pubblicato il

Solagna, Vicenza: la reintroduzione del glifosato è un passo indietro vergognoso


Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici










Inviare

Ciò che è successo il 31 luglio sera in Consiglio comunale a Solagna (VI) rappresenta un vergognoso passo indietro per la salute dei cittadini: è stata revocata la delibera M5S -approvata l’anno scorso in data 29.03.2016- che aboliva di fatto l’utilizzo di prodotti a base di glifosato da parte del Comune e dell’Unione Montana nel territorio del Comune di Solagna. Da oggi invece questo pesticida è stato reintrodotto.

Il glifosato è il simbolo di quella agricoltura industriale e intensiva, basata sull’uso ordinario della chimica di sintesi, che costituisce una delle maggiori minacce per la conservazione della biodiversità a livello globale. Fondamentale è invece il principio di precauzione: è possibile fare uso di prodotti e azioni sostenibili che non intaccano la salute dei cittadini e l’ambiente. Perché quindi fare questo passo indietro?

Sono davvero allibito dalla revoca della delibera. Reintrodurre il glifosato significa fare un vergognoso passo indietro a favore di interventi invasivi e chimici tipici dei diserbanti con il glifosato.

Non dimentichiamo che 16 maggio la Commissione Europea ha deciso di iniziare nuovamente un dialogo con gli Stati membri  per il rinnovo del permesso dell’uso del glifosato: gli Stati dovranno votare entro fine anno. Uno Stato membro può comunque non autorizzarli.  Mi batterò affinché la Commissione non approvi e, nel malaugurato caso in cui lo facesse, che l’Italia non autorizzi il suo uso!

Dobbiamo accendere un riflettore su questo caso affinché tutti sappiano chi, in Consiglio comunale si batte per la loro salute e chi invece, senza nessuna remora, decide di revocare una delibera che metteva al centro la salute dei cittadini!


Ti Potrebbe interessare anche:

pubblicato il

Riforma della PAC: per un’agricoltura più sostenibile e meno burocratica.

Realizzare una nuova politica agricola comune più sostenibile ed equa, con meno burocrazia: questo è l’obiettivo comune. Ormai da molti mesi lavoriamo per costruire una nuova politica agricola basata sul progresso, in termini di innovazione, sostenibilità, supporto. Per questo motivo, movimenti come quello di #cambiareagricoltura sono voci da ascoltare, perché partono da un principio inviolabile:▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare

pubblicato il

Tutelato il riso italiano grazie ai dazi sull’importazione da Cambogia e Myanmar

La Commissione europea ha finalmente accolto le richieste sostenute a gran voce dal Movimento 5 Stelle e dal Governo Conte, di introdurre i dazi sulle importazioni di riso dalla Cambogia e dal Myanmar. Si tratta della battaglia sul riso di cui vi avevo già parlato in questo articolo: bit.ly/Dazi_Riso. Quest’anno per ogni tonnellata di riso▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare

pubblicato il

TAV: bisogna investire in opere realmente vantaggiose

Ha stancato questa narrazione che ci vede sempre contro tutto. Tra le colpe che ci vengono imputate c’è anche quella di opporci a prescindere alla realizzazione della TAV, nel caso specifico la tratta che collega la città di Torino a Lione. Il Movimento 5 Stelle ritiene, infatti, che l’alta velocità come tecnologia e infrastruttura sia▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare

pubblicato il

Itampharma: la start up contro i tumori 

Ho incontrato Chiara Nardon, Nicolò Pettenuzzo e Leonardo Brustolin, tre ricercatori dell’Università degli studi di Padova che hanno dato vita ad itamPharma. La loro start up (spin-off dell’ateneo patavino) è concentrata sullo sviluppo di nuove strategie terapeutiche per il trattamento dei tumori orfani, patologie per le quali non vi è una vera cura oggigiorno. Il▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare