pubblicato il

Stop alle aste a doppio ribasso della GDO


Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici










Inviare

È inaccettabile che il sistema della Grande Distribuzione Organizzata metta all’asta l’agricoltura italiana! La questione delle pratiche commerciali sleali nella filiera agroalimentare è nota da molti anni e in questo periodo più che mai si sta parlando delle aste a doppio ribasso messe a punto dalla GDO.

Zullo Aste Ribasso GDO

Come funzionano?
La procedura è molto simile a quella delle tradizionali aste: da una parte c’è la GDO che deve acquistare la merce, dall’altra le aziende fornitrici che fanno un’offerta. Quando la GDO riceve le offerte di vendita decide di indire una seconda asta, ponendo come base di partenza l’offerta più bassa ricevuta. A questo punto, tra i fornitori che decidono di partecipare, vince chi propone il prezzo più basso. Si tratta di una pratica sleale che sta strangolando gli agricoltori e che va urgentemente fermata, perché lede gravemente gli anelli più deboli della catena, i produttori da una parte e i consumatori dall’altra.

Gli agricoltori non hanno la forza contrattuale per contrastare le pratiche messe a punto dalla grande distribuzione e si trovano troppo spesso a subire i gravosi effetti di queste pratiche sleali che non gli garantiscono nemmeno la sopravvivenza.
I consumatori si ritrovano a scegliere, ogni giorno di più, i prodotti da scaffale al costo più basso, spesso scadenti: per abassare i prezzi, i costi di produzione devono essere abattuti a discapito della qualità e anche della salute. Senza tener conto che acquistare prezzi sottocosto significa spesso  favorire anche lo sfruttamento degli agricoltori e rafforzare un meccanismo deleterio.

È quanto mai necessario prendere scelte politiche volte ad aiutare concretamente il settore agricolo e a tutelare gli agricoltori. Come portavoce al Parlamento europeo con il Movimento 5 Stelle sono tra i relatori della Direttiva sulle “Pratiche Sleali nella Filiera Agroalimentare” e continuerò a battermi fortemente per trovare le soluzioni più idonee a risolvere questa situazione inammissibile.

Le regole devono garantire trasparenza nella filiera agroalimentare italiana, al più presto!


Ti Potrebbe interessare anche:

pubblicato il

Obsolescenza programmata: una pratica che non è più sostenibile

L’obsolescenza programmata è il fenomeno che fa sì che beni materiali di varia natura abbiano una data di scadenza predefinita, in modo tale che il consumatore si ritrovi con la necessità di acquistare un nuovo prodotto nella sua nuova versione. Ma non sarebbe più facile riparare? Certo, ma ormai sempre più spesso non si trovano▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare

pubblicato il

Tagli al settore agricolo: il mio intervento a Rai3

Come sostiene Enzo Moavero, Ministro degli Affari Esteri del Governo Conte, il settore agroalimentare europeo non può permettersi di subire un taglio di 60 miliardi. Questa, infatti, è la cifra che l’Europa vorrebbe sottrarre all’agricoltura nel bilancio per il settennato 2021-2027, rispetto ai 390 miliardi del settennato precedente. Stiamo parlando però di un settore già▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare

pubblicato il

Mense scolastiche: controlli a tappeto per garantire la sicurezza

  Tutti i giorni le famiglie affidano i propri figli alle scuole anche per il momento del pranzo, del quale non dovrebbero preoccuparsi. Già qualche anno fa, mi sono occupato delle mense scolastiche dei bambini e ragazzi, affinché questi avessero dei cibi freschi e a km 0, sia nell’ottica di offrire del cibo sano, sia▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare

pubblicato il

Agricoltura biologica non è solo assenza di pesticidi, è anche molto altro!

Si parla sempre e sempre di più di biologico e agricoltura biologica. Ma sappiamo davvero quali sono tutte le caratteristiche di questo modo di fare agricoltura? Infatti, siamo spesso portati a credere che la definizione di un alimento biologico sia quella di un prodotto coltivato in assenza di pesticidi. Corretto, ma non è tutto! Biologico▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare