la richiesta rispettando le capacità produttive. Sembra un approccio antieconomico, ma in realtà genera una catena virtuosa che aumenta la richiesta e la produzione. La crescita è lenta perché rispetta la sostenibilità ambientale ed economica del progetto.

Queste realtà sono la dimostrazione che un altro modo di fare agricoltura è possibile, uscendo da canoni che mirano solo alla quantità, dando nuova vita ai territori e generando un ritorno dal punto di vista sociale.


Ti Potrebbe interessare anche:

pubblicato il

Il Piano per Energia e Clima che guarda al futuro

In questi giorni il Ministero dello Sviluppo Economico ha inviato alla Commissione europea il Piano nazionale integrato per l’Energia e il Clima, elaborato dal Vicepremier Di Maio, dal Ministro dell’Ambiente Sergio Costa e dal Ministro delle Infrastrutture Danilo Toninelli. Questo documento tratta temi ambientali importanti sia a livello strategico che economico per il futuro. Contiene▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare

pubblicato il

Agricoltura, protezione consumatori e molto altro: ne ho parlato a Telefriuli

La scorsa settimana sono stato ospite del programma “Il Punto” di Enzo Cattaruzzi a Telefriuli, nel quale abbiamo avuto modo di trattare diverse questioni. Si è parlato di agricoltura, in particolare delle pratiche sleali che avvengono in questo settore e dell’insufficiente remunerazione del lavoratore rispetto al prezzo finale di vendita. È importante rendersi conto che▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare

pubblicato il

Mense scolastiche: controlli a tappeto per garantire la sicurezza

  Tutti i giorni le famiglie affidano i propri figli alle scuole anche per il momento del pranzo, del quale non dovrebbero preoccuparsi. Già qualche anno fa, mi sono occupato delle mense scolastiche dei bambini e ragazzi, affinché questi avessero dei cibi freschi e a km 0, sia nell’ottica di offrire del cibo sano, sia▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare

pubblicato il

Proteggiamo la terra che ci ospita: Global Strike for Future

Oggi in moltissime piazze del mondo, milioni di ragazzi e non solo, si riuniranno per chiedere risposte e provvedimenti concreti contro i cambiamenti climatici. Sarà una manifestazione senza bandiere o colori politici, ma uniti per il nostro Pianeta, patrimonio che appartiene a tutti. Anche noi del Movimento 5 Stelle Europa abbiamo manifestato in settimana davanti▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare